NOTIZIE DALLA VAL DI CORNIA DEL 30 DICEMBRE 2006

Vediamo insieme le notizie di oggi dalla Val di Cornia.


Premi su: Leggi Tutto…


NUOVI ESERCIZI PUBBLICI A SUVERETO: SOLO SE C’E’ LA QUALITA’

Il Comune di Suvereto si adegua al decreto Bersani in materia di ristoranti. Nel Consiglio Comunale, convocato per il 29 dicembre, viene presentata una delibera, che detta le norme in materia di apertura di nuovi esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, che punta tutta sulla qualità e sul legame con le produzioni di eccellenza del territorio di Suvereto e della Val di Cornia.

Il provvedimento in sostanza elimina ogni criterio numerico e di contingentamento delle licenze ma introduce criteri nuovi e tutti basati sulla qualità e sull’uso prevalente di prodotti locali. Le nuove domande otterranno infatti il punteggio necessario per la concessione se risponderanno a criteri di professionalità ( esperienza nel settore, partecipazione a corsi di formazione nel settore dell’alimentazione e della somministrazione, ecc.), a criteri di qualità (superficie di somministrazione di almeno mq.1,5 per ogni posto a sedere, servizi igienici per i clienti aggiuntivi rispetto a quelli previsti per norma, uso di prodotti dell’agricoltura biologica, apertura di almeno 300 giorni l’anno,ecc.) e, infine, criteri di legame con le produzioni del territorio (carta dei vini e degli oli con almeno il 50% prodotto da aziende suveretane e almeno il 25% prodotto da aziende della Val di Cornia; menu con prevalenza di piatti tipici toscani e indicazioni sull’abbinamento con vini e oli di Suvereto e della Val di Cornia; carta tradotta in almeno una lingua straniera; personale in grado di presentare e illustrare i prodotti del territorio; spazi espositivi per materiale promozionale della Val di Cornia; coerenza tra struttura, arredi e contesto del luogo). Durante il lavoro di approntamento della nuova normativa, realizzato tenendo conto delle indicazioni degli uffici regionali preposti e dell’ANCI, l’amministrazione è andata al confronto con le organizzazioni di categoria competenti (commercio e artigianato), che non hanno nascosto le loro perplessità riguardo all’abolizione di criteri numerici e quantitativi.

“Con questo provvedimento – ha affermato l’assessore Luigi Laniccio – accogliamo lo spirito del decreto Bersani, ma introduciamo elementi di regolazione basati sulla qualità professionale, sulla capacità di accoglienza e sul legame, che riteniamo fondamentale, con le produzioni di qualità e di eccellenza del nostro territorio. Il contrario di una liberalizzazione selvaggia. Le nuove norme non possono essere retroattive, contiamo che abbiano però un effetto di traino sulle attività esistenti, spingendole ad adeguarsi sempre di più ai nuovi standard”.

Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Giampaolo Pioli: “Questo atto contiene, nel suo spirito, il modello di sviluppo economico che vogliamo per Suvereto: qualità, gastronomia tipica, legame con le produzioni del territorio. Suvereto deve fare dei suoi vini, dei suoi oli, della capacità di accoglienza, della bellezza del suo borgo e del suo paesaggio il motore della sua capacità di attrazione. Questa è la vocazione che gli assegnano anche gli strumenti di pianificazione come il piano strutturale e in nostro impegno è svilupparla al massimo, non solo per noi, ma per tutto il territorio della Val di Cornia, che deve trovare da noi una cassa di amplificazione delle sue bellezze e delle sue qualità. Per farlo c’è bisogno di coraggio e di aria nuova, rompendo schemi di pura conservazione dell’esistente”.


PIOMBINO: CONCORSO PER L’ASSUNZIONE DI UN LAUREATO IN GIURISPRUDENZA

Il Comune di Piombino bandisce, da venerdì 29 dicembre, un concorso pubblico per titoli ed esami per l’assunzione di 1 istruttore direttivo cat. D1. Al concorso sono ammessi tutti i cittadini che abbiano compiuto il 18° anno di età in possesso del diploma di laurea in Giurisprudenza (primo e secondo livello). Chi intende partecipare deve far pervenire al Servizio Personale e Organizzazione la domanda di ammissione, in carta libera e firmata, entro le ore 12,00 del 29 gennaio 2007.

Alla domanda dovranno essere allegati la ricevuta attestante il versamento della tassa di concorso di 5,16 euro, una copia fotostatica non autenticata di un documento di identità personale valido.
Le prove d’esame, a cui saranno invitati a partecipare i candidati ammessi, consisteranno in due prove scritte e una orale. La prima prova scritta, a carattere teorico, prevede una preparazione specifica in materia ambientale con particolare riferimento alla normativa sui rifiuti e bonifiche, sull’inquinamento atmosferico, acustico ed elettromagnetico, sulle norme a tutela dei corpi idrici, acque di balneazione e disciplina degli scarichi, in materia di parchi e aree naturali protette, di valutazione di impatto ambientale e di valutazione ambientale strategica, di gestione del demanio marittimo, normativa nazionale e regionale in materia di prevenzione del randagismo e tutela degli animali, principi costituzionali e comunitari in materia ambientale, elementi di diritto amministrativo con particolare riferimento alla legislazione in materia di enti locali, al procedimento amministrativo, alla redazione degli atti e al diritto di accesso, elementi di diritto penale con particolare riferimento ai reati ambientali. La seconda a carattere teorico-pratico, prevede l’impostazione e la redazione di un atto amministrativo complesso avente ad oggetto le materie previste per la prova teorica; la prova orale riguarderà le materie della prova scritta teorica e la conoscenza di una lingua straniera.

