NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 20 MAGGIO 2015

M5S: «ANSELMI E CECCHI SCRIVONO E DICONO DA TUTTE LE PARTI»

Riceviamo e pubblichiamo integralmente da Irene Pecchia Candidata Consigliere per la Regione Toscana del Movimento Cinque Stelle.

“Vorrei esprimere tutto il mio sconcerto per quanto i candidati regionali piddini… Anselmi e Michela Cecchi – dice Irene Pecchia, Candidata Consigliera Regionale M5s residente qui in Valdicornia – scrivono e dicono da tutte le parti. A sentir loro, sembra che gli Amministratori PD in Regione hanno finora fatto un buon lavoro e che ”stanno costruendo le basi per difendere l’occupazione e rilanciare lo sviluppo“. Ma quale film stanno guardando? – continua Irene Pecchia – Non lo vedono che le Amministratori PD non ne hanno imbroccata una nemmeno per sbaglio?

Con i soldi in mano non sono riusciti a fare la bonifica a Piombino, colonna portante del loro stesso Programma; hanno cominciato l’ampliamento del porto per ospitare la Concordia ma il porto è ancora da finire e la nave è andata a Genova; non ce l’hanno fatta a tenere sulla pista giusta i conti ASIU, che ora ha un sacco di problemi; nessuno ha ancora capito – incalza Irene Pecchia – che ne sarà della ex-Lucchini, nè del destino dei lavoratori; appoggiano la TAV che costa un miliardo di euro ma non terminano la 398, molto meno costosa e sicuramente più utile; non riescono a far tornare i conti ASA ed usano per l’ennesima volta la facile arma dell’aumento delle tariffe; hanno chiuso 16 ASL, vogliono i grandi ospedali e chiudere quelli piccoli tipo quello di Cecina. Non parliamo, poi – continua la Candidata Consigliera – dei problemi mai affrontati, tipo le discariche abusive delle quali stiamo facendo un censimento”

“Quando saremo in Regione – conclude Irene Pecchia – non faremo sconti a nessuno. Apriremo tutti fascicoli e denunceremo, carte alla mano, tutte le violazioni di Legge passate e in itinere, chiedendo conto di esse a chi le ha perpetrate. Porteremo, secondo il nostro metodo, la volontà condivisa dei cittadini nelle Istituzioni, che sanno decidere con saggezza cosa fare del loro territorio e della loro vita. Non tollereremo più i comportamenti irrispettosi degli Amministratori verso coloro i quali pagano anche, con le tasse, i loro stipendi, tipo quello dei Sindaci della Valdicornia che nemmeno hanno sentito il dovere di informare preventivamente i residenti sul come, il dove e il quando sarebbero arrivati i profughi da ospitare.

Irene Pecchia

__________________

LEGAMBIENTE: QUALI LE REALI GARANZIE DI CEVITAL

Piombino (LI) – Riceviamo e pubblichiamo integralmente da Adriano Bruschi.

«Nel caso della cessione di un’azienda considerata strategica, il piano industriale redatto da chi acquista non può essere una carta d’intenti con tante promesse d’investimenti, cronologie e relativa occupazione, ma serve a verificare se quelle promesse possono essere rispettate.

Insomma il piano industriale non è una garanzia che quegli investimenti si facciano, ma che siano fattibili, che il progetto stia in piedi e quindi vi sia una speranza; per questo deve contenere i conti sulla redditività dei prodotti e le analisi di mercato con previsioni temporali che dimostrino che il progetto è renumerativo, che gli investimenti si ammortizzano in un tempo congruo.

E’ alquanto strano che questo piano non sia reso pubblico ma sia raccontato sinteticamente da un quotidiano e le varie personalità istituzionali o della politica che ne sono in possesso neghino di divulgarlo.

Inoltre un piano del genere dovrebbe essere verificato dal governo, attraverso una struttura tecnica incaricata, che esprima un parere formale di congruità dei conti e analisi di mercato espressi. Questa verifica è stata fatta? E’ in corso di elaborazione o ci sarà solo un parere generico del governo?

