FUTURO ROSEO PER I PARCHI DELLA VAL DI CORNIA?

Via libera al quarto parco regionale della Toscana. La commissione Ambiente e territorio, presieduta da Erasmo D’Angelis, ha approvato il 16 dicembre il programma triennale per le aree protette 2009-2011.

Il quarto parco – Su richiesta dei comuni di Campiglia Marittima, Piombino, San Vincenzo, Sassetta, Suvereto e dalla provincia di Livorno, e su proposta della commissione stessa, è nato il parco della Val di Cornia, il quarto in Toscana.

“E’ con grande soddisfazione – ha detto il presidente della commissione Erasmo D’Angelis – che abbiamo dato il via all’iter istituzionale che porterà all’istituzione di questo parco dopo quelli della Maremma, Migliarino San Rossore Massaciuccoli e Alpi Apuane. Inizia così un percorso, che coinvolgerà comunità locali, categorie economiche, associazioni tutte e cittadini, che si pone l’obiettivo di rafforzare il sistema dei parchi in Toscana, unico in Europa, e dimostrare che dall’ambiente si crea lavoro e si favoriscono le economie locali”.

Il Parco, comprenderà le attuali aree protette: il parco di Baratti Populonia e promontorio di Piombino, il parco Archeominerario di San Silvestro, il parco costiero della Sterpaia, il parco di Romigliano, il parco di Poggio Neri, il parco interprovinciale di Montioni e la riserva naturale Orti-Bottagone.

Luca Sbrilli Presidente della Parchi Val di Cornia Spa:  «Si tratta di una proposta maturata dal Circondario per verificare la possibilità e le condizioni  di realizzare il quarto Parco regionale qui in Val di Cornia. L’esito del percorso non è scontato, ma l’avvio di un analisi e di una discussione formale tra gli enti locali, la Regione Toscana e la comunità locale per verificare la fattibilità di questo processo ritengo sia una grande opportunità ».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 17.12.2009. Registrato sotto ambiente/territorio, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 24 giorni, 10 ore, 46 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it