NOTIZIE DALLA VAL DI CORNIA DEL 31 OTTOBRE 2006

Vediamo insieme quali sono le notizie di oggi dalla Val di Cornia.
Premi su: Leggi Tutto…

ANCHE A PIOMBINO ARRIVA HALLOWEEN

Festa di Halloween anche a Piombino con alcuni appuntamenti per grandi e piccini per le vie del centro che la sera sarà illuminato a festa, per un evento che anche se non appartiene minimamente alla nostra tradizione, di anno in anno si sta trasformando in un carnevale invernale.

Si inizia con una grande festa per i bambini in corso Italia dalle 16 alle 19.30, con uno spettacolo di burattini “Chi è Jack Scheletro” in Corso Italia angolo via Ferrer. A seguire partenza de “La caccia ai fantasmi”. Arrivo in piazza Gramsci con un altro spettacolo dei burattini, tiro alla fune, salto coi sacchi e giochi. Fine della manifestazione in fondo alla zona pedonale di corso Italia (spettacolo dei burattini “Il mondo di Halloween”). Nei negozi aderenti giochi e “dolcetto o scherzetto” con pacchetti di dolci per i bambini.


SOCIETÀ PARTECIPATE, PIÙ TRASPARENZA E PIÙ CONTROLLI CON IL COMUNE

Un regolamento per il controllo delle società partecipate dal comune di Piombino. E’ stato approvato nel consiglio comunale con i voti favorevoli della maggioranza, l’astensione di Rifondazione e Verdi, il voto contrario di AN e di Lista Civica.

L’obiettivo principale del regolamento è quello di disciplinare il processo di verifica e di controllo sia per le società che gestiscono servizi pubblici affidati, sia per le società che sono comunque partecipate dal Comune indipendentemente dalla quota di partecipazione, garantendo trasparenza e apertura all’esterno. Le norme approvate si estendono quindi ad Asiu, Tap, Atm, Cevalco, società Parchi della Val di Cornia, Asa. Il documento si compone di nove articoli che esplicitano tempi e modi con i quali i consigli di amministrazione delle aziende devono comunicare all’amministrazione comunale atti e relazioni sulla loro attività.

Entro il 15 novembre di ciascun anno le società dovranno trasmettere la proposta di piano operativo annuale per l’anno successivo, redatta nel rispetto degli indirizzi ricevuti e corredata di relazione. Ogni sei mesi, entro il 10 agosto di ogni anno, dovranno inviare una relazione illustrativa sullo stato patrimoniale e sul conto economico relativa all’attività svolta nel primo semestre dell’anno, corredata da una relazione sull’andamento della società e sullo stato di avanzamento degli investimenti programmati, evidenziando gli scostamenti rispetto al precedente piano. I collegi sindacali delle società, inoltre, dovranno trasmettere trimestralmente copia dei verbali delle loro adunanze. L’amministrazione comunale si impegna poi trasmettere una copia della documentazione ricevuta ai capigruppo del consiglio comunale per opportuna conoscenza. Le commissioni consiliari potranno comunque acquisire per mezzo del sindaco o di un suo delegato gli atti o i documenti relativi all’attività delle società e potranno convocare altresì il presidente del consiglio di amministrazione per richiedere eventuali informazioni e chiarimenti.

“Sulle partecipate vogliamo intervenire riservando una giusta attenzione ai servizi, riducendo i compensi, i numeri dei consiglieri e stabilendo un tetto massimo di durata degli incarichi che non dovrà superare le due legislature (dieci anni) come per i sindaci; la spesa per ogni consiglio d’amministrazione non dovrà superare inoltre i 50 mila euro – ha detto il sindaco Anselmi nel suo intervento conclusivo e dilungandosi anche sulla situazione delle società partecipate dal comune di Piombino. Sulla società patrimoniale, il cui statuto è stato approvato recentemente, faremo un ulteriore passaggio con il sindacato. Il suo obiettivo, comunque, è quello di valorizzare il patrimonio del comune e non certo quello di eludere l’Iva, come qualcuno ha detto. Con la patrimoniale, infatti, l’Iva può essere scaricata, cosa che il Comune non può fare e che viene richiesta da anni dalle autonomie locali. In questo modo non facciamo alcun danno all’erario, semmai evitiamo di fare danni ai cittadini.”