Dato che questo piano industriale è stato consegnato alle istituzioni pubbliche ai vari livelli compresa l’amministrazione regionale Toscana e comunale di Piombino, questi rappresentanti, potrebbero spiegare meglio i contenuti? Nonostante la pubblicazione delle sintesi sulla stampa tante domande rimangono senza una risposta:

–  Quale dettagliata gamma di prodotti uscirà dallo stabilimento di Piombino? Per quale mercato?

–  Quale redditività avranno i prodotti? Sono stati presentati studi di mercato che dimostrino la possibilità di commercializzazione nell’arco di un numero di anni sufficiente ad ammortizzare gli investimenti?

– L’impianto per il preridotto verrà fatto? Se è no, quali considerazioni e conti spiegano questa scelta? Quali previsioni si fanno sul mercato del rottame?

– Quanti investimenti sono previsti per la ricerca e l’innovazione di processo e di prodotto?

Ma soprattutto, quali garanzie ci sono che questo piano venga attuato? E’ prevista una fideiussione che garantisce la prosecuzione della marcia dei treni finitori per due anni; tutto qui? Non ci sono altre garanzie? Dopo due anni teoricamente Cevital potrebbe chiudere la siderurgia e mandare tutti a casa?

Non è possibile allungare la durata di questa o di altre fideiussioni o trovare altre garanzie? Esiste una clausola di risoluzione del contratto di cessione in caso di abbandono della siderurgia? Dobbiamo semplicemente fidarci della grande azienda, della sua capacità manageriale e finanziaria, la sua correttezza e serietà?

Sarebbero gradite risposte a questi quesiti. Sarebbe gradito ancora di più conoscere il piano integrale e il preliminare di vendita».

Adriano Bruschi
Legambiente Val di Cornia

__________________________

FINE MAGGIO RICCO DI EVENTI NEI PARCHI DELLA VAL DI CORNIA

Domenica 24 maggio dalle ore 17.00, nell’ambito dell’iniziativa regionale Amico Museo, al Museo del Castello e delle Ceramiche Medievali di Piombino, presentazione del libro “La Resistenza in cucina” di Roberta Pieraccioli. Sarà presente l’autrice.

“La resistenza in cucina – Ricette del tempo di guerra per resistere in tempo di crisi” (Ouverture Edizioni) è un libro che, prendendo spunto dall’attuale crisi che ha portato a una generale riduzione dei consumi, propone un excursus storico nei ricettari del tempo di guerra recuperando vecchie ricette e stili di vita dimenticati all’insegna del non spreco e del riutilizzo di avanzi e di scarti. Ricette fatte con poco e nulla o comunque prevalentemente con ingredienti poveri ma tuttavia ottime, soprattutto se rivisitate in chiave contemporanea, visto che oggi è possibile permettersi (nonostante la crisi) molto di più di quello che si potevano permettere le nostre nonne e bisnonne in tempo di guerra.

A seguire possibilità di cena a base di alcuni dei piatti raccontati nel libro alla Pizzeria Osteria Da Tonino, nel centro storico di Piombino (costo per la cena € 15,00 con prenotazione entro le ore 15.00 di venerdì 22).

Ma gli appuntamenti di questo fine maggio sono ancora molti e dedicati sia agli adulti che ai bambini.

In particolare, il Parco archeominerario di San Silvestro propone, domenica 31 maggio dalle 11 alle 20, la “Festa del BuonVivere”, una giornata “slow” da vivere assaporando i prodotti biologici locali, il pane fatto con la farina di grani antichi, riscoprendo le erbe aromatiche, il sapere manuale raccontato dagli artigiani locali e i canti popolari dei maggerini.

Alla Rocca di San Silvestro si terranno laboratori del pane e delle erbe, saranno attive la bottega del fabbro e il cantiere medievale. Inoltre, l’associazione “Secondi Figli” allieterà i visitatori con letture tra le mura del villaggio medievale.

Possibilità di pranzo con la “Panierina del Minatore” (da un progetto di Fausto Costagli della Condotta Slow Food di Monteregio).

