NOTIZIE DALLA VAL DI CORNIA DEL 1° AGOSTO 2006

Vediamo insieme le notizie di oggi dalla Val di Cornia.
Premi su: Leggi Tutto…

UNA STORIA DI CROCIATI AL PARCO DI SAN SILVESTRO

“Il vano amore di Clorinda guerriera musulmana e di Tancredi prece cristiano” è il titolo dello spettacolo che si presenterà nel Parco di San Silvestro mercoledì 2 agosto alle ore 17.30 nell’ambito di Spettacolazione 2006.

Lo spettacolo, liberamente tratto da “Gerusalemme liberata” di Torquato Tasso è stato scritto e interpretato dall’attore e one-man-show, Paolo Panaro.
La trama, molto romantica e coinvolgente, ci presenta un incontro – scontro fra due culture, due religioni e due modi diversi di vivere. Un argomento che possiamo definire “di cronaca” ieri come oggi.

La storia comincia con Goffredo di Buglione che con il principe crociato Tancredi si lancia alla conquista di Gerusalemme, in mezzo di queste battaglie, Tancredi s’innamora dalla bell’armigera musulmana Clorinda.
Goffredo attacca le mura della città con potenti macchine d’assedio e l’avrebbe espugnata se non fosse giunto il tramonto. Nel cuore della note, un guerriero pagano, uscito di nascosto dalla città, appicca il fuoco alle macchine di guerra. Tancredi ingaggia con lo sconosciuto un terribile duello. Il principe cristiano ha la meglio e in punto di morte il cavaliere musulmano gli chiede di essere battezzato. Tancredi, gli toglie l’elmo e alle prime luci dell’alba scopre che il suo rivale altri non è che Clorinda la guerriera di cui era follemente innamorato.

Il prossimo appuntamento con Spettacolazione è previsto giovedì 3 agosto alle ore 21.30 nel Teatro dei Concordi di Campiglia Marittima con l’opera di teatro “La rabbia nel cuore”
Per informazioni rivolgersi al botteghino del Teatro dei Concordi tel. 0565-837028.


VENTURINA: RETE FOGNARIA, PROBLEMI REALI MA CIRCOSCRITTI

“Il problema delle fognature a Venturina, rilevato dalla stampa nei giorni scorsi con dichiarazioni di alcuni cittadini è reale e serio, ma circoscritto, ed è già stato affrontato dall’amministrazione comunale, nell’ambito di un monitoraggio complessivo della rete fognaria in gestione ad ASA, con la stessa società in un incontro svoltosi il 29 giugno del quale anche la stampa locale ha dato notizia”. E’ quanto afferma il sindaco di Campiglia Silvia Velo.

L’amministrazione comunale, letto l’articolo apparso su Il Tirreno di domenica, ha chiesto all’ASA se dall’incontro citato a questi giorni si siano verificati problemi sulle fognature ed ha chiesto di rispettare scrupolosamente il programma di manutenzioni concordato, nonché di procedere con i controlli sulla correttezza degli allacci per i quali il Comune ha messo a disposizione di ASA circa 5.400,00 euro.

Non è inutile ripetere per chiarire l’argomento, che il sistema fognario del comune di Campiglia è del tipo a “fognature separate” cioè la rete di smaltimento delle acque chiare (piovane) è separato dalla rete di smaltimento delle acque nere (scarichi domestici). Questo sistema richiede una maggiore attenzione nella gestione dei reflui urbani in quanto tra le due reti non devono esserci commistioni e sono illeciti tutti quegli scarichi domestici che si allacciano, magari solo per errore, alle acque chiare.

In alcune zone del paese (area di via Gorizia e via Trieste ed altre segnalate dai cittadini anche nelle recenti assemblee del bilancio partecipativo) per la vetustà e le caratteristiche costruttive e ambientali, si evidenziano problemi di ristagno a causa di depositi lungo le tubazioni e la presenza di tratti con pozzetti di sfioro tra le fognature delle acque nere e le acque chiare.
Per intervenire in modo efficace sono state individuate le seguenti azioni. In primo luogo Asa concentra la sua manutenzione preventiva (pulizia periodica ) nei punti critici citati e in tutti gli altri individuati grazie al monitoraggio svolto insieme ai tecnici comunali. Inoltre il comune ha affidato ad ASA, in convenzione, i controlli e le verifiche di corretto allacciamento delle abitazioni alla rete fognaria nera e chiara. In tal senso, è utile ricordare ai cittadini che ogni errato collegamento che si dovesse trovare durante i controlli degli incaricarti dal Comune, dovrà essere obbligatoriamente sanzionato a norma di legge. Il Comune invita pertanto i cittadini a verificare la correttezza degli allacci alla rete fognaria e, nel dubbio, rivolgersi ad ASA (dietro corresponsione di una quota minima prevista dalla carte dei servizi dell’Ato 5 Toscana) in modo da avere la certezza del corretto allaccio o, altrimenti, provvedere a rettificarlo, per non incorrere in sanzioni e per rispetto del buon funzionamento dello smaltimento reflui.


