TOSCANA: NUOVE BORSE PER FINIRE LE SUPERIORI

Per una scuola alla portata di tutti, la Regione Toscana aumenta gli investimenti e snellisce le procedure. La Giunta ha approvato nei giorni scorsi una piccola rivoluzione nel campo del diritto allo studio per il triennio 2008-2010. Fra le novità, l’estensione delle borse di studio (fino ad oggi riservate al biennio) anche ai ragazzi che frequentano il terzo, quarto e quinto anno delle superiori.

In primo luogo si aumentano le risorse per due milioni di euro circa nei 3 anni. A partire dall’anno scolastico 2009-2010 saranno inoltre applicati nuovi indicatori per la distribuzione delle risorse sul territorio, finalizzati ad ottenere uniformità di trattamento tra le varie aree.
Gli incentivi saranno erogati, come in passato, tramite bandi che saranno emanati dai Comuni.
Ecco quali sono le tipologie di incentivo previste.
Borse di studio destinate agli studenti, dalle elementari alle superiori, appartenenti a famiglie con Indicatore economico equivalente (Isee) non superiore a 12 mila euro (13.500 per l’anno scolastico 2009-2010 e 15 mila nel 2010-2011). Le famiglie non dovranno più produrre alcuna documentazione di spesa.

L’importo della borsa è di 150 euro per gli studenti di elementari e medie e a 250 euro per gli studenti delle superiori. Le famiglie in queste fasce di reddito hanno inoltre diritto a contributi per il rimborso per i libri di testo (scuole medie e superiori). A partire dal prossimo anno scolastico la Regione prevede di finanziare servizi di comodato gratuito dei libri a favore di studenti iscritti alle superiori.
Particolari borse di studio di 1500 euro l’anno sono riservate a studenti residenti nelle Isole del Giglio e di Capraia iscritti a scuole superiori di altri Comuni toscani (famiglie con Isee non superiore a 20 mila euro).

Grazie al nuovo sistema di incentivi le borse di studio e i contributi libro saranno disponibili per gli studenti entro i primi mesi di avvio dell’anno scolastico. Per quest’anno si prevede l’adozione dei bandi comunali entro la fine di dicembre 2008. I contributi saranno erogati entro la primavera 2009.
In Toscana si registra un costante aumento del numero degli iscritti nelle scuole primarie e secondarie di primo e di secondo grado. Nell’anno scolastico 2008-2009 gli studenti sono il 3% in più rispetto all’anno precedente. Aumentano anche gli studenti di cittadinanza non italiana (+ 1! %), che sono l’11% degli iscritti nelle scuole elementari e medie e il 6,6% nelle scuole superiori.

Il tasso di partecipazione nell’istruzione superiore risulta in costante crescita e superiore alla media italiana: nel 2000 era del 92,2%, nel 2007 è salito al 97,2%.
I dati sugli abbandoni scolastici precoci mostrano una tendenza al miglioramento: nel 2000 i giovani fra i 18 ed i 24 anni con la sola licenza media che non partecipavano a corsi scolastici e formativi erano il 23,4%, nel 2007 sono scesi al 18%. Cresce anche il numero dei diplomati fra i 20 ed i 24 anni: erano il 60,8% nel 2000, risultano il 77,7% nel 2007. Le percentuali rimangono tuttavia ben lontane dagli obiettivi fissati dal Consiglio europeo di Lisbona (abbandoni 10%, al massimo, diplomati 85%).

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 10.12.2008. Registrato sotto Giovani e Sapere. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 19 giorni, 19 ore, 15 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it