Dalle 16.00 sarà attivo un servizio navetta gratuito dal centro storico di Campiglia al Parco e viceversa; dalle 17.00 infatti a Campiglia Marittima il borgo di animerà di “mestieri e figuranti di un dì passato”.

Durante l’intera giornata collegamento con navetta dalla biglietteria del parco alla rocca per partecipare ai laboratori.

Informazioni e prenotazioni:

tel. 0565 226445 – www.parchivaldicornia.it – e-mail prenotazioni@parchivaldicornia.it

 

__________________________

ALL’HOTEL PHALESIA GIORNATA CONCLUSIVA DEL CONCORSO “SULLA STRADA DELLA VITA”

Piombino (LI) – Giovedì 21 maggio all’Hotel Phalesia dalle ore 9,00 alle ore 13,00 si terrà la giornata conclusiva per il concorso “ Sulla Strada della Vita” memorial Federico Fabbri.

Il concorso, giunto ormai all’ ottava edizione, è stato organizzato dalla Polizia Municipale di Piombino e da ArcelorMittal Piombino con la collaborazione dell’associazione “Fede per la Vita”.

Con questa giornata si conclude un progetto che ha visto la realizzazione di filmati e di Flash Mob, una nuova modalità di espressione più vicina al mondo giovanile. Un mondo al quale questa manifestazione si rivolge con l’obiettivo di rendere protagonisti i giovani ed accrescere la sensibilità e il senso di responsabilità durante la guida.

Durante questa iniziativa verranno consegnati i seguenti premi: tre premi agli istituti scolastici i cui ragazzi hanno partecipato, uno per le scuole medie inferiori e due per le scuole medie superiori; due premi per menzione speciale; un premio della giuria popolare aggiudicato in base al gradimento del pubblico espresso attraverso il tasto “mi piace” sulla pagina Facebook dedicata alla manifestazione.

Il convegno introdurrà anche ospiti graditi come il Presidente del Lyons Piombino, che dallo scorso anno ha avviato un percorso di collaborazione continuativo con questo progetto sulla sicurezza stradale, il pilota di rally Raffaele Pinto e la scuola ACI Vallelunga che affronterà i temi della sicurezza, interagendo con i ragazzi.

______________________

SUVERETO: FESTA PER LA FONDAZIONE DELLA FILARMONICA

l’Ente Musicale e Culturale “G. Puccini” è lieto di invitarvi ai festeggiamenti dell’anniversario della fondazione della Società Filarmonica di Suvereto. Filarmonica in piazza è un’iniziativa promossa dall’Ente Musicale e Culturale “G. Puccini” di Suvereto e realizzata con il patrocinio ed il sostegno del Comune di Suvereto, e con la collaborazione di ANBIMA Toscana.

Partecipano ai festeggiamenti la Banda Musicale “B. Vinaccesi” di Offlaga (BS), la Filarmonica “G. Pozzi” di Santafiora (GR), il Corpo Filarmonico “G. Rossini” di Castel del Piano (GR), il Gruppo Filarmonico Solvay di Rosignano Solvay (LI) e la Filarmonica “G. Puccini” di Suvereto.
Sabato 23 Maggio alle ore 17.00 apre l’iniziativa la sfilata, per le vie del centro storico, degli allievi della scuola di musica “Finalmente Musica” ed a seguire alle ore 18.00 il Concerto della Banda Musicale “B. Vinaccesi” di Offlaga (BS) in Via Magenta.
Domenica 24 Maggio dalle ore 10.30 sfilate delle Filarmoniche per le vie del centro storico fino al pomeriggio.
Nei ristoranti, osterie, enoteche di Suvereto  sono aperti i punti ristoro, per degustazioni di prodotti tipici e menù dedicati all’iniziativa, da Sabato 23 Maggio alle ore 12.00 fino alla sera di Domenica.
Tutti i commercianti festeggiano la Filarmonica con apertura nella giornata di Domenica.
L’iniziativa vuole valorizzare la sua storica Società Filarmonica, la diffusione della cultura e della musica ma anche il suo borgo e tutti coloro che cercano di mantenerlo vivo!
Dettagli&Info www.entepuccinisuvereto.com

Ente Musicale e Culturale “G. Puccini” – Suvereto

___________________________

PIOMBINO: LETTERA APERTA AI CANDIDATI/E ALLE REGIONALI

Noi sottoscritti, lavoratrici e lavoratori ex-Lucchini e Indotto, ci rivolgiamo a voi per richiamare la vostra attenzione sulla situazione che stiamo vivendo e sulle questioni riepilogate nella lettera aperta ai sindacati e alle istituzioni del 15 maggio scorso, che riportiamo in calce.

