O K AL NUOVO IMPIANTO LUCCHINI PER IL TRATTAMENTO DELLE SCORIE

La Lucchini di Piombino

La Lucchini di Piombino

Un passo avanti verso la liberazione dell’area ex-Siderco e verso la bonifica dell’area dove dovranno concretizzarsi i progetti di “Città Futura”.

L’ufficio Suap del Circondario ha infatti rilasciato da alcuni giorni l’autorizzazione unica che consentirà alla Lucchini la costruzione dell’impianto cosiddetto “Slag Pit”, o trattamento scoria. Un intervento finalizzato al miglioramento delle prestazioni igienico ambientali e alla ricollocazione di un ciclo di lavorazione già presente all’interno dello stabilimento, trasferendolo dall’area Siderco dove attualmente si trova, per collocarlo nella zona fino ad oggi occupata dal vecchio Afo1, vicino alla zona dei convertitori dell’acciaieria. Un’azione quindi che va verso l’allontanamento di alcune lavorazioni industriali in aree più lontane dalla città.

L’impianto consiste nella realizzazione di una serie di fosse, impermeabilizzate e isolate dal terreno, la cui funzione è quella di ricevere la scoria ancora liquida proveniente dai processi di colata e prepararla per il conferimento all’impianto di recupero metalli, dove verrà trattata per separare le scorie inerti dal rottame metallico che sarà reinserito nel ciclo produttivo. Per evitare che le polveri della scoria si disperdano in atmosfera, le vasche saranno dotate di copertura sulla quale verrà installato un sistema di bagnatura e di abbattimento delle polveri. Acqua e polveri saranno raccolte nel piazzale e convogliate nella vasca di decantazione.

Per la completa liberazione dell’area Siderco, è prevista inoltre la realizzazione di un secondo impianto, con lavorazione a freddo per il recupero dei metalli, la cui autorizzazione sarà rilasciata dal Suap in tempi brevi.

La liberazione dell’area Siderco da parte della Lucchini, prevista entro giugno 2010, consentirà di dare il via al completamento della bonifica e alla riconversione del comparto di Città Futura,  attraverso la creazione di una zona a verde di filtro (parco urbano del ferro e dell’acciaio) rispetto al comparto industriale.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 23.9.2009. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 27 giorni, 4 ore, 50 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it