TOSCANA: NASCE IL DISCIPLINARE PER LA PELLETTERIA DI QUALITA’

Sarà presentato mercoledì 11 giugno, alle ore 17, a I-Place, sede del Consorzio Centopercento Italiano, in Viuzzo del Piscetto 6/8 a Scandicci (FI), il disciplinare per la filiera della pelletteria del lusso a garanzia della qualità totale.

“Tracce sulla pelle: un nuova disciplina per la qualità totale della filiera del lusso” è il seminario organizzato dal Consorzio Centopercento Italiano durante il quale verrà illustrato l’innovativo documento destinato a regolamentare l’intero settore della pelletteria Made in Italy, a tutelare le aziende che vi operano e i consumatori che avranno la certezza delle qualità del prodotto che acquistano.

Al seminario interverranno Andrea Calistri – Presidente del Consorzio Centopercento Italiano, Rossella Ravagli – Responsabile Settore Etica Bureau Veritas e Ambrogio Brenna – Assessore alle Attività Produttive della Regione Toscana.

Tornare a riaffermare il primato del prodotto Made in Italy significa riallineare la percezione del valore sulla qualità vera, fatta di qualità materiali e immateriali, di mani esperte che lavorano alla sua realizzazione e di consumatori consapevoli delle loro motivazioni di acquisto.

Il nuovo disciplinare e’ stato messo a punto nell’ambito del FELAFIP (Fabrica Ethica Laboratorio Filiera Pelletteria) – progetto nato su proposta del Consorzio Centopercento Italiano e coordinato da Regione Toscana e Commissione Etica Regionale – e verrà portato all’attenzione di centinaia di imprese del settore della pelletteria e dei settori ad esso collegati.


I suoi obiettivi sono quelli di:


– delineare i requisiti di responsabilità sociale, economica e ambientale per le aziende operanti nel settore della pelletteria e per l’indotto;

– definire le metodologie di verifica dei suddetti requisiti;

– fornire percorsi sostenibili attraverso sistemi di gestione integrata per le microimprese toscane collocate in distretti e filiere;

– rispettare i valori sociali e umani che ogni azienda deve assicurare.

Sostenuto da Regione Toscana, Province, Comuni, Stakeholder diretti ed indiretti delle aree dove tali settori produttivi sono maggiormente radicati, il disciplinare FELAFIP vuol essere una nuova opportunità per i vari attori della filiera del lusso che vorranno aderirvi, distinguendosi cosi’ per le l! oro scel te consapevoli in termini di qualità totale, una linea precisa che va a dividere il vero dal falso, il corretto dallo scorretto, la qualità dalla non qualità e che diventa strumento strategico di affermazione nei mercati globali.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 1.6.2008. Registrato sotto Economia. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 9 giorni, 21 ore, 49 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it