VENTURINA: TAGLIO DEL NASTRO AL NUOVO CIAF “L’ARCA”

S’inaugura sabato 15 novembre alle 15.00, alla presenza dell’assessore regionale Gianfranco Simoncini, il nuovo Ciaf Centro infanzia adolescenza e famiglia “L’Arca” costruito ex novo dal comune di Campiglia in viale del Popolo a Venturina, nell’area dei giardini Altobelli.

Il nuovo edificio di circa 1.000 metri quadrati, è una struttura ad un piano in mattoni faccia vista con ampie finestre. Due gli ingressi, funzionali alle diverse attività ospitate dal centro: dal lato parcheggio l’ingresso principale cui si accede tramite portico d’ingresso sostenuto da colonne color crema, ad un atrio illuminato da una copertura piramidale in vetro, dal lato viale del Popolo l’ingresso un po’ rientrato dà accesso all’area nido. Materiali di ultima generazione, pareti dipinte con vivaci colori e arredi funzionali rendono il Ciaf ancora più accogliente.
Già in funzione nella struttura due nuove sezioni di asilo nido, il centro gioco educativo “Lo scarabocchio” e la ludoteca “Arricciaspiccia”.

In questi giorni riapre anche il servizio Informagiovani che era stato temporaneamente sospeso durante il trasloco da via dell’Unità.
I costi dell’opera. Il taglio del nastro al quale interverrà insieme al sindaco On. Silvia Velo, l’assessore regionale all’Istruzione, formazione e lavoro Gianfranco Simoncini, conclude un percorso di realizzazione partito dall’approvazione del progetto nel 2005 che è valso un finanziamento regionale di circa 600.000,00 euro sul “Bando per la costruzione di servizi per l’infanzia e l’adolescenza”. I lavori affidati tramite gara d’appalto alla ditta EGBM di Perugia, per l’importo di circa 946.000.euro, sono stati diretti dall’architetto Fabrizio Mori del comune di Campiglia.

Per l’ambiente. Un edificio di qualità, il nuovo Ciaf, anche dal punto di vista dell’innovazione tecnologica e dell’adozione di accorgimenti mirati al risparmio energetico come prevede il nuovo regolamento edilizio: impianti di riscaldamento di tipo radiante a bassa temperatura a pavimento, impianto solare termico per riscaldare e produrre acqua calda ad uso sanitario, oltre ad un impianto fotovoltaico per la produzione energetica di potenza di circa 20 KW da “rivendere” all’Enel per consentire a medio termine un risparmio notevole sulla bolletta, impianto che ha richiesto uno sforzo ulteriore da parte dell’amministrazione comunale con uno stanziamento di circa 140.000 euro. L’uso di materiali a elevato isolamento termico, i notevoli spessori delle pareti e dei solai hanno consentito all’edificio di raggiungere il limite della classe di efficienza energetica ‘A’ con valori prossimi a circa 30/31 di Epci: ovvero per il suo riscaldamento saranno sufficienti solo 3 litri di combustibile all’anno per ogni metro quadro di superficie.

Anche per l’arredo sono stati utilizzati mobili in materiali riciclabili, come sedie in alluminio e divani in plastica. Armadi e scaffali sono in legno proveniente da foreste FSC, cioè gestite in maniera corretta e responsabile secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed economici.
Per la sicurezza. Sono state attentamente distribuite le masse dell’edificio con conseguente aumento del grado di sicurezza globale che già al momento è stato calcolato con una condizione sismica ed un relativo grado di protezione sismica pari a 1,4 ovvero per “opere di importanza primaria per la protezione civile”.

La gestione dei servizi.
Tutti i servizi comunali organizzati nel Ciaf sono gestiti dalla Coop Di Vittorio che si è aggiudicata l’incarico tramite la gara d’appalto bandita dal Settore servizi sociali del comune di Campiglia l’estate scorsa.
Il nome. Dopo aver lanciato un concorso d’idee per l’intitolazione del centro, alla fine la giunta comunale ha deciso di lasciare la denominazione di fantasia già adottata nella precedente struttura “L’Arca”, semplice e capace di comunicare il senso di accoglienza e di sicurezza che i servizi contenuti hanno lo scopo di garantire.

Il programma dell’inaugurazione.
Alle 15.00 accoglienza del pubblico e degli inviati all’ingresso principale situato all’inizio del parcheggio del viale del popolo, quindi il taglio del nastro al quale seguiranno i saluti di apertura da parte del sindaco di Campiglia on. Silvia Velo e dell’assessore regionale all’Istruzione, formazione e lavoro Gianfranco Simoncini. Successivamente sarà effettuata la visita alla struttura per poi passare alla parte dei festeggiamenti con musica e spettacolo: esibizione degli allievi della Scuola di musica della Filarmonica P. Mascagni e alle 16.00 spettacolo di burattini e cantastorie di e con Alessandro Gigli “Teste di legno e storie d’ingegno”. Alle 17.30 un rinfresco a tutti i partecipanti.
Domenica 16 novembre “Ludoteca aperta…” apertura straordinaria dalle 15.00 con giochi e attività organizzate nella nuova sede della Ludoteca Arricciaspiccia.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 12.11.2008. Registrato sotto Giovani e Sapere. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 14 giorni, 21 ore, 54 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it