IL CONSIGLIO COMUNALE DI CAMPIGLIA ADOTTA IL PIANO STRUTTURALE

Il Consiglio comunale di Campiglia ha approvato nella seduta del 31 luglio l’adozione del piano strutturale d’area che interessa i comuni di Campiglia Marittima, Piombino e Suvereto. Il piano è stato illustrato dall’assessore all’urbanistica Rossana Soffritti e dal dirigente del settore assetto del territorio e dell’ufficio di piano, l’architetto Alessandro Grassi coadiuvato dall’architetto Annalisa Giorgetti.

Ormai noti pubblicamente i contenuti del piano che regoleranno lo sviluppo territoriale della Val di Cornia almeno per i prossimi 15 anni, ci soffermiamo sulle dichiarazioni di voto di maggioranza e opposizione. Unico intervento a nome della Casa delle Libertà quello del Consigliere Michele Ruggiero che ha motivato l’astensione dell’opposizione con una condivisione sostanziale degli indirizzi di pianificazione. Ruggiero ha sottolineato il ritardo con cui si è arrivati all’adozione – prevista per marzo – poi ha parlato di “indirizzi condivisibili” e in particolare del valore positivo espresso da “un dimensionamento abitativo ragionevole, blocco della tipologia extralberghiera come risposta alla crescita turistica di qualità, forte impulso allo sviluppo del terziario”.

Sono intervenuti i consiglieri di maggioranza Giampaolo Barabaschi (Socialisti Italiani) che ha definito l’atto in approvazione il più importante della legislatura ed ha ripercorso le principali tappe della pianificazione della Val di Cornia; ha infine auspicato che la positiva decisione di costruire alberghi trovi riscontro in tempi non troppo lunghi in programmi d’investimento imprenditoriale. Poi è stata la volta della consigliera Benedetta Bernardini (La Margherita), che ha guardato con particolare favore alle risposte previste per le situazioni urbanistiche degradate, e ha plaudito allo stop delle seconde case ed alla gestione razionale dello sfruttamento delle risorse turistiche. Infine è intervenuto il capogruppo della coalizione di maggioranza Uniti per Campiglia, Renzo Casini (Democratici di Sinistra), che si è unito ai ringraziamenti allo staff tecnico degli uffici comunali che mai come in questo piano si è fatto portatore nelle necessità del territorio, ed ha poi apprezzato la volontà di recuperare le aree critiche, di non aumentare l’occupazione del suolo e ha espresso un giudizio complessivamente positivo sul piano strutturale che, ha detto, darà garanzie per uno sviluppo ottimale per i prossimi 15 anni. Infine è tornata a prendere la parola il sindaco Silvia Velo, ringraziando tutti i consiglieri per il contributo portato alla discussione a partire dai tempi di avvio del percorso.

Inoltre ha commentato “L’astensione dell’opposizione e la dichiarazione di voto con la condivisione degli indirizzi del Piano, senza ovviamente disconoscere il ruolo e la responsabilità della maggioranza, rende l’amministrazione comunale più forte nel tradurre in pratica, con la prossima delicata fase di estensione del regolamento urbanistico, gli indirizzi espressi dal piano strutturale. Sarà, infatti, in occasione di tale regolamento – ha proseguito il sindaco – che si possono prevedere da parte di molti soggetti, legittime manifestazioni di interessi privati, i quali dovranno essere gestiti e confrontati con il bene pubblico che è lo scopo del nostro lavoro”.


CIRCONDARIO: UN ARCHIVIO CARTOGRAFICO DELLA VAL DI CORNIA

Al via la costruzione dell’archivio territoriale consultabile via web per la pubblicazione della cartografia, composta da elementi base quali: le mappe catastali con i relativi dati censuari, la carta tecnica regionale, il sistema dell’edificato, delle strade e la numerazione civica per l’intero territorio della Val di Cornia.

E’ questo, in sintesi, il progetto realizzato dall’ufficio SIT e cartografia del Circondario della Val di Cornia, gestito in maniera associata dai Comuni che fanno parte dell’ente sovracomunale. L’obiettivo principale del progetto è fare in modo che le amministrazioni locali ed i cittadini possano accedere tramite internet ad una serie di informazioni che riguardano il proprio territorio, conoscendo nei dettagli le caratteristiche della propria zona fino ad arrivare alla propria abitazione.

Nella fase di costruzione degli archivi ci si concentrerà soprattutto sui sistemi edificati (comprendenti le abitazioni, gli edifici industriali e terziari, con i manufatti accessori), le aree di circolazione e la numerazione civica, al fine di ottenere una serie di dati precisi, aggiornati ed aggiornabili in maniera coordinata per tutto il territorio del Circondario.
Il Circondario della Val di Cornia procederà inoltre alla digitalizzazione delle mappe catastali, grazie alla collaborazione con l’Agenzia del Territorio, in base ad un protocollo d’intesa in corso di stipula.

