SAN VINCENZO: IL SINDACO BIAGI FA IL CONSUNTIVO DEL 2008

Misure anticrisi, completamento del programma di mandato e avvio del nuovo Piano Strutturale di San Vincenzo, le principali linee di azione per il nuovo anno del sindaco Michele Biagi.

“La prima sfida del 2009 per la comunità locale sarà fronteggiare la crisi generale che sta attraversando il mondo, mettendo in campo, anche nel nostro piccolo, tutti gli strumenti a nostra disposizione per non arretrare nel livello di benessere e di qualità della vita dei nostri cittadini e per essere pronti a ripartire con il piede giusto quando la crisi sarà passata”. Con questo impegno il sindaco di San Vincenzo Michele Biagi si appresta ad affrontare il nuovo anno, l’ultimo della sua prima legislatura che si concluderà nella primavera del 2009.

Blocco delle tariffe dei servizi pubblici (ad esempio retta dell’asilo nido e mensa scolastica) e delle aliquote delle imposte comunali (ICI per la seconda casa al 7 per mille e addizionale IRPEF comunale allo 0,5%); contenimento dei costi della Pubblica Amministrazione; finanziamento straordinario dei fondi destinati alle agevolazioni sociali (il fondo è già stato integrato di 15mila euro nel 2008); consolidamento del rapporto pubblico-privato per il mantenimento degli eventi e delle attività di promozione del Comune; conferma degli obiettivi di qualità dei servizi al turismo e all’impresa raggiunti in questi anni (bandiera blu, salvamento a mare, zona artigianale). Sono queste le principali iniziative a sostegno della famiglia e dell’impresa sulle quali l’amministrazione Biagi intende puntare, a partire dall’approvazione del bilancio di previsione 2009 che avverrà con tutta probabilità entro il mese di febbraio.

“Oltre agli aspetti materiali ed economici ai quali è importante dedicare attenzione in questa fase così delicata” prosegue il sindaco “ci sono anche gli aspetti cosiddetti immateriali come la coesione sociale e l’innalzamento della qualità dei servizi di un territorio. In questo senso voglio sottolineare il grande traguardo che abbiamo tagliato proprio ieri mattina con l’ottenimento delle registrazione EMAS del Comune di San Vincenzo”. La Sezione EMAS del Comitato per l’Ecolabel e l’Ecoaudit nella seduta del 22 dicembre ha infatti deliberato la registrazione EMAS del Comune di San Vincenzo attribuendogli il numero IT – 001044. San Vincenzo è dopo Bibbona il secondo Comune della Provincia di Livorno ad aver ottenuto questo risultato.

Oltre alle misure anticrisi, Biagi illustra anche gli altri impegni che intende portare a termine entro la fine della legislatura. In particolare sono i lavori di ristrutturazione del Cinema Verdi a preoccuparlo di più, visto che l’opera ha subito diverse battute d’arresto nel 2008. “Credo di poter dire che abbiamo superato le difficoltà incontrate con la ditta durante l’esecuzione dei lavori e che a gennaio siamo in grado di ripartire con i lavori. Spero che entro la fine della legislatura riusciremo a tagliare il nastro”. Nel frattempo, sul fronte delle politiche per la casa e la residenza stabile, nei primi mesi del 2009 partiranno i primi significativi interventi di edilizia convenzionata che porteranno, nel giro di un paio d’anni, alla realizzazione di circa 50 nuovi appartamenti destinati alla residenza stabile a prezzi agevolati.

Altro obiettivo è l’avvio del nuovo Piano strutturale di San Vincenzo. “A giorni saremo pronti anche dal punto di vista formale con la costituzione del gruppo di lavoro che si occuperà della redazione del quadro conoscitivo e delle linee strategiche del piano all’interno dell’Ufficio Urbanistica del Circondario. L’obiettivo è avere il quadro conoscitivo pronto per giugno in modo da avviare il procedimento di formazione del piano, che se saremo rieletti ci vedrà impegnati per tutta la prima parte della prossima legislatura”

Grande soddisfazione Biagi la esprime anche sulle cose fatte in questi cinque anni di amministrazione. “Martedì mattina nel tradizionale brindisi di fine anno con i dipendenti comunali ho voluto innanzitutto ringraziare loro per il loro impegno di questi anni, grazie al quale noi amministratori abbiamo potuto raggiungere gli obiettivi che ci eravamo prefissi.”
Partendo dalla certificazione ambientale EMAS appena raggiunta, Biagi sottolinea i principali impegni presi con i cittadini e portati a termine: dalla Bandiera blu, alla realizzazione dei due sottopassaggi stradali, quello ferroviario e quello del villaggio San Luigi sulla Principessa; l’ampliamento del porto turistico; dal potenziamento dei servizi educativi e sociali del Comune, con l’apertura della sesta sezione di scuola materna e da quest’anno del nuovo micronido, e con l’ampliamento delle risorse messe a disposizione per aiutare i cittadini in difficoltà a pagare l’affitto, la luce, il gas e le medicine; e poi la nuova pianificazione della Pianura Costiera di Rimigliano e la valorizzazione e tutela del Parco naturale, la risistemazione della via della Principessa e la realizzazione della pista ciclabile, l’ampliamento della zona artigianale, la concretizzazione del progetto cultura con il restauro della Torre, il nuovo Palazzo della Cultura e da ultimo la ristrutturazione del Cinema Teatro Verdi.

Infine gli eventi, numerosi e di richiamo che si sono susseguiti negli anni a San Vincenzo, iniziando dai concerti estivi, per arrivare alla tappa del Giro d’Italia nel maggio scorso e alla consacrazione della Festa della Palamita come evento enogastronomico di livelli nazionale, grazie al lavoro fatto negli anni, ma in particolare all’impegno nell’edizione del 2008 del grande chef Fulvio Pierangelini. Tutto senza mai aumentare la pressione fiscale sui cittadini (ICI e IRPEF sono ferme ai livelli del 2000), e attuando una politica di recupero dell’evasione e dell’elusione fiscale e di contenimento della spesa pubblica che ha dato i suoi frutti in termini di solidità e di stabilizzazione del Bilancio del Comune, pur in anni difficili per i vincoli e i sacrifici richiesti dai governi nazionali.

“Sicuramente abbiamo fatto i nostri errori ancora restano molte cose da fare per San Vincenzo” commenta il sindaco “ma quello che mi preme evidenziare è che io e i miei amministratori abbiamo lavorato con l’unico obiettivo di onorare al meglio gli impegni presi con i cittadini, nella convinzione che rispettandoli avremmo contribuito a far crescere il benessere della nostra comunità. Se ci siamo riusciti lo giudicheranno i cittadini nelle elezioni della prossima primavera, alle quali comunque io credo che ci presentiamo con le carte in regola per essere rieletti.”


Principali Dati Anagrafici


Residenti al 31/12/2007: 6.928
(3301 maschi e 3627 femmine)
Residenti al 30/11/2008: 6.968
(3317 maschi e 3651 femmine)

Famiglie: 3.361
Nati al 30/11/2008: 54
(24 maschi e 30 femmine)
Morti al 30/11/2008: 65
(35 maschi e 30 femmine)
Saldo nascite/decessi: -11
Saldo popolazione (rispetto al 31/12/2007): + 40

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 29.12.2008. Registrato sotto Economia. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 28 giorni, 1 ora, 31 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it