NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 10 GIUGNO 2014

M5S CAMPIGLIA: «COMPOSIZIONE DELLA GIUNTA: MA I CITTADINI?»

Campiglia M.ma (LI) – Il Movimento 5 Stelle campigliese torna a parlare delle nomine degli assessori e auspica che il criterio di scelta sia basato sulla meritocrazia e non sugli accordi di partito. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«A pochi giorni ‒ scrivono i pentastellati ‒ dall’insediamento ufficiale del nuovo Consiglio Comunale e della nuova Giunta del Comune di Campiglia Marittima, che avrà luogo martedì 10/05, il Movimento 5 Stelle torna a proporre all’Amministrazione la volontà di una scelta per la nomina dei nuovi Assessori che sia meritocratica e qualificata anziché meramente politica, legata ad accordi e accordicchi interni alle logiche delle coalizioni di partito.

Terminata la Campagna elettorale ‒ continua il Movimento ‒, stiamo vivendo un periodo surreale in cui sembrano prevalere le lotte per le spartizioni dei posti di comando rispetto alle reali esigenze e problemi che affliggono la nostra zona, le quali necessitano di un’immediata inversione di tendenza. In una situazione del Paese in cui è sempre più difficile riuscire a rendere efficienti le poche risorse a disposizione, avere personale qualificato in Giunta permetterebbe di avere la possibilità di fare scelte ragionate.

Campiglia Marittima, come tutti i Comuni d’Italia al di sotto dei 15.000 abitanti, non può e non deve permettersi di sbagliare le scelte di indirizzo programmatico, ma deve essere, al di là di chi la governa, un modello di Amministrazione virtuosa, che valorizzi anche in questo modo le figure professionali presenti all’interno del territorio e ne tragga beneficio per l’intera comunità.

Ci rammarica il fatto che i cittadini ‒ concludono i 5 Stelle ‒, pur avendo compiuto in grande maggioranza scelte elettorali, differenti dalla attuale Amministrazione (Campiglia Democratica ha raccolto 3544 voti su circa 10.000 aventi diritto) siano lasciati in disparte in questa importantissima decisione per il futuro dell’intero Comune».

Movimento 5 Stelle Campiglia M.ma

__________________________________

PARODI: «PRIMO CONSIGLIO DEDICATO A BERLINGUER»

Suvereto (LI) – Giuliano Parodi, il nuovo sindaco