Vi invitiamo rispettosamente a richiedere anche voi che sia integralmente reso pubblico il piano industriale presentato da Cevital e ad esprimere, pubblicamente e con cortese urgenza, la vostra opinione in merito ad esso e al progetto strategico che lo sottende: in particolare, su quali prospettive produttive e occupazionali per quali produzioni di qualità possano evitare il ripetersi di vicende mortificanti, come quelle già vissute con Lucchini prima e Severstal poi; nonché sul controllo dei finanziamenti pubblici erogabili alle aziende.

Vi chiediamo infine di esprime la vostra disponibilità a partecipare alla riunione congiunta dei Consigli comunali della Val di Cornia, aperta a lavoratori e cittadini, che il 6 marzo scorso il Sindaco di Piombino s’impegnò a convocare prima di qualunque decisione nel merito della vicenda.

Firmato: Paolo Luppoli Lucchini Servizi, Daniele Lugli Lucchini Servizi, Maurizio Rossi Arcelor Mittal, Massimo Matteuzzi Lucchini Servizi, Paolo Francini Lucchini, Fabio Venturi Lucchini Servizi, Riccardo Serni Lucchini, Sandro Massai Lucchini Servizi, Maurizio Cerboneschi Lucchini Servizi, Barbara Gurieri Acli Labor, Laura Mazzola Acli Labor, Patrizia Vitiello Acli Labor, Lucia Gargiulo Elior, Cristina Ciompi Elior, Gloria Lonzi Elior, Cristina Moratto Elior, Teona Donosa Acli Labor, Daniele Giorgerini Deca, Sofia Cieslelczyk Acli Labor, Iuri Giubilato Harsco, Debora Gurieri acli labor, Paola Turini Elior, Roberta Borselli Cooplat, Roberto Squarci Lucchini, Sergio Sandroni Trailer.

______________________

PIOMBINO: NUOVA VITA PER LA VASCA DI PIAZZA DELLA COSTITUZIONE

Il Comune di Piombino invita tutta la cittadinanza all’inaugurazione del nuovo giardino acquatico di Piazza della Costituzione. Si tratta di un progetto portato avanti dall’Assessorato al Decoro Urbano che ha voluto riconcepire l’uso della vasca, la quale, nel suo stato originale non rappresentava motivo di attrazione, trasformandola in un ecosistema fatto di piante e piccoli animali che vivono in armonia tra loro.

L’intervento preso in considerazione può definirsi leggero e di solo restyling. La geometria della vasca resta immutata e l’impianto idraulico esistente non subisce sostanziali modifiche, a parte dettagli valutati in corso d’opera.

I cittadini potranno ammirare le ninfee (prelevate dal laghetto del Centro Naturalistico e di Entomologia di Piombino), che ancora devono estendere la loro coltre di foglie galleggianti, ma delle quali si possono già apprezzare i suoi fiori sbocciati. Anche il papiro egiziano avrà modo di irrobustirsi e crescere in altezza con buon effetto scenico. Altre piante e alghe sommerse devono essere ancora immesse e ne saranno valutati i modi e i momenti.

Il giardino acquatico, già in sé fattore di attrazione e valorizzazione dell’area, risulta fin da adesso anche un perfetto habitat per certi piccoli invertebrati acquatici – o comunque legati all’acqua – come libellule, ditiscidi, girinidi, gerridi e notonecte. Come pesci, attualmente sono presenti ciprinidi autoctoni di piccole dimensioni (nella fattispecie, rovelle).