PIOMBINO: SEMINARIO SUL MARKETING AL CIRCONDARIO

Cos’è il marketing? Cosa significa adottare la filosofia del marketing nell’impresa? Quali sono le strategie di marketing da intraprendere? Cos’è il marketing-mix? Quale è il concetto di nuovo prodotto? Quali sono i metodi di determinazione dei prezzi? Quali sono le tecniche di comunicazione nell’ambito del marketing?

La Provincia di Livorno, nell’ambito del “servizio impresa” svolto presso i Centri per l’Impiego, organizza un seminario in materia di marketing, nel quale saranno analizzati: la natura ed evoluzione del concetto di marketing, l’attività dell’impresa che abbraccia la filosofia del marketing ed il suo ambito applicativo, gli elementi del marketing-mix (prodotto, prezzo, distribuzione e comunicazione), la pianificazione dell’attività di marketing ed il sistema formativo dell’impresa. Il seminario si terrà, con la consulenza del Bic di Livorno, martedì 31 ottobre, dalle 10 alle 13, al Centro per l’Impiego di Piombino, viale della Resistenza 4. Il seminario è gratuito.

CONVEGNO A PIOMBINO SULLA SOCIETA’ DELLA SALUTE

Si è svolto venerdì 27 ottobre a Piombino presso la sala congressi dell’Hotel Phalesia il convegno sulla Società della Salute. Si è parlato in particolare del P.I.S.( Piano Integrato di Salute), che costituisce lo strumento di programmazione, a valenza intersettoriale, socio-sanitaria e di zona-distretto.

IL PIS tiene conto della programmazione e degli atti fondamentali di indirizzo regionale e comunale, prevedendo interazione con gli altri enti pubblici interessati, con le strutture di assistenza delle organizzazioni di volontariato e delle associazioni di promozione sociale, della cooperazione sociale e del terzo settore.
I principali settori individuati su cui agire principalmente riguardano l’ambiente, gli infortuni sul lavoro le politiche per i giovani, per la salute mentale e per gli anziani e miglioramento dell’accessibilità ai percorsi dei cittadini nei servizi. Il presidente della società della salute zona Val di Cornia ha evidenziato l’importanza di puntare sulla qualità complessiva della città e del territorio coinvolgendo le persone dei settori interessati affinché tutti gli obbiettivi preposti si realizzino al meglio.

Hanno illustrato la “costruzione” del PIS Dino Franceschini, Direttore società della salute zona Val di Cornia, Donatella Pagliacci Responsabile U.F. Distrettuale, Neda Caroti Responsabile U.F. Assistenza Sociale e Assunta Astorino Presidente Consulta del Terzo settore.
Dopo l’illustrazione del Piano molti sono stati gli interventi da parte del pubblico tra questi Stefania Nunes della Funzione Pubblica della CGIL che ha precisato il fatto che ci sono stati dei ritardi da parte del sindacato nell’approvazione perché le indicazioni sul percorso non erano chiare, inoltre sarebbe importante pensare alle strutture pubbliche che, secondo lei , sono ormai fatiscenti. Inoltre è intervenuta Maria Cristina Gentiloni, per conto di Samarcanda, che ha definito le problematiche degli immigrati nel nostro Paese tra le quali l’incomprensione linguistica che si manifesta soprattutto nel momento nella compilazione della modulistica.

A conclusione dell’iniziativa è intervenuto L’Assessore alla Sanità della Regione Toscana Enrico Rossi che ha sottolineato l’importanza della presenza del medico di famiglia all’interno del Piano e la necessità di riorganizzare i servizi senza penalizzare la qualità di nessun aspetto.


