NOTIZIE DALLA VAL DI CORNIA DEL 3 GENNAIO 2008

Vediamo insieme le notizie di oggi dalla Val di Cornia.

ANSELMI: GARANTIRE LE RISORSE PER LA FIORENTINA-GHIACCIONI

Abbiamo chiesto al Sindaco Anselmi di chiarire, alla luce dell’intervento dei socialisti, quale è la situazione relativa alla realizzazione della strada parco che collegherà la frazione di Fiorentina con il quartiere dei Ghiaccioni. Leggiamo insieme la risposta che ci ha dato.

«La Fiorentina-Ghiaccioni rimane un obbiettivo importante del programma elettorale che voglio rispettare – ha commentato il Sindaco Anselmi – solo che non si può finanziare con le risorse ordinarie dell’amministrazione comunale che non possono superare i 10 milioni di euro l’anno.

Quindi o si trovano fondi straordinari dalla Regione o dallo Stato per quest’opera – conclude Anselmi – oppure bisognerà, per realizzarla, discutere con i cittadini sulle modalità di copertura finanziaria di questa strada per la quale, come ho già detto nella conferenza stampa di fine anno, lo studio di fattibilità parla di 25 milioni di euro, una cifra che non può essere stanziata in modo ordinario dalle casse comunali».


ATTENZIONE METEO IN TOSCANA

Neve anche a bassa quota, fino a 200 metri, in Lunigiana e Garfagnana. Mare agitato e vento forte lungo la costa e sulle isole. La sala operativa unificata della Protezione civile della Toscana ha diramato un avviso di criticità per la giornata di oggi fino alle ore 20 di venerdì 4 gennaio.

Precipitazioni nevose anche a basse quote sono previste nelle province di Massa-Carrara, Lucca, Pistoia e in alcune zone di quella di Prato a partire dalla mezzanotte di oggi. Il picco di precipitazioni dovrebbe avvenire all’alba di domani. La perturbazione si sposterà nel corso della giornata verso est, attenuandosi. Nelle zone appenniniche orientali le nevicate riguarderanno quote dai 700 metri in su.

Lungo la costa e sulle isole è prevista criticità moderata soprattutto nella giornata di venerdì 4 gennaio. Mare agitato e vento forte creeranno qualche problema nella circolazione marittima.


SAN VINCENZO: VIA ALLA CITTADELLA DELLE ASSOCIAZIONI

Via libera della giunta comunale di San Vincenzo alla realizzazione della Cittadella delle associazioni. Sarà costruita nella zona della Cerniera e ospiterà le attività delle associazioni di San Vincenzo.

850mila euro il costo previsto per la costruzione della Cittadella delle associazioni, un edificio destinato ad ospitare le attività delle associazioni sanvincenzine. La giunta comunale ha dato dunque il via libera all’ultima rilevante opera pubblica della legislatura che sarà costruita nella zona della Cerniera, sul lato opposto al Palazzetto dello sport.

La Cittadella sarà costituita da due edifici di un solo piano ciascuno. Un edificio avrà al suo interno una grande sala, uno spazio comune da utilizzare per ogni tipo di manifestazione, da quelle gastronomiche, al ballo, alla musica, ai convegni. A fianco sorgerà invece un altro edificio con forma a L con sale più piccole che nelle intenzioni dell’Amministrazione dovranno ospitare le attività delle associazioni giovanili e degli anziani del Comune.

Proprio per illustrare il progetto, giovedì 10 gennaio alle 17 e 30 nella sala esposizioni del palazzo della cultura in piazza Mischi gli assessori alla cultura e ai lavori pubblici hanno convocato un incontro con tutte le associazioni sanvincenzine. Dopo l’approvazione da parte della giunta del progetto definitivo, adesso gli uffici comunali dovranno predisporre il progetto esecutivo e fare l’appalto per l’assegnazione dei lavori. L’obiettivo è partire con i lavori di realizzazione entro il 2008.

NUOVO ORARIO PER LO SPORTELLO TELEFONICO ASA

A partire da lunedì 7 gennaio sarà possibile contattare gli operatori del settore commerciale ASA al numero verde gratuito 800 01 03 03 (199 30 96 41 per chi chiama da telefono cellulare) dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 16.

