«AUSILIO»: IL SERVIZIO GRATUITO DI SPESA A DOMICILIO

Ausilio per la Spesa è un servizio realizzato da Unicoop Tirreno che permette alle persone in difficoltà, residenti nel Comune di Piombino, di ricevere gratuitamente la spesa a domicilio.
Attivato grazie alla collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Piombino – Assessorato al Welfare e Politiche Sociali – e la rete di volontari presente sul territorio Ausilio è stato presentato durante la conferenza stampa da Gianni Anselmi Sindaco di Piombino, Anna Tempestini Assessore Welfare e Politiche Sociali, Sergio Costalli Vice Presidente e AD Unicoop Tirreno e le cinque associazioni firmatarie del protocollo d’intesa: Pubblica Assistenza di Piombino e di Riotorto, Spazio H, Auser e Associazione “Il Gabbiano”.

Ausilio è innanzitutto un progetto fatto di persone, infatti la sua attivazione è resa possibile grazie all’impegno dei soci e dipendenti Coop, dei volontari, delle persone che lavorano ai servizi socio-sanitari del territorio e delle associazioni di volontariato.

La consegna della spesa a domicilio viene effettuata da volontari che rendono disponibili a compiere questo piccolo gesto di solidarietà – che è anche un modo per combattere la solitudine – ed è riservata a persone ultra75enni che vivono sole (a Piombino sono circa 1.851 come ha dichiarato l’Assessore Tempestini); nuclei familiari composti da ultra65enni conviventi con diversamente abili o invalidi; persone temporaneamente non autosufficienti (a causa di malattia o infortunio) sole e con difficoltà familiari. Per essere inseriti nel servizio basta rivolgersi allo sportello Ausilio dei supermercati Coop di Piombino e Riotorto o richiedere il modulo di adesione presso il Comune.

“Ausilio per la spesa vuole far crescere una rete di relazioni e contatti tra persone che vivono nella stessa città – dichiara Sergio Costalli Vice Presidente di Unicoop Tirreno – E’ un servizio che nasce dallo spirito solidale tipico della cooperazione. Unicoop Tirreno è un’impresa sociale e come tale si propone per contribuire al miglioramento della qualità della vita collettiva nei territori in cui opera e alla promozione della solidarietà nei confronti dei soggetti più deboli e emarginati”. A Piombino i soci Coop sono circa 28.000.

“Vorrei esprimere tutta la soddisfazione dell’Amministrazione Comunale di Piombino – ha commentato il Sindaco Gianni Anselmi – per l’avvio di una attività così importante. Due le ragioni principali di questa soddisfazione. La prima riguarda il grande valore sociale dell’iniziativa, che va a coprire una esigenza vitale delle fasce più deboli della cittadinanza. In secondo luogo è da sottolineare come l’organizzazione e la gestione di questo servizio abbiano rappresentato un ottimo esempio di sinergia e collaborazione tra tre realtà diverse: un’ istituzione pubblica, un soggetto commerciale e sociale come Coop e le associazioni di volontariato. Mi auguro che l’iniziativa venga apprezzata e che questo tipo di collaborazione possa essere di esempio anche per altre attività”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 20.10.2008. Registrato sotto sociale. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    53 mesi, 7 giorni, 19 ore, 24 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it