UDC: «PIAZZA MANZONI UNA (TRISTE) STORIA INFINITA»

Il cantiere del polo culturale in Piazza Manzoni

Piazza Manzoni fotografata il 23 gennaio scorso

Piazza Manzoni fotografata il 23 gennaio scorso

Piombino (LI) – Piazza Manzoni è il principale punto panoramico della città, la terrazza sull’arcipelago e sull’Elba, la porta di accesso per il museo archeologico e per piazza della Cittadella. Nonostante questo da ormai un decennio non ha pace, e tra cantieri per lavori mai consegnati (quello della nuova biblioteca) e l’inesistente cura del verde, è ormai biglietto da visita sì, ma del degrado nel quale è precipitata questa città. Pubblichiamo integralmente la nota inviataci dall’UDC.

_____________________________

«Il maltempo dei giorni scorsi ha prodotto questa situazione in piazza Manzoni, uno dei luoghi piu’ ameni di Piombino. Gli eventi atmosferici sono imprevedibili, ma l’accaduto ci pone una serie di quesiti sul cantiere oramai abbandonato da alcuni mesi.

Il cantiere del polo culturale in P. Manzoni ieri

I lavori di ristrutturazione dell’edificio in questione (la nuova biblioteca, ndr.) sono inziati diversi anni fa, ma non se ne vede la fine. Il progetto prevedeva l’insediamento del “polo culturale”, fiore all’occhiello della passata amministrazione. Peraltro, tale lunghissimo percorso ha pesato fortemente in termini economici sulla comunita’ e sta creando disagi agli abitanti della zona. Ha influito anche sul bilancio e sulla logistica di una delle piu’ antiche associazioni di servizi sanitari e sociali del territorio adiacente alla struttura in questione, che ha dovuto rimpiazzare e ristrutturare i locali della propria sede originaria.

l’avvio del ripristino a metà novembre 2015

Piazza Manzoni e’ una delle realta’ locali turisticamente piu’ attrattive sono il profilo culturale per la vicinanza del polo museale cittadino e con un panorama mozzafiato. Purtroppo per questioni “particolari” tempo fa e’ stata colpita duramente da una frana che per un lungo periodo non ha permesso la piena fruibilita’ del belvedere. Non dimentichiamo lo stravolgimento che ha subito per la costruzione di un parcheggio sotterraneo a pochi metri di distanza dalla ripa nel periodo precedente alla frana stessa. Insomma, una piazza vessata da cause “accidentali”, ma con risvolti legati a scelte amministrative che ne hanno complicato l’assetto.

Di risposte l’amministrazione in merito ne ha date molte, ma il dato di fatto e’ che oggi vi e’ un cantiere chiuso ed un’ opera incompiuta. A questo punto servirebbero scelte definitive. Se non vi sono soldi per portare a termine i lavori, deve essere fatta una scelta diversa modificando la destinazione d’uso e l’intervento urbanistico. Cosi’ non puo’ andare, nel pieno rispetto dei residenti, dei luoghi di culto e commiato limitrofi, dei cittadini e dei turisti che vogliono godere da piazza Manzoni il meraviglioso scenario dell’arcipelago toscano».

Luigi Coppola
Segretario Provinciale UDC Livorno

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 30.1.2018. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    14 mesi, 17 giorni, 16 ore, 13 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it