NOTIZIE BREVI DALLA VAL DI CORNIA DEL 10 FEBBRAIO 2006

Molte notizie nelle brevi di oggi: la protesta degli animalisti per le stragi di cani in Romania; incontri sulla sicurezza sul lavoro a Piombino; la celebrazione della “Giornata del Ricordo” della tragedia delle Foibe; e la nascita del Forum degli eletti DS in Val di Cornia.
Premi su: Leggi Tutto…

PIOMBINO: L’UFFICIO ANIMALI CONTRO LA STRAGE DI CANI IN ROMANIA

L’Ufficio per i Diritti degli animali del comune aderisce alla campagna di sensibilizzazione lanciata dall’Enpa contro la strage di cani a Bucarest. Con una lettera indirizzata all’Ambasciata di Romania in Italia, che ogni cittadino può firmare recandosi direttamente all’ufficio diritti degli animali, si chiede di fermare immediatamente il massacro delle migliaia di cani uccisi per le strade o nei canili in Romania, in seguito alla morte del presidente dell’associazione rumeno-giapponese, morso da un cane di fronte al palazzo del Governo.

Non è la prima volta che in quel Paese si verifica una carneficina simile a danno dei cani. Già cinque anni fa l’attuale presidente, allora sindaco di Bucarest, aveva “risolto” il problema del randagismo mettendo in atto un autentico massacro. Animalisti di tutta Europa si stanno mobilitando per cercare di intervenire. L’Ufficio per i diritti degli animali del comune di Piombino, una volta raccolte le firme, provvederà ad inviare le lettere all’ambasciata della Romania a Roma.

L’Ufficio Diritti Animali, che ha sede presso il palazzo comunale di via Ferruccio, è aperto tutte le mattine dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13,30 e il mercoledì pomeriggio dalle 15,30 alle 15,30, tel. 0565 63356.


PIOMBINO: INCONTRI SULLA SICUREZZA SUL LAVORO

Salute e sicurezza sui luoghi di lavoro. Su questi temi l’amministrazione comunale sta per avviare un percorso di incontri con le aziende che operano sul territorio, con le associazioni e con i sindacati, per fare il quadro dello stato generale relativo alla sicurezza.

“Un percorso che non vuole rilevare semplicemente i dati statistici – spiega l’assessore competente Andrea Fanetti – ma che ha l’obiettivo di definire le azioni più urgenti da adottare in questo campo, in un reciproco scambio di conoscenze e competenze tra i diversi soggetti. E’ noto che il Comune non ha poteri di intervento in materia ma è nell’interesse collettivo promuovere azioni e iniziative volte a costruire una cultura della prevenzione, considerando non solo la grande industria, ma tutto il mondo del lavoro”.
Il numero di telefono grigio per denunciare rischi per la sicurezza sul lavoro è 800 064393.


IL COMUNE DI SAN VINCENZO CELEBRA «LA GIORNATA DEL RICORDO»

Bandiere a mezz’asta per l’intera giornata di oggi 10 febbraio in segno di commemorazione. Il Comune di San Vincenzo si associa così, con questo gesto simbolico, alla “Giornata nazionale del ricordo”, istituita per ricordare la deportazione degli italiani della Venezia Giulia alla fine della seconda guerra mondiale e la tragedia delle foibe.

Il sindaco Biagi ci tiene a ricordare le parole introduttive della proposta di legge che portò all’istituzione del 10 febbraio come Giornata nazionale di ricordo dell’Esodo. “Alla fine della seconda guerra mondiale un’intera parte d’Italia, al suo confine orientale, fu disintegrata, in larga misura svuotata di un popolo e di una cultura. Da lì partirono gli esuli istriani, fiumani e dalmati, dispersi ora in tante comunità nelle città italiane, e in altri Paesi.

Bisogna ricordare l’esodo e bisogna conservare e tramandare la memoria delle sofferenze degli italiani della Venezia Giulia alla fine della seconda guerra mondiale.”


VAL DI CORNIA: NASCE IL FORUM DEGLI ELETTI DS

Tutti gli eletti DS chiamati a raccolta in un forum, un luogo di discussione e confronto unitario e largo sui temi del territorio. Nascerà con questo obiettivo di prospettiva, lunedì 13 febbraio alle ore 21 presso la sala al piano terra del palazzo della cultura a San Vincenzo, il forum degli eletti e delle elette dei DS della Val di Cornia.

L’iniziativa, che ricalca quella nazionale del partito, vuole creare uno spazio di discussione sui temi locali che coinvolga di più e meglio gli eletti a tutti li livelli, non solo i sindaci o gli amministratori con ruoli di rilievo, ma anche i semplici consiglieri comunali. Un lavoro importante e dall’indiscutibile valore democratico, se si pensa che nelle fila dei DS della Val di Cornia sono eletti oltre un centinaio di persone. Le prossime elezioni politiche, inoltre, introducono un secondo obiettivo del forum: quello di coinvolgere attivamente nella campagna elettorale le rappresentanze istituzionali del partito e valorizzare l’esperienza locale quale contributo al programma nazionale dell’Unione.

Gli eletti nelle liste DS in Val di Cornia sono un piccolo esercito e costituiscono più di un terzo dei rappresentanti di tutti i partiti nei consigli comunali. Una presenza istituzionale importante conseguenza dei risultati elettorali che confermano la Quercia in media oltre il 40% in Val di Cornia. Dunque oltre ai quattro sindaci di Piombino, Campiglia, San Vincenzo e Suvereto di estrazione diessina, i DS contano complessivamente 37 consiglieri comunali, alcuni dei quali svolgono anche il ruolo di assessore.

Fa eccezione Piombino, l’unico comune al di sopra dei 30000 abitanti dove per legge chi va a ricoprire la carica di assessore deve dimettersi da consigliere. Perciò ai 37 consiglieri dei quali 16 solo a Piombino, vanno aggiunti i 4 assessori della giunta piombinese. Saranno dunque tra sindaci, assessori e consiglieri 48 gli eletti diessini che daranno vita al forum di lunedì prossimo. Ai rappresentanti nei comuni, infatti, vanno aggiunti i tre eletti a rappresentare la Val di Cornia in Provincia: l’assessore provinciale Rocco Garufo, e i due consiglieri provinciali Lara Redditi e Mario Giannullo.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 10.2.2006. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 10 giorni, 15 ore, 15 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it