A dispetto di quanto siamo intenti a pensare, la vasca naturalizzata non dovrebbe subire la sconsiderata immissione dei classici pesci rossi, di carpe e altri pesci alloctoni, né tantomeno di tartarughe americane: la presenza di certe specie in genere non permette lo sviluppo della vegetazione acquatica, con conseguente riduzione della biodiversità che invece questo nuovo biotopo vuole in qualche modo offrire. Non è escluso che possa trovare alloggio qualche rana verde, sebbene non ci siano garanzie che queste possano abbandonare il “laghetto”.

L’assessore ai lavori pubblici e decoro urbano Claudio Capuano ringrazia i tecnici comunali che hanno creduto in questo lavoro e gli operai del Comune che vi hanno collaborato. Indispensabile la presenza dell’impresa Termosolare (interventi idraulici e di muratura), il contributo della ditta Alberini (opere murarie accessorie) e della ditta Lami (illuminazione); le piante a terra sono state fornite dal vivaio Barbini di Grosseto e messe a dimora con il supporto de Il Sughericcio dei Falchi.

Appuntamento quindi a venerdì 22 Maggio ore 18,00. In caso di maltempo l’inaugurazione sarà rimandata a data da destinarsi.

_________________________

PIOMBINO: INCENTIVI PER STUDENTI MERITEVOLI IN MEMORIA DI ALDO ZELLI

Incentivi economici a favore di studenti meritevoli e provenienti da famiglie disagiate intitolati alla memoria di Aldo Zelli. Il Comune di Piombino ha pubblicato per il sesto anno consecutivo il bando con il quale vengono concessi per questo anno scolastico degli incentivi pari a 500 euro l’uno (il contributo complessivo è di 5.000 euro).

Nel 2009 infatti, la famiglia dello scrittore scomparso, oltre a donare alla biblioteca comunale il suo patrimonio archivistico e librario, aveva istituito d’accordo con il Comune un fondo di 20mila euro da destinare agli studenti delle scuole medie.

Un gesto che ha soprattutto un forte valore simbolico perché teso a valorizzare l’importanza dello studio e dell’impegno, fondamentali per diventare cittadini consapevoli, capaci di impadronirsi della propria esistenza.

Per l’ammissione al bando è necessario che lo studente sia residente nel Comune di Piombino, sia iscritto per l’anno 2014-205 al 3° anno della scuola media “Guardi”, abbia una certificazione ISEE relativa al 2014 entro i 15.000 euro, abbia conseguito la licenza di scuola media inferiore con una votazione finale non inferiore a 8, sia iscritto a una scuola o istituto superiore o liceo.

Le domande di partecipazione dovranno essere indirizzate al Comune di Piombino, Servizio promozione culturale via Ferruccio, 4 e presentate dal 6 al 31 luglio 2015, dopo gli esami di licenza di scuola media.

La consegna degli incentivi avverrà nel corso di una cerimonia pubblica la cui data e luogo sarà comunicata al momento dell’assegnazione.

Zelli si è contraddistinto fin dagli anni Settanta nel panorama nazionale del racconto d’autore. Nato ad Arezzo nel 1918, è vissuto per quarant’anni in Libia. Nel 1946, finita la guerra, rientrò in Italia e visse per due anni a Livorno, per poi tornare nuovamente in Libia, fino al 1964, anno in cui la famiglia Zelli decise di rientrare definitivamente in Italia scegliendo come nuova residenza Piombino. Zelli ha sempre considerato Piombino la sua città. Qui ha insegnato alla scuola media “Manzoni” e poi all’Iti “Pacinotti”. E’ stato consulente di varie biblioteche e ha scritto moltissimo.

Nella sua ricca produzione da segnalare la fiaba “L’angelo ha chiamato”, messa in onda dalla Radio nazionale il 23 gennaio 1970 durante il programma “La radio per le scuole”, oppure il primo degli inediti “Quando i camaleonti danzavano sulla sabbia rovente il mio tempo era felice”, la storia della sua infanzia scritta a Piombino tra il ’69 e il ’74, una sorta di memoriale conservato presso l’archivio diaristico di Pieve Santo Stefano. Numerosi i riconoscimenti ottenuti a livello nazionale.