L’utilizzo di tutti i dati, cosi raccolti ed organizzati, permetterà anche l’integrazione dello strumento cartografico con i piani urbanistici in via di definizione. L’attività di supporto alle attività di pianificazione e programmazione del territorio è, infatti, uno dei compiti dell’ufficio associato del SIT e cartografia, insieme all’individuazione e raccolta di una serie di dati riferiti alle risorse essenziali del territorio ed alla creazione ed aggiornamento degli archivi derivanti dalle procedure e dagli atti amministrativi.
Grazie all’ufficio associato SIT e cartografia singoli cittadini ed amministrazioni comunali della Val di Cornia potranno approfondire la conoscenza del territorio ed iniziare, con fatti concreti, a superare i confini comunali, dando il via ad una costante innovazione tecnologica che semplifichi i procedimenti amministrativi.


SUVERETO: DUE SERATE DI GRANDE JAZZ AL CHIOSTRO

Il grande Jazz approda nella fascinosa cornice del Chiostro di San Francesco a Suvereto. Organizzate dall’Ente Musicale Filarmonica Giacomo Puccini e dall’Assessorato alla Cultura, le due serate vedono scendere in campo alcuni dei più qualificati musicisti jazz del panorama italiano.

Si comincia mercoledì 2, alle 21,30, con il trio di Ermanno Maria Signorelli, chitarrista di grande sensibilità, capace di dispiegare le incredibili potenzialità della chitarra classica nel fraseggio jazzistico, con una precisione, una pulizia, ma anche un calore tutto mediterraneo, che sorpresero i non pochi appassionati che lo seguirono già l’anno scorso a Suvereto in una memorabile serata. Un progetto interamente acustico, di grande intimità e di ampio respiro, in una successione di composizioni originali e di brani tratti dal repertorio jazzistico.

Il suono del legno della Chitarra classica, del Contrabbasso e della Batteria, si fondono nell’idea di una “grande madre” culturale che unisce le nostre radici musicali a quelle del nord Europa e del Nuovo Mondo.
Seconda serata giovedì 3 agosto, sempre alle 21, 30 con il ritorno gradito e atteso dagli amanti del jazz di Giuliano Perin, uno dei maggiori vibrafonisti del panorama internazionale, che presenta il progetto “Flexibility” – che dà il nome all’ultimo CD del musicista veneto -, con una fomazione di grande prestigio: Marcello Tonolo al pianoforte, Luciano Milanese al contrabbasso e Massimo Chiarella alla batteria. Musicista dal fraseggio elegante e fluido, dal tocco morbido ed elegante, dall’andamento rilassato e swingante, Giuliano Perin ha lavorato e suonato negli Stati Uniti con i maggiori interpreti di questo strumento, il vibrafono, dalle grandi capacità evocative.

La sua presenza nel programma suveretano Suverart è una sorta di “a grande richiesta”, dopo che nell’estate 2005 incantò, sempre nel chiostro, appassionati di jazz e musicofili da tutta la Val di Cornia e presenti tra i numerosi ospiti estivi del territorio. Magia che si rinnoverà puntualmente giovedì 3 alle ore 21,30.


ELBA: INIZIATO A MARCIANA MARINA IL CAMPIONATO EUROPEO L’EQUIPE DI VELA

Marciana Marina, 31 agosto 2006 – Con la regata di prova, disputata a Procchio in occasione della 8a edizione del Trofeo Città di Marciana, si è aperto ufficialmente al Circolo della Vela Marciana Marina il Campionato Europeo L’Equipe, l’imbarcazione riservata agli equipaggi di età compresa fra i 12 e i 16 anni.

Una cinquantina le imbarcazioni che partecipano alla manifestazione che assegnerà il titolo continentale: nella prova disputata con un vento di maestrale di 10-13 nodi di intensità si sono già avute le prime indicazioni a proposito del livello degli equipaggi in gara, provenienti, oltre che dal nostro paese anche da Francia, Spagna, Portogallo e Polonia.
Migliore fra tutti è stato l’equipaggio francese Berthier/Andreys che di misura ha battuto l’equipaggio triestino formato da Andrea Fragiacomo e Alessandro Savio e gli spagnoli Sanchez/Banez rispettivamente secondi e terzi della classifica.
Entro i primi dieci della classifica anche numerosi equipaggi italiani: al quarto posto i ventimigliesi Alessandro Ghiri e Valentino Bruno; al quinto i ventimigliesi Andrea Bonomo e Tommaso Beatrici; al settimo gli imperiesi Nicolò Rivera e Alessandro Bonaldo, che nell’edizione 2005 dell’Europeo disputato in Portogallo conquistarono la piazza d’onore e che nello stesso anno vinsero il titolo italiano; all’ottavo i sanremesi le loanesi Jessica Conti e Lucrezia Sugliano; al nono Daniele Ricci e Luca Antognoli da Castelfusano; al decimo i loanesi Nicolò Telese e Jacopo Ferraro.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 1.8.2006. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 14 giorni, 10 ore, 31 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it