NOTIZIE DALLA VAL DI CORNIA DEL 24 NOVEMBRE 2007

Vediamo le notizie di oggi dalla Val di Cornia.

NO FANGHI: DOPO GLI ACCORDI BALNEARI, QUELLI NATALIZI?

Riportiamo integralmente una riflessione del comitato NO FANGHI riguardo le recenti notizie di due accordi paraleli per le bonifiche piombinesi.

«Ci risiamo! Dopo il tentativo di Ferragosto, bloccato anche dalla mobilitazione del Comitato No Fanghi, si profila un nuovo accordo sui rifiuti di Bagnoli sotto le feste di Natale. Per ora siamo ancora alle parole, probabilmente tirate fuori ad arte per inquinare la imminente discussione consiliare sull’ammissibilità del referendum. Atti ufficiali infatti non ce ne sono. Sappiamo solo che il vecchio accordo, strenuamente difeso per mesi da Sindaco e partito democratico, non è accettabile, come non è accettabile il trasporto di due milioni di metri cubi di rifiuti industriali contaminati da Bagnoli a Piombino.

Così si approfitterà della disattenzione dei cittadini impegnati per le festività per approvare dei documenti che comunque prevedono l’arrivo a Piombino dei fanghi di Bagnoli. Alla faccia del nuovo percorso partecipativo e della nuova legge regionale sulla partecipazione.

Si prevede un accordo sostanzialmente uguale al precedente, ma collegato ad un altro che prevede impegni (in realtà chiacchiere e non fatti) per la bonifica del nostro territorio peraltro con la logica dei due tempi che Piombino ha già conosciuto svariate volte a cominciare dal protocollo del 1999.

Si cerca di far digerire un’operazione di malgoverno, di sperpero di soldi pubblici, di pericolo per il trasporto di due milioni di metri cubi di rifiuti contaminati da Bagnoli a Piombino, con una ipotesi, da verificare solo successivamente, di risanamento e smaltimento dei rifiuti accumulati a Piombino come se le due cose fossero compatibili e non contrapposte.

Le bonifiche e il risanamento di Piombino dovranno essere al centro di ogni nuova iniziativa senza essere la contropartita all’accoglimento di rifiuti esterni.
A Piombino ci sono cumuli per almeno 10 milioni di tonnellate, nella zona della Val di Cornia e dintorni ne vengono prodotti e accumulati impropriamente altri milioni. Sbandierare come viene fatto che l’arrivo dei fanghi di bagnoli è legato allo smaltimento di questi, alle bonifiche e quindi al riutilizzo delle aree inquinate e il rilancio dell’occupazione industriale è una presa in giro della popolazione. Casomai è il contrario di tutto questo, l’arrivo dei fanghi di Bagnoli impedirebbe invece proprio lo smaltimento dei nostri rifiuti. Si profila invece una truffa in cui ci si accorda per una prima fase in cui si ricevono i rifiuti altrui e una seconda fase in cui si prendono vaghi impegni per smaltire i nostri, senza tempi certi e certa destinazione.

Se e quando ci sarà un nuovo vero progetto, sarà necessario che venga presentato prima di tutto al Consiglio comunale e alla cittadinanza di Piombino e del comprensorio, aprendo stavolta un vero processo di corretta informazione e di partecipazione democratica, senza forzature né propaganda.

Intanto, il Comune ammetta democraticamente il referendum sull’ipotesi dell’arrivo dei fanghi. Invitiamo i cittadini ad essere presenti martedì 27 alle ore 9,30 davanti al Comune per manifestare il dissenso verso questa operazione e sostenere la richiesta di un referendum che l’amministrazione vorrebbe negare».

Comitato No Fanghi

PIOMBINO: DA SABATO SI BALLA AL CENTRO GIOVANI

Si chiama “Other Side” ed è la versione invernale Giòdisc, l’iniziativa rivolta ai ragazzi e sperimentata da luglio a settembre al Centro Giovani, come momento di aggregazione per chi vuole ascoltare musica e ballare in un ambiente gradevole e tranquillo.

Visto il notevole successo e la grande affluenza di ragazzi nelle serate estive, l’amministrazione comunale ha pensato di riproporre l’esperienza iniziando da sabato 24 novembre, dalle 22 fino all’una di notte. Tre aperture serali (il sabato) e due pomeridiane (la domenica), per ritrovarsi in un luogo frequentato da molti giovani.

Ci sarà musica house, dance, hip hop, revival con DJ Evo, DJ Giampa, DJ L, DJ Layer-B. Questo il calendario delle aperture, programmate, per ora, fino a Natale: sabato 24 novembre, ore 22 – 01, domenica 2 dicembre, ore 16 – 20, sabato 8 dicembre, ore 22 – 01, domenica 16 dicembre ore 16-20, sabato 22 dicembre, ore 22 – 01. L’ingresso e gratuito e sarà attivo il servizio bar.
Per informazioni: Centro Giovani, viale della Resistenza 4 tel. 0565 225093


MARTINI: «PER LA TIRRENICA PRIMO RISULTATO POSITIVO»

«Un primo risultato positivo è stato raggiunto, dopo anni di polemiche inconcludenti. Adesso che l’esame del progetto è iniziato dobbiamo continuare ad impegnarci perché prosegua e si concluda nel più breve tempo possibile».

Questo il commento del presidente della Regione Toscana, Claudio Martini, in seguito alla riunione del Cipe che ha avviato, attraverso una comunicazione del ministro Di Pietro, il percorso di esame del progetto preliminare per il completamento dell’autostrada tirrenica nel tratto Rosignano-Civitavecchia.

Alla riunione di stamani, presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, erano presenti il presidente Romano Prodi, i ministri competenti, l’assessore alle infrastrutture della Regione Toscana, Riccardo Conti, e l’assessore ai lavori pubblici della Regione Lazio, Bruno Astorre.

Il Cipe ha deciso di procedere rapidamente agli approfondimenti necessari per poter esprimere il proprio parere nei prossimi mesi, anche tramite i lavori di un tavolo tecnico, costituito dai ministri rappresentanti del Cipe e dalle due Regioni interessate.

«Esprimo la mia soddisfazione – ha commentato l’assessore Conti – perché il Cipe affronta la questione dell’autostrada tirrenica, opera strategica per lo Stato e la Regione, nei tempi da noi richiesti».


LA CIVILTÀ ROMANA IN SARDEGNA E IN TOSCANA

Appuntamento con l’archeologia domenica 25 novembre al Castello. L’associazione culturale sarda “I quattro Mori”, in collaborazione con il comune di Piombino, con l’associazione archeologica piombinese e con il patrocinio della Regione Sardeghna, della Federazione associazioni sarde in Italia, della provincia di Livorno e del Banco di Sardegna, organizza infatti un convegno dal titolo “Civiltà romana in Sardegna e in Toscana”, che si svolgerà nella sala conferenze del castello a partire dalle ore 16.

Un pomeriggio di approfondimento con esperti del settore e sui rapporti tra culture mediterranee. Dopo la presentazione di Pablo Gorini dell’associazione archeologica piombinese, sono previsti infatti interventi di Carlo Tronchetti, già direttore del museo archeologico nazionale di Cagliari, di Donatella Salvi, archeologa e collaboratrice della Soprintendenza archeologica di Cagliari e Oristano, di Carolina Megale, archeologa dell’università di Pisa che parlerà dei risultati delle recenti indagini su Populonia romana.

Al termine della conferenza sarà offerta una degustazione di specialità della Sardegna.
Per informazioni ufficio cultura comune di Piombino, tel. 0565 63296; associazione culturale sarda “Quattro Mori”, borgo Cappuccini 275, Livorno tel. 0565 812588 email: 4morilivorno@tiscali.it.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 24.11.2007. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 0 giorni, 4 ore, 37 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it