Il bando può essere richiesto presso l’ufficio relazioni con il pubblico del Comune tel. 0565 63274 oppure presso il servizio promozione culturale 0565 63304. E’ scaricabile inoltre dal portale del Comune www.comune.piombino.li.it.

__________________________

PIOMBINO, ROSSI: “IL GOVERNO GARANTISCA LO STESSO COSTO DELL’ENERGIA CHE SI PRATICA A BRESCIA”

Firenze, mercoledì 20 maggio 2015 – “Io ricordo ancora Piazza Bovio, piena di persone, di lavoratori che gridavano ‘Piombino non deve morire’. Prendemmo impegno per un grande investimento della Regione Toscana, lo abbiamo fatto.

Era un anno fa, non un secolo. Mi pare che si stanno vedendo risultati positivi. Domani andrò a Roma, per vedere se si chiude definitivamente. Colgo l’occasione per dire che il governo deve garantire a Piombino lo stesso costo dell’energia che si pratica per i signori del tondino di Brescia. Altrimenti l’operazione non va in porto. Se questa operazione va in porto, Piombino riprenderà a produrre acciaio e con l’intervento che abbiamo fatto sul porto, e in questo caso intervento pubblico, come giusto che sia, abbiamo tante imprese multinazionali che chiedono di insediarsi a Piombino perchè ci sono opportunità nuove”.

Così Enrico Rossi nel corso della ‘Conferenza Stampa’ svoltasi questa mattina presso la sede della Testata Giornalistica Regionale della Rai che andrà in onda oggi alle ore 18.15 su Rai3 e alle ore 19.30 su Rai RadioUno.

____________________

ROSSI: “REALIZZERÒ L’85% DELLE PROPOSTE NEI PRIMI 100 GIORNI”

Firenze, mercoledì 20 maggio 2015 – “Prendo l’impegno, se verrò rieletto, di adottare nei primi 100 giorni di governo almeno l’85% dei provvedimenti che ogni giorno annuncio sulla mia pagina facebook con una proposta. Se non ci riuscirò nei primi tre mesi, rinuncerò al mio stipendio e lo devolverò a scopi umanitari fino a quando non completerò l’adozione di tali atti”.

Così Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana e candidato alla rielezione, nel corso della ‘Conferenza Stampa’ organizzata oggi dalla Testata Giornalistica Regionale della Rai.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 20.5.2015. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

4 Commenti per “NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 20 MAGGIO 2015”

  1. Sergio Tognarelli

    “ROSSI: “REALIZZERÒ L’85% DELLE PROPOSTE NEI PRIMI 100 GIORNI”, le promesse sembrano essere la principale attività dei nostri carissimi e amati governanti, grazie alle quali i sudditi possono dormire tranquilli.
    Ma:
    “LEGAMBIENTE” chiede quali QUALI siano ” LE REALI GARANZIE DI CEVITAL”, e “lavoratrici e lavoratori ex-Lucchini e Indotto” firmano una “LETTERA APERTA AI CANDIDATI/E ALLE REGIONALI” affinché “sia integralmente reso pubblico il piano industriale presentato da Cevital”. Che scettici ingrati !!! Per favore rispettate il sonno della ragione.

  2. Luca

    Enrico Rossi non era quello che si sarebbe dimesso se la concordia non veniva a Piombino e se non fosse stata riaccesa l’area a caldo?

    http://www.lanazione.it/livorno/cronaca/2014/05/01/1059851-lucchini-accordo-lavoro.shtml

  3. Sergio Tognarelli

    Eh si, infatti, proprio lui con tutti i suoi sudditi proni e pronti ad adularlo e votarlo. Facile e comodo tenere in piedi questo regime.

  4. silvia

    X ME POSSONO PROMETTERE MARI E MONTI,
    NON LI CREDO.
    NON VOTERò NESSUNOOOOOOOOOOOOOOO.

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 18 giorni, 21 ore, 25 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it