DIECI MILIARDI PER LE INFRASTRUTTURE TOSCANE

La superstrada Aurelia

La superstrada Aurelia

Quasi dieci miliardi di euro (9.716,87 milioni) verranno investiti nel sistema infrastrutturale toscano nei prossimi 6 anni: questo quanto stabilisce l’intesa firmata oggi a Roma da Regione Toscana e Governo, che evidenzia come interventi prioritari strategici il sistema dell’Alta velocità- alta capacità ferroviaria, il completamento del Corridoio tirrenico e della E78 Grosseto-Fano.

«La firma di oggi a Palazzo Chigi formalizza l’accordo già raggiunto ad ottobre tra Regione Toscana e Governo e integra la precedente intesa del 2003» ricordano il presidente della Toscana Claudio Martini e l’assessore ai trasporti Riccardo Conti.
Davanti a loro, a firmare l’intesa, c’erano il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e i ministri di riferimento Altero Matteoli per le infrastrutture, Stefania Prestigiacomo pe r l’ambiente e Raffaele Fitto per i rapporti con le Regioni.
L’accordo fissa le risorse – sei miliardi già ci sono, altri tre e mezzo dovranno essere trovati – e costituisce un piano di lavoro per i prossimi anni capace di ridare fiducia all’economia toscana portando nuovi investimenti e opportunità di occupazione.
«Questa intesa – commenta l’assessore Conti – costituisce l’auspicata conclusione dell’importante e duro lavoro svolto in questi anni. Dal 2000 al 2008 la Regione ha stanziato oltre 15 miliardi per investimenti infrastrutturali, frutto di impiego diretto di risorse proprie o con  governo o enti locali. Con le risorse messe in campo dall’intesa di oggi la spesa salirà a 31 miliardi e 476 milioni. Di questi circa 13 miliardi, poco più del 40 per cento, riguardano strade, porti e trasporti». «Queste risorse – aggiunge – hanno permesso di creare migliaia di nuovi posti di lavor o, che danno ragione della nostra politica integrata e dei risultati ottenuti fino ad oggi. Sembra ormai consolidato il percorso che fa della Toscana una cerniera nazionale, una realtà nettamente connessa all’Europa».
Il documento, che integra la precedente Intesa Generale del 18 Aprile 2003 aggiornando il quadro delle infrastrutture da realizzare, costituisce il riferimento generale per l’attuazione della Legge Obiettivo, del Contratto di Programma Governo-F.S. e per la programmazione ANAS.
Il totale delle risorse stanziate oggi è ripartito tra fondi già disponibili – che ammontano ad oltre 2.300 milioni di euro derivanti da Legge Obiettivo, Anas e ferrovie, Regione Toscana ed Enti locali e 3.787 milioni di euro per il Corridoio Tirrenico che Sat con la convenzione di aprile 2009 si è impegnata a finanziare integralmente – e fabbisogno da reperire, che ammonta a 3.588 milioni di euro, da recuperare in gran parte dall a legge Obiettivo, dalla programmazione Anas e dall’accordo di programma tra Ferrovie e Ministero.
Interventi su strade e autostrade
Nell’area livornese due opere connesse all’autostrada Rosignano-Civitavecchia, la cui realizzazione dovrà essere contestuale con le opere autostradali oggetto di un ulteriore lotto del Corridoio, sono:
– il Lotto zero ‘Maroccone-Chioma’, variante ad una carreggiata della ss1 Aurelia, per il quale è previsto un costo di 231 milioni di euro;
– la penetrazione fino al porto di Piombino della ss398 Val di Cornia, da realizzare a doppia carreggiata. Per questo intervento mancano ancora la progettazione definitiva e il dettaglio dei costi.
Interventi ferroviari
Tra chi trae più vantaggio dell’Av/Ac c’è proprio Livorno, che con 4 binari nuovi potrà avvantaggiarsi di ulteriori sistemi di di collegamento con il Nord e l’Est Europa. Tra le priorità evidenziate dall’accordo c’è anche la realizzazione dei raccordi ferroviari Livorno-Pisa. L’intervento nel suo complesso costerà 252 milioni di euro e sarà articolato in 5 lotti, che prevedono la realizzazione:
