PIOMBINO, UNA CITTA’ E I SUOI TANTI PRESEPI

La natività a Porta a Terra

Il presepe a Salivoli

La natività a Porta a Terra

La natività a Porta a Terra

Piombino ha una tradizione che viene un pò sottovalutata e che invece si mantiene da lunghi anni animata dal volontariato della città che, silenziosamente e con impegno, porta avanti ogni anno. Quella dei presepi natalizi. Citiamo, ma solo per indicarne alcuni, quello vivente del Poggetto, quello di Porta a terra nel Centro Storico e quello di Salivoli. Siamo andati a conoscere e ad approfondire “sul campo” questa tradizione…

A Piombino (Li) è possibile visitare il pittoresco e suggestivo presepe realizzato dall’Associazione Porta a Terra. Il presepe, situato nel pieno centro storico della città, presso i giardini pubblici di via dell’Arsenale, è stato inaugurato mercoledì 23 dicembre e sarà aperto ancora tutti i giorni dalle 16 alle 19 fino al 6 gennaio.

Varcate le soglie del giardino pubblico di via dell’Arsenale, si è subito avvolti dai colori e dai suoni della tipica atmosfera natalizia: un luogo ideale in cui portare i bambini a vedere le scene della nascita di Cristo derivate dalle sacre rappresentazioni medievali. Vi sono riprodotti tutti i personaggi e i posti della tradizione, dalla grotta alle stelle, dai Re Magi ai pastori, dal bue e l’asinello agli agnelli e così via.

Il presepe è nato sedici anni fa dalla volontà e dall’impegno di un piccolo gruppo di volontari riuniti nell’Associazione Porta a Terra di Piombino (Li). Il gruppo è composto da circa sei persone, ogni anno le stesse, che con amore e cura cercano di offrire alla loro città questo piccolo gioiello di Natale. Come associazione Porta a Terra collabora anche alla realizzazione di altri eventi piombinesi come la Sagra del Pesce, i mercatini, la Festa d’Autunno in piazza Aldo Moro e i Fuochi di San Giovanni.

presepe_piombino2

Inizialmente il presepe era collocato nel caratteristico Torrione piombinese ma poi per volontà delle Belle Arti ha cambiato sede ed oggi è sito appunto nel giardino pubblico di via dell’Arsenale. Questa scelta è stata ottima in quanto il luogo è ideale per i volontari che dal 15 ottobre hanno potuto iniziare a lavorare tranquillamente alla costruzione del presepe ed è perfetto perché, essendo un po’ appartato e distante dal trambusto e dai rumori del centro città, permette al visitatore di immergersi nella giusta atmosfera. I volontari, poi, ogni anno ripuliscono e risistemano il giardino, contribuendo così a rivitalizzare e riabilitare una zona cittadina a volte un po’ trascurata.

Interessante notare come ogni anno il presepe cambi forma e come capanne e statue cambino collocazione. In pratica i volontari smantellano tutto e l’anno dopo, riutilizzando gli stessi materiali, costruiscono nuovi edifici e locations dando vita così a un presepe di volta in volta rinnovato e migliorato.

Con il tempo il presepe, infatti, si è andato sviluppando. Le statue da poche che erano sono aumentate di numero e dall’inventiva degli organizzatori sono state introdotte piacevoli novità come il fumo che esce da una casupola in legno o la neve che soffia dalla capanna dove è situato Gesù bambino.

Collocate un po’ in tutto il giardino troviamo alcune campane di vetro per la raccolta di offerte con cui il cittadino può contribuire ad aiutare il presepe a divenire ogni anno più bello e rendere così omaggio alla città.

L’affluenza anche quest’anno è stata notevole visto che si sono sfiorate all’incirca le cinquemila presenze.

Il presepe a Salivoli

Il presepe a Salivoli

Quello di Porta a Terra non è l’unico presepe piombinese. In zona Salivoli, ad esempio, è possibile visitare anche il presepe mobile realizzato dalla Circoscrizione Falcone-Montemazzano.

Purtroppo al momento non ci sono rapporti tra i volontari e i realizzatori dell’una o dell’altra circoscrizione, collaborazione che sarebbe utile e auspicabile per un miglioramento dei presepi stessi ma anche e soprattutto della cittadina toscana.

Margherita Dinolfo

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 4.1.2010. Registrato sotto Foto, sociale, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 19 giorni, 10 ore, 45 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it