NOTIZIE DALLA VAL DI CORNIA DEL 20 SETTEMBRE 2006

Vediamo insieme le notizie di oggi dalla Val di Cornia del 20 settembre.
Premi su: Leggi Tutto…

VENTURINA: GRANDE INTERESSE PER IL LIBRO DI PIPPO RUSSO

Presentato al Calidario dalle Associazioni AttivArci – Rete Radiè Resch e Ciao Enrico di Venturina, ha destato interesse ad un’attenta platea di intervenuti, il libro del sociologo Pippo Russo “Il mio nome è Nedo Ludi”. Ado Grilli introducendo l’iniziativa ha spiegato le ragioni che hanno spinto le Associazioni ad organizzare l’iniziativa.”

La storia ha una chiave che mette al centro l’uomo e sta interamente nel percorso di solidarietà e del guardare con attenzione l’altro, delle tre associazioni- ha detto. Nedo Ludi rappresenta le molteplici difficoltà che nella società moderna molti trovano anche nel loro posto di lavoro dove, spesso, non conta la persona e la propria professionalità ma il sistema nel quale l’individuo è inserito e dove è facilmente interscambiabile”. Sollecitato dalla giornalista Maria Antonietta Schiavina, Pippo Russo, aiutato dall’allenatore di calcio Paolo Stringara, ha efficacemente illustrato il contenuto del libro.

Una storia stralunata e malinconica. Una galleria di personaggi grotteschi, pronti a mettere in gioco tutto tranne la dignità. Animato da suggestioni luddiste, dal mito della rivolta dell’uomo contro la macchina industriale, Nedo, stopper messo da parte all’apice della sua carriera, organizza una congiura contro il calcio a Zona. Sullo sfondo, l’appuntamento con la Storia per un’Italia alla ricerca di una vetrina internazionale come potenza economica di prima grandezza: i Mondiali di Italia ’90. Una vicenda che forse non è mai accaduta, o forse sì. Con un finale che è una trappola per il lettore.
Molte le copie vendute dalla libreria Bancarella ( presso la quale è possibile trovare il libro ) presente all’iniziativa svolta sull’ospitale terrazza del laghetto “Il Calidario”.


SAN VINCENZO: VENERDÌ 22 SETTEMBRE PULIAMO IL MONDO

Appuntamento con la pulizia delle spiagge a San Vincenzo venerdì 22 settembre dalle 9.30 a 12. Anche quest’anno, infatti, il Comune ha aderito all’ invito di Legambiente ad aderire all’iniziativa Puliamo il mondo che ogni anno coinvolge in particolare i ragazzi delle scuole in iniziative di pulizia di spiagge e mare.

A San Vincenzo i ragazzi della I e III B delle scuole medie saranno impegnati dunque nella pulizia del tratto di costa compreso tra il fosso del Renaiole e il residence Euroturist, compreso il parco di via della Tridentina. Al termine della mattinata il Comune offrirà a tutti un rinfresco.


SAN VINCENZO: GIORNATA DELLO SPORT E FUOCHI D’ARTIFICIO

Un’intera giornata dedicata allo sport e alle numerose discipline praticate nelle associazioni sportive sanvincenzine. E’ la Giornata dello sport, l’iniziativa in programma per l’intera giornata del 23 settembre al velodromo di San Carlo, promossa dall’assessorato allo sport del Comune di San Vincenzo, dalla Provincia di Livorno e dal CONI provinciale, in collaborazione con il Gruppo Ciclismo su pista di San Carlo.

La manifestazione intende valorizzare e promuovere il vasto tessuto associativo che conta a San Vincenzo circa 30 associazioni, e arriva al termine di una stagione di eventi e appuntamenti sportivi di grande rilievo.

Si inizia dunque alla 9 con la pedalata in mountain bike e si prosegue per l’intera giornata con la gimkana in vespa, esibizioni di rugby, calcio, pallavolo, tiro con l’arco, spinning per poi chiudere alle 22.30 con i fuochi d’artificio. Saranno allestiti degli stand nei quali le associazioni sportive partecipanti potranno promuovere la loro attività e i visitatori potranno in concreto provare le loro abilità sportive. Due le premiazioni previste, ai dirigenti, atleti e tecnici delle varie associazioni sportive che si sono distinte nel corso dell’anno, e il premio alla carriera assegnato a una personalità sportiva legata a San Vincenzo e contrassegnata da una carriera di successo. All’interno del Velodromo funzionerà anche un punto ristoro con panini e carne alla brace curato dal Gruppo ciclistico di San Carlo. Ci saranno anche due momenti di spettacolo, la mattina con l’esibizione della Banda Cittadina e la sera alle 21.30 con il cabarettista Consalvo Noberini, tornato a San Carlo a grande richiesta dopo il successo dello spettacolo di questa estate.