– di strutture ferroviarie idonee al carico/scarico delle merci e alla partenza dei treni (costo 20 milioni di euro)  sulla Darsena Toscana;
– del collegamento diretto tra la Darsena Toscana e la linea Roma- Genova, lato Pisa, per i treni provenienti dal porto con la linea Tirrenica (costo 20 milioni di euro);
– del collegamento di Guasticce con la Collesalvetti-Vada, lato Sud e lato Nord (costo 102 milioni di euro);
– della bretella di collegamento della Collesalvetti-Vada con la linea Firenze-Pisa (costo 80 milioni di euro);
– dell’opera di scavalco della linea Tirrenica nell’ambito del collegamento diretto della Dars ena Toscana con Guasticce (costo 30 milioni di euro). Entro la fine del 2009 sarà pronto il progetto definitivo degli interventi.
L’approvazione e l’appalto dei lavori è prevista entro il 2011, gli interventi dovrebbero iniziare nel 2012 e concludersi nel 2014 per i lotti 1 e 2 e nel 2015 per i lotti 4-4-5. Alla realizzazione contribuiranno fondi FESR per 33 milioni di euro. Per il futuro sono inoltre stati programmati nuovi interventi sulle linee ferroviarie livornesi, ossia l’adeguamento tecnologico delle stazioni Livorno centrale e Livorno Calambrone (costo 50 milioni); lo scavalco Pisa-Bivio Mortellini sulla linea Pisa-Livorno (costo 50 milioni) e la riattivazione del servizio passeggeri nella stazione marittima di Porto Vecchio Livorno.
Interventi sui porti
L’intesa conferma la volontà di realizzare la piattaforma Europa, che assume un valore strategico per il rilancio e la competitivit&agra ve; del sistema portuale e della piattaforma logistica costiera. Avvio dei lavori, previo potenziamento dei lotti funzionali, entro il 2011, con un importo complessivo stimato di 500 milioni di euro. La realizzazione del nuovo terminal contenitori e del nuovo terminal RoRo pax avverrà a step intermedi, in linea con le tendenze evolutive del settore e le grandi opportunità offerte dai traffici della autostrade del mare. L’intesa prevede inoltre lavori per l’innalzamento dei livelli di sicurezza del porto, per un importo complessivo di 62 milioni di euro.
Per l’Interporto Amerigo Vespucci (Livorno – Guasticce) è prevista la realizzazione degli interventi di viabilità, per complessivi 26,08 milioni di euro approvati dal CIPE nella seduta del 4 ottobre 2007, i cui lavori sono stati avviati nel luglio 2009. L’intesa stabilisce inoltre la realizzazione della darsena funzionale al collegamento fluviale tra interporto e porto di Livorno per u n costo pari a 16,8 milioni di euro. L’opera è inserita nell’ambito degli interventi di adeguamento del canale scolmatore d’Arno per la sicurezza idraulica ai fini della navigabilità.
Nell’ambito degli interventi per gli Hub Portuali la Regione Toscana ha previsto gli interventi di adeguamento dello Scolmatore d’Arno per la sicurezza idraulica e la sua navigabilità ed è stato approvato il progetto preliminare comprensivo di tutte le opere necessarie per l’adeguamento del canale e la costruzione della Darsena presso l’Interporto di Guasticce. L’opera ha un costo complessivo di 198,4 milioni di euro. La Regione Toscana ha già previsto risorse per circa 88 milioni di euro a carico delle risorse FESR (POR CReO), FAS (delibera CIPE dicembre 2008), e del proprio bilancio regionale, gli Enti Locali, la Camera di Commercio e l’Interporto contribuiscono al finanziamento per 20 milioni di e uro. Lo Stato si impegna a reperire la rimanente somma di 90,4 milioni di euro entro la data di approvazione del secondo lotto, prevista per il 2011. Infine, l’intesa approva la sistemazione della foce del canale Scolmatore come elemento di salvaguardia idraulica e diverso sbocco a mare del canale Navicelli, per un costo indicativo di 20 milioni di euro.
Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 23.1.2010. Registrato sotto cronaca, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 28 giorni, 7 ore, 50 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it