PIOMBINO: LEGAMBIENTE FAVOREVOLE ALLA ZTL IN CENTRO

Legambiente è favorevole all’allargamento della zona a traffico limitato ZTL nel centro storico di Piombino ed esprime apprezzamento verso questa iniziativa dell’Amministrazione Comunale.

Ricordiamo che sono passati 15 anni da quando è stato ipotizzato dall’amministrazione di allora di allargare ad alcune strade della zona di Marina questa restrittiva organizzazione del traffico.

Poi alcune associazioni di categoria e forze politiche hanno protestato e non si è fatto più niente.

Anche questa volta, prima ancora di sapere con precisione la regolamentazione di questa ZTL le proteste non sono mancate.

Non vogliamo che sia ripercorsa la vicenda come nel passato, per questo crediamo occorra che questo progetto sia pensato e vissuto non come una cosa solo tecnica di calcolo dei flussi di traffico, del numero di parcheggi e degli orari dei permessi.

Occorre che questa giunta dimostri la propria capacità e volontà di amministrare con la partecipazione dei cittadini.

La città non è abitata da numeri ma da persone che hanno esigenze diverse che nell’insieme sono complesse, quindi per gestire bene una operazione di allargamento di ZTL occorre ascoltare i problemi che possono esprimere i cittadini e capire le diverse percezioni di questi.

Occorre attivare questa partecipazione prima che sia definito il progetto, altrimenti si avrà l’impressione che la partecipazione sia solo un modo per far digerire alla gente una decisione presa.

Si possono intanto illustrare gli studi e le valutazioni che sono state fatte e intanto ascoltare chi ha da dire delle cose.

Gli strumenti a disposizione non mancano, esiste la Circoscrizione che può essere attivata, per questo occorrerebbe che l’assessorato al decentramento si interessasse ad organizzare delle assemblee pubbliche. Occorre che sia chiaro a tutti che la cosa si costruisce non solo con il consenso ma con il contributo di molti, di chi abita o opera nel quartiere e che quindi conosce aspetti che possono sfuggire al tecnico comunale o all’assessore.

In questi anni è sorto anche un comitato di cittadini del centro che ha organizzato iniziative, protestato e fatto proposte sui problemi dei residenti, spesso queste proteste e proposte sono rimaste inascoltate e in genere la politica non riesce a comprendere come le opinioni di semplici cittadini, possano essere preziose.

Partiamo dal problema della zona a traffico limitato per cambiare.


LUCCHINI: GLI AUGURI DI RIFONDAZIONE AL GIOVANE OPERAIO INFORTUNATO

Il circolo Prc “Guevara” di Follonica si unisce ai familiari e a tutti i lavoratori delle acciaierie di Piombino, e a quanti hanno a cuore la sicurezza e la dignità del lavoro, innanzi tutto per esprimere a Roberto Bolognesi gli auguri più affettuosi di una perfetta guarigione, come pure ai 5 operai intossicati nell’area Tioxide di Scarlino.

«In secondo luogo, Rifondazione comunista sottolinea questa sorta di gemellaggio operaio del Golfo, che nei sessanta del novecento vide gli addetti alla storica fonderia follonichese trasferirsi a Piombino e ancora oggi registra il pendolarismo quotidiano di numerosi lavoratori dalle Colline Metallifere alle fabbriche piombinesi e della costa».

Infine, conclude Rifondazione, la lunga, validissima tradizione operaia dell’Alta Maremma insegna che la prevenzione resta la via maestra contro gli infortuni. E che la lotta per lavorare meno e lavorare tutti, contro i ritmi stressanti, gli appalti a cascata – in una parola, lo sfruttamento – resta la migliore prevenzione».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 31.10.2006. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    41 mesi, 4 giorni, 18 ore, 35 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it