SUVERETO: ANCHE PIOLI SI RICANDIDA A SINDACO

Dopo quello di Piombino Anselmi e quello di San Vincenzo Biagi, anche il sindaco di Suvereto Pioli si ricandida per le elezioni 2009 a Sindaco della città.
Leggiamo insieme le motivazioni.

«Facendo seguito alla richiesta formale rivoltami dal Circolo del Partito Democratico di Suvereto di ricandidarmi alla carica di Sindaco di Suvereto in occasione delle elezioni amministrative 2009, con la presente sciolgo qualsiasi riserva e dichiaro la mia disponibilità.

Si tratta, dopo i 5 anni del primo mandato, di dare continuità al lavoro svolto. Noi abbiamo l’impressione di aver fatto un buon lavoro. Suvereto è cresciuta in questi anni, anche demograficamente, superando la soglia psicologica dei 3000 abitanti. E’ cresciuta in notorietà, diventando per certi versi un simbolo di una Toscana “minore”, ma ricchissima di potenzialità. Questo perché soprattutto è cresciuta lungo gli assi di sviluppo economico che allora avevamo individuato come portanti: l’agricoltura di eccellenza, che a visto un fenomeno straordinario di crescita quantitativa e qualitativa, nei settori del vino e dell’olio, con investimenti di grande portata, nel settore del turismo sostenibile, con un incremento dei flussi in certi momenti sorprendente.

Il centro storico è più bello, grazie ad interventi di restauro e a tanti lavori che stanno per partire; la comunità gode di servizi prima sconosciuti (palestra, asilo nido). Potrei continuare, ma è mia intenzione sottoporre ai cittadini, alle forze e sociali e politiche un vero Bilancio di Mandato a cui si cominciato a lavorare. Poi saranno naturalmente gli elettori a giudicare se il programma presentato nel 2004 è stato rispettato. I risultati ottenuti sono stati possibili grazie anche al forte inserimento di Suvereto nelle politiche di area. Abbiamo oggi un Piano Strutturale forte di un grande equilibrio tra sviluppo, tutela e valorizzazione. La grande intesa tra i sindaci della Val di Cornia, che hanno condiviso scelte anche difficili, a cui continuerò a dare il mio appoggio, ci ha permesso di rafforzare il Circondario – strumento essenziale per un piccolo comune come il nostro – e di portare a termine il Piano Strutturale, mentre continua il lavoro sul primo Regolamento Urbanistico d’Area.

Al centro della nostra azione rimane naturalmente l’obiettivo della coesione sociale della nostra comunità, presupposto di ogni politica, insieme alla vivibilità del centro storico e di tutto il territorio, collegata allo sviluppo delle infrastrutture materiali e immateriali, il mantenimento e l’implementazione dei servizi alla persona e alla cittadinanza. Parallelamente a tutto questo una forte azione di recupero e di restauro delle emergenze storiche di cui Suvereto è così ricca.

Per queste ragioni ribadisco la mia disponibilità alla candidatura di Sindaco di Suvereto che il circolo locale del nostro partito mi ha chiesto. Richiesta della quale mi sento particolarmente onorato. Inizierà ora un percorso più ampio e più partecipato possibile alla costruzione di un programma che ci permetta di dare continuità al lavoro fatto e ad affrontare le sfide che ci attendono».

Giampaolo Pioli

Sindaco di Suvereto

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 20.10.2008. Registrato sotto politica. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 23 giorni, 8 ore, 0 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it