Rispetto a prima il servizio viene, dunque, esteso anche al venerdì pomeriggio (dalle 13.30 alle 16) e viene allineato l’orario di apertura con quello degli uffici sul territorio (alle 8 anzichè alle 8.30). Sarà, quindi, ancora più facile richiedere informazioni sui servizi erogati da ASA e soprattutto svolgere da casa o dall’ufficio qualsiasi pratica, finora realizzabile solo allo sportello fisico, riguardante bollette, contratti e preventivi.

Con l’occasione si sottolinea che lo sportello telefonico riguarda esclusivamente i servizi erogati al cittadino da ASA (acquedotto, fognatura nera, depurazione). A rispondere sono direttamente gli operatori ASA, con i quali è possibile dialogare non soltanto nell’orario di apertura degli sportelli fisici presenti sul territorio (8-12 a Livorno, Cecina, Volterra, Venturina, Portoferraio).

Per quanto riguarda i canali di contatto con l’Azienda vanno ricordati anche i centralini, attivi 24 ore su 24, per la segnalazione delle emergenze tecniche: 800 139 139 per il ciclo idrico integrato nei 33 Comuni dell’Ato5); 800 417 417 per la rete gas nei 5 Comuni dove ASA gestisce la rete di distribuzione.


LA BEFANA VIEN DI GIORNO AI PARCHI VAL DI CORNIA

C’è la Befana, evviva la Befana. Un arrivo insolito per la vecchina con la scopa, tanto amata dai bambini, domenica 6 gennaio al Parco archeominerario di San Silvestro, a Campiglia Marittima.

A bordo della sua scopa, col suo sacco carico di regali e carbone, si racconterà a grandi e piccini in un palcoscenico d’eccezione, cercando di ritrovare la via d’uscita dalla galleria mineraria Lanzi-Temperino, che ha distrattamente scambiato per l’imboccatura di un camino. Un incontro inatteso, lungo la diretta Lanzi – Temperino, un chilometro e mezzo che i visitatori percorreranno a bordo di uno speciale treno minerario, e capace di regalare emozioni anche agli adulti, con il fascino della miniera dove fino a trent’anni fa lavoravano i minatori. Una speciale animazione teatrale, curata dall’attore Federico Guerri, per un viaggio sulle ali della fantasia, con partenze alle ore 15 e alle 16.

E nel parco di San Silvestro, oltre che lungo la diretta Lanzi – Temperino le fasi più recenti, e ancora vive, della storia mineraria della Val di Cornia, si scoprono anche visitando la recuperata area del Pozzo Earle, le cui strutture ospitano il museo delle macchine minerarie e della storia sociale dei minatori. Una sorta di confine temporale. Qui batte ancora il piccone e si respira la fatica di un quotidiano di dinamite, buio, polvere, paura. Sono questi gli ingredienti del più duro dei mestieri. Poi, ci si può incamminare sui sentieri e scegliere di raggiungere Rocca di San Silvestro, che sorveglia dal Mille i più importanti giacimenti di rame e di piombo argentifero della Maremma. Per informazioni e prenotazioni telefonare allo 0565226445.


PIOMBINO: APRE IL CANTIERE DI PIAZZA DELLA COSTITUZIONE

Da martedì 8 gennaio apre il cantiere che cambierà il volto di piazza della Costituzione. Ad eseguire la riqualificazione dei giardini sarà l’associazione di imprese costituita dalle ditte Del Moro e Ciprianetti di Soriano nel Cimino (Viterbo), che si sono aggiudicate la gara promossa dal Comune. Costo complessivo dell’operazione 660 mila euro. I lavori, che si protrarranno per 250 giorni circa, non interferiranno con la viabilità della piazza, che per tutto il periodo non subirà modifiche.

L’apertura del cantiere sarà preceduta inoltre dal trasferimento delle testuggini presenti nel giardino nel Centro di recupero fauna selvatica (Cras) del WWF di Ronchi a Massa Carrara, prevista nella mattina di lunedì. Un’operazione gestita insieme al Wwf locale, con il quale è stato concordata anche la rimozione di sei pini da piazza della Costituzione e la loro piantumazione nella riserva naturale oasi Orti Bottagone, dove potranno essere utilizzati come posatoi per piccioni e piattaforme per il falco pescatore. Nella nuova piazza, in sostituzione dei pini, saranno piantate altre essenze arboree ad alto fusto e a foglia caduca.

