PRC: IL COMUNE DI PIOMBINO E’ ECONOMICAMENTE AL COLLASSO

La Segreteria di Federazione del Partito di rifondazione comunista di Piombino-Val di Cornia-Elba invia un comunicato per denunciare l’ennesima valutazione negativa della Corte dei Conti relativa all’anno 2007, e l’attuale situazione finanziaria dell’amministazione comunale che come dice il PRC è “al collasso”. Leggiamolo insieme.

«Naturalmente anche questa volta il Sindaco dirà che non è vero niente ma che è soggetto a complotti, persecuzioni e chi più ne ha più ne metta, ma sappia che dovrà smentire sé stesso. Parliamo della situazione finanziaria del Comune di Piombino quale evidenziata nel rendiconto 2007 su cui la Corte dei Conti ha deliberato il seguente giudizio:

“…Dalla relazione dell’organo di revisione sul rendiconto 2007 del Comune di Piombino (LI) e dall’esame dei prospetti ad essa allegati  emergono irregolarità contabili “gravi” suscettibili di pronuncia specifica, nel profilo attinente al risultato di amministrazione e con il contenuto sotto indicato….”

e

“..emergono altresì criticità e/o irregolarità non gravi, nei profili attinenti agli organismi partecipati, al rispetto della normativa società partecipate, alla capacità di indebitamento, alla spesa di personale e al conto del patrimonio, con i contenuti per ciascuno indicati….”.

Un disastro totale, insomma, come del resto denunciato per mesi nel passato e sempre smentito, ma oggi ammesso dallo stesso Comune  tanto che per voce della stessa Corte dei Conti risulta che “…in sede di contraddittorio svoltosi in adunanza pubblica del 21 luglio 2009, i rappresentanti dell’Ente (Dirigente Servizi finanziari e Presidente del Collegio dei revisori) hanno confermato le controdeduzioni già fornite con le note di cui sopra e hanno fatto presente quanto segue:

Risultato di amministrazione: il bilancio dell’Ente mostra una sofferenza strutturale della parte corrente. Il grado di copertura dei servizi a domanda individuale è stato fino ad oggi contenuto, ma è nelle intenzioni dell’Ente intervenire su questo aspetto, oltre che con misure di razionalizzazione della spesa e riorganizzazione delle strutture, per ricondurre la parte corrente del bilancio in equilibrio…”.

Dunque la situazione del Comune di Piombino è questa:

  1. progetti per il futuro falliti;
  2. progetti per il  presente inattuati;
  3. situazione finanziaria al collasso.

E’ ovvio che i cittadini attuali e futuri saranno chiamati a pagare ,finanziariamente e non, per tutti questi fallimenti.

Cosa ne dicono le forze politiche di maggioranza ed in particolare quelle che questa situazione avevano nel passato denunciato ed oggi sembrano invece accettare nel silenzio?»

Segreteria PRC Piombino

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 24.9.2009. Registrato sotto politica. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 0 giorni, 2 ore, 4 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it