PIOMBINO: KASLAN ADOTTATO DA UNA SCUOLA DI EMPOLI

La Scuola Media Vanghetti di Empoli ha adottato Kaslan come libro di lettura per l’anno scolastico 2006/2007, il primo libro di Aldo Zelli.

Questa notizia cade proprio nei dieci anni dalla morte del grande scrittore piombinese. La prima edizione di Kaslan risale al 1966 per i tipi della Casa Editrice L’Ariete di Milano. È il primo lavoro di ampio respiro di Aldo Zelli ed è stato scritto tra il 1958 e il 1961. La storia di Kaslan prende spunto da un episodio dell’infanzia di Zelli.

Il bambino Junes e il suo dromedario Kaslan (che in arabo significa pigro) sono esistiti davvero. Junes era un compagno di scuola che si presentava sempre in groppa al suo dromedario. Ed è vero anche che il dromedario attendeva il padrone all’uscita e che spesso i ragazzi riuscivano a scrutarlo dalle finestre. Tutto il resto è fantasia. La storia del dromedario intelligente che segue il regolare corso scolastico e si diploma brillantemente sino a diventare famoso, suscitando l’attenzione di fotografi e giornalisti di mezzo mondo, è una trovata geniale e divertente che anticipa il drammatico distacco del dromedario dalla sua terra e dalla madre. Il valore letterario ed educativo di una fiaba come Kaslan resta ancora oggi immutato, non fosse altro per le parti di autentica poesia che Zelli inserisce in un contesto allegro e spensierato.

Importante anche l’ispirazione religiosa, una costante che ritroveremo sempre, come non mancheranno mai i protagonisti tratti dal mondo animale inquadrati come creature di Dio. In tempi di “Piccoli Brividi” per bambini e fiabe senza né capo e né coda che non si capisce dove vogliono andare a parare non ci pare davvero poco.


PIOMBINO: VISITE GUIDATE ALLA CAPPELLA DI CITTADELLA E AL RIVELLINO

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, promosse dal Ministero dei beni e delle attività culturali, il comune di Piombino organizza due visite guidate ai monumenti della città restaurati recentemente: la cappella della Madonna di Cittadella sabato 23 settembre e il Rivellino domenica 24 settembre , con inizio ore 16,30.

Obiettivi della manifestazione sono rendere facilmente percebili, da parte dei cittadini, le radici comuni della propria cultura attraverso la valorizzazione del patrimonio, e promuovere un rapporto più confidenziale con la propria storia e i beni culturali del territorio. La cappella quattrocentesca di Cittadella, vero e proprio santuario per la celebrazione del culto mariano è stata inaugurata lo scorso 6 settembre e riaperta al culto in occasione della ricorrenza della natività della Madonna.

La visita guidata sarà condotta dall’architetto Agostino Carpo, direttore dei lavori del restauro promosso e sostenuto dalla Diocesi di Massa Marittima e Piombino e dalla Parrocchia e Convento dei Frati Francescani in sinergia con il comune. Il restauro ha riportato alla luce importanti segni della stratificazione storico-artistica avvenuta in passato. Soprattutto nella parte absidale, dove era già ampiamente noto come l’altare non fosse coevo all’edificazione ma posteriore, da ambito lucchese, sono state riportati alla luce affreschi inediti inediti di notevole qualità artistica e grande interesse storico. La visita sarà dunque un’occasione importante per conoscere e per riappropriarsi di un parte importante della storia e alle tradizioni culturali della città.La visita al Rivellino, invece, antica fortezza di Piombino, sarà effettuata dalla cooperativa IdeArte.

Per l’occasione saranno aperti gli spalti e i camminamenti superiori, e questo renderà possibile visitare una parte del monumento solitamente non accessibile per motivi di sicurezza.Per poter partecipare alle visite, che sono gratuite, è necessario prenotarsi presso l’ufficio beni culturali del comune, telefonando al numero 0565 63220 tutte le mattine, sabato e domenica esclusi, dalle 8,30 alle 13,30 e il mercoledì pomeriggio dalle 15,00 alle 17,30. E’ possibile anche inviare una mail al seguente indirizzo: tghini@comune.piombino.li.it

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 20.9.2006. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 14 giorni, 19 ore, 44 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it