I nuovi giardini avranno poi una suddivisione più razionale degli spazi, in modo che i bambini possano giocare tra loro senza disturbare gli anziani seduti sulle panchine. In un angolo sarà costruito un piccolo anfiteatro, dove potranno svolgersi attività di animazione per i più piccoli, mentre sono esclusi spettacoli canori o altre iniziative che possano creare disturbo alle abitazioni vicine. Al posto degli attuali ruscelli sarà realizzata una vasca unica lunga 16 metri e mezzo e larga 5, dotata di tre gradoni sui quali scorrerà l’acqua. La parte centrale sarà riservata ai giochi per bambini con una pavimentazione antitrauma, mentre sul limitare delle varie aree saranno installate panchine, un’adeguata illuminazione, cestini per i rifiuti e distributori di palette per i cani. Al posto della terra battuta ci sarà l’erba, in modo da dare un decoro maggiore all’intera piazza.


PIOMBINO: ICI, ACCERTAMENTI PER I FABBRICATI CHE HANNO PERSO I REQUISITI DI RURALITÀ

Gli edifici rustici che si trovano nelle zone di campagna sono spesso classificati in catasto come fabbricati rurali, cioè immobili posti al servizio delle attività agricole ed esenti dalle imposte, visto che il loro reddito si considera compreso in quello del terreno di cui sono al servizio. In particolare il regime fiscale agevolato vale solo per i fabbricati posseduti dagli agricoltori che abbiamo i titoli indicati dal Ministero delle Finanze.

Entro il 30 novembre scorso i proprietari di fabbricati rurali che non avevano più i requisiti per l’esenzione dalle imposte sui redditi e dall’Ici hanno dovuto presento una dichiarazione per il censimento nel catasto dei fabbricati. Nel corso degli anni un fabbricato rurale può essere stato acquistato o ereditato da chi agricoltore non è e, magari, che ha inteso utilizzarlo come seconda casa. Perciò non è possibile mantenere la qualità di ruralità ed è stato necessario regolarizzare la situazione catastale e fiscale.

Nelle scorse settimane l’ufficio tributi del Comune di Piombino ha notificato ai contribuenti 979 avvisi di accertamento, relativamente agli anni d’imposta dal 2001 al 2006, per i fabbricati che hanno perso appunto tali i requisiti e per l’ammontare di 218 mila euro.
A partire dal giorno venerdì 4 gennaio l’ufficio tributi è a disposizione del pubblico il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9.30 alle 13.30 e il mercoledì dalle 15 alle 17, per quei contribuenti che vogliano chiarimenti o rettifiche di errori e per mettersi così in regola entro i 60 giorni previsti dal ricevimento dell’accertamento.

L’assessore al bilancio e alle politiche fiscali, Massimo Giuliani invita “tutti i cittadini che abbiano ricevuto un accertamento a presentarsi serenamente presso l’ufficio del Comune per verificare la propria posizione e far luce anche su possibili inesattezze commesse involontariamente dall’amministrazione nel fare i necessari riscontri tra le diverse banche dati.” L’assessore Giuliani fa presente inoltre che grazie ad un nuovo regolamento approvato dal Consiglio Comunale di Piombino il 27 novembre scorso e relativo all’accertamento delle entrate tributarie è possibile anche richiedere dilazioni per rendere più agevole il pagamento del dovuto. In particolare, per i debiti di natura tributaria, su specifica domanda e con il versamento degli interessi, possono essere richieste dilazioni e rateazioni per una durata massima di 30 mesi e, per alcune categorie di contribuenti, senza limiti di importo minimo (a partire dai 50 euro a rata).

Per chi non rientra nelle condizioni reddituali per la concessione di ulteriore detrazione Ici sono possibili dilazioni per importi superiori a 500 euro, con una rata mensile non inferiore a 100 euro, dopo aver versato inizialmente il 10% dell’importo complessivamente dovuto. Il nuovo regolamento comunale dà anche la possibilità ai contribuenti piombinesi di utilizzare moderni sistemi per il pagamento quali bonifici, giroconti, accreditamenti, assegni bancari e carte di credito di istituti convenzionati. E, nei limiti consentiti dagli strumenti informatici utilizzati dal Comune, il funzionario responsabile del tributo può disporre compensazioni fra crediti e debiti riferiti ad annualità diverse in capo ad un medesimo contribuente ed in relazione allo stesso tributo.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 3.1.2008. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    41 mesi, 4 giorni, 17 ore, 14 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it