Il bando di concorso, con il facsimile della domanda, è pubblicato sul sito Internet del Comune all’indirizzo www.comune.piombino.li.it.
Per informazioni, Servizio Personale e Organizzazione, tel. 0565 63226.


LA MOSTRA FOTOGRAFICA DI CHITI AL CASTELLO FINO AL 7 GENNAIO

Continua al Castello di Piombino, fino a domenica 7 gennaio, la mostra “Ritratti piombinesi” di Renzo Chini, critico e maestro del linguaggio fotografico, vissuto a Piombino per gran parte della sua vita. Le immagini esposte, realizzate tra il 1981 e il 1983, sono accompagnate da testi e commenti dell’autore definiti da Chini stesso “diari di bordo”, appunti sui luoghi e i personaggi ritratti, pubblicati anche nel catalogo della mostra edito da Bandecchi & Vivaldi di Pontedera.
Un omaggio alle diverse anime di Piombino, una scoperta dei diversi profili umani e sociali, nei molteplici ambienti di vita e di lavoro.

Renzo Chini, 1920-1998, nasce a Calci e si trasferisce a Piombino negli anni Trenta come insegnante elementare. Oltre che di fotografia, si interessa di letteratura, cinema, linguistica e psicologia. Nel corso della sua vita incontra numerosi personaggi della cultura e dell’arte, come Ando Gilardi, con il quale fonda nel 1971 la rivista di avanguardia Photo13, e Cesare Zavattini. E proprio da un lavoro precedentemente concordato con Zavattini nacque il volume “Piombino 1955/56” presentato a Piombino in occasione di un convegno di studi sulla classe operaia, nel 1998, come reportage di testimonianze di piombinesi durante gli anni di crisi della Magona.

Negli anni Settanta, con Pino Bertelli, gira alcuni documentari critici sui fenomeni socio-culturali dell’epoca. Collabora con varie pubblicazioni fotografiche e, in particolare, con AFT (Archivio fotografico toscano) e Fotologia (edizioni Alinari) fin dalla sua nascita. Frattanto tiene occasionali corsi di fotografia e ha rapporti di studio con il Centre of Creative Photography dell’Università di Arizona, con il Centro della comunicazione del comune della Spezia e, saltuariamente, con altre istituzioni interessate alla conoscenza del medium fotografico.Ha in avanzata preparazione un Dizionario fotografico complementare: Parole per fare e dire le immagini e un lavoro intitolato Prove di fotologia. Tra le sue pubblicazioni sono da ricordare “Il linguaggio fotografico” e “Storia, tecnica e critica della fotografia”. La mostra è visitabile tutti i giorni, lunedì escluso, dalle 16,30 alle 19,30, Castello di Piombino.

CAMPIGLIA: CAPODANNO AL CONCORDI CON VIVALDI E DEBUSSY

Nell’ambito della stagione musicale del teatro comunale dei Concordi “Concordimusica e dintorni” organizzata dal Comune di Campiglia Marittima in collaborazione con il Teatro dell’Aglio e con il contributo dei comuni di Suvereto e San Vincenzo, si terrà lunedì 1 gennaio 2007 il “Concerto di Capodanno” proposto dall’associazione Neapolis di Campiglia. In scena, al pianoforte, Edoardo Berlendis con l’esecuzione di musiche da Vivaldi a Debussy. Appunatmento alle 17.30. Ingresso libero.

Il musicista è nato a Bergamo da una famiglia di lunga tradizione musicale. Studia pianoforte col M° Rio Nardi e ottiene il diploma col massimo dei voti. Vince due borse di studio e due diplomi di merito ai Corsi internazionali di Pianoforte tenuti dal M.° Orazio Frugoni. Fonda a Firenze il gruppo “Nuova Creatività” col M° Alvaro Company e altri artisti. Ha insegnato pianoforte principale alla Scuola di Musica di Prato fino al 2004 e, attualmente, insegna alla Scuola di Musica di Pistoia. Tiene periodicamente corsi di pianoforte all’Ausbury College di Lexington (U.S.A.) e ha insegnato a Maysville (Ohio-U.S.A.) e al Thomas More College (Cincinnati U.S.A.)
La sua attività concertistica lo ha portato, oltre che in Italia, anche in Germania, Inghilterra, Israele e Stati Uniti, riscuotendo calorosi successi di pubblico e di critica. Edoardo Berlendis è attualmente “Artist in residence” a Lexington (U.S.A.).

Programma:
Antonio Vivaldi – Adagio in Re minore.
Trascrizione per clavicembalo di J. S. Bach
Johann Sebastian Bach – Fantasia cromatica e fuga in Re minore
Wolfgang Amadeus Mozart – Sonata in Fa maggiore KV 322
Wolfgang Amadeus Mozart – Sonata in Re minore KV 397
Claude Debussy – Suite Bergamasque
Claude Debussy – Estampes.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 30.12.2006. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 9 giorni, 23 ore, 8 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it