TIEMME: ASPETTARE A TESSERE LE LODI, LA GARA NON E’ CONCLUSA

autobusIl Presidente di Tiemme Massimo Roncucci, la società che gestisce anche il trasporto pubblico in Val di Cornia oltre che ad Arezzo, Siena e Grosseto,  sull’appalto per i bus in tutta la regione, ricorda al governatore Enrico Rossi che la gara che momentaneamente affida il servizio di TPL alla società “Autolinee Toscane” (della francese Ratp) non è ancora conclusa.

«Aspetti di concludere il lavoro che la Commissione deve fare nell’esaminare i 19 punti dell’offerta per arrivare all’assegnazione provvisoria, senza tessere le lodi di uno dei concorrenti. La gara non è chiusa» perché, ci tiene a specificare il presidente di Tiemme, vanno ancora verificati tutti i requisiti prima dell’affidamento provvisorio.

«La regione Toscana pensi a fare la sua parte e a pagare quanto è dovuto alle aziende di Tpl in Toscana, altrimenti è difficile far quadrare i conti. Tiemme, azienda che presiedo, ha i bilanci in ordine così come le altre realtà toscane che hanno intrapreso rigidi percorsi di rientro. Rossi eviti affermazioni demagogiche e non rispondenti alla realtà, sia sul numero che sullo stato delle imprese. Se non saranno pagati gli oltre 20 milioni di euro che come Tiemme ci spettano dalla Regione siamo pronti ad applicare gli interessi di mora» ha detto Massimo Roncucci, presidente di Tiemme.

«Rossi, invece, dovrebbe apprezzare l’atteggiamento responsabile delle aziende toscane pubbliche e private, che hanno anticipato ingenti risorse per pagare gli investimenti sul parco mezzi, ricevendo dalla Regione solo una piccolissima parte di quanto li spetta. Altro che carrozzoni! Stiamo facendo di fatto la banca alla Regione, avendo anticipato la quota del contributo regionale per pagare i costruttori degli autobus».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 17.10.2015. Registrato sotto Foto, sociale, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    15 mesi, 22 giorni, 4 ore, 1 minuto fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it