CANCELLATI I 4 EUROSTAR CITY A CAMPIGLIA

La stazione di Campiglia

La stazione di Campiglia

Iniziativa di protesta il 14 dicembre dei gruppi di opposizione Comune dei Cittadini (Campiglia) e  Uniti per Suvereto per la cancellazione di 4 Eurostar che non fermeranno più nella stazione di Campiglia Marittima. Un vero e proprio declassamento ferroviario che le due liste civiche non accettano. Leggiamo insieme il loro comunicato.

«Ora purtroppo è ufficiale. Nel nuovo orario ferroviario, già disponibile su internet e che entrerà in vigore il 13 dicembre, risultano cancellati i collegamenti veloci tra Campiglia e Roma. Trenitalia con l’avallo del Ministero dei Trasporti e sorda alle posizioni del territorio è andata avanti per la sua strada. Neanche le istituzioni locali sono state ascoltate. Ora la nostra zona è più lontana dalla capitale del Paese, con tutte le conseguenze negative per la mobilità delle persone e lo sviluppo del territorio. In concreto all’andata non c’è più l’Eurostar delle 9.54, che consentiva di arrivare a Roma entro mezzogiorno; cancellato anche l’Eurostar delle 19,54 che permetteva di arrivare in serata, solo parzialmente compensato da un treno abbastanza inutile che parte due ore prima, alle 17,50. Ma i guai maggiori riguardano la linea Roma-Campiglia: cancellato l’eurostar delle 12.02, che consentiva di partire da Roma a fine mattinata, e quello delle 18,05 che era fondamentale per tornare a fine giornata.

In coincidenza con l’entrata in vigore del nuovo orario, che taglia fuori Campiglia e la Val di Cornia, i gruppi Comune dei Cittadini e Uniti per Suvereto hanno organizzato una tavola rotonda di protesta e di approfondimento con la partecipazione di amministratori ed esperti. Si intitola “Dimenticare Campiglia? Una stazione tra mobilità e politiche del territorio” e si svolgerà lunedì 14 dicembre alle ore 21 nella Saletta comunale di Venturina. Interverranno i capigruppo Giuliano Parodi e Massimo Zucconi, il responsabile provinciale della FILT-CGIL Mario Gottini, il sindaco Rossano Soffritti, il prof. Rossano Pazzagli e un rappresentante della Provincia di Livorno; introdurrà e coordinerà i lavori Riccardo Papi, responsabile della commissione territorio del Comune dei Cittadini. Gli organizzatori sperano in una ampia partecipazione di pubblico in modo che il territorio faccia sentire la sua voce contro questa ulteriore marginalizzazione e perdita dei diritti. Intanto chiedono alle istituzioni locali di levare una più forte protesta rivendicando di essere ascoltate».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 9.12.2009. Registrato sotto Foto, grilloparlante, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    41 mesi, 0 giorni, 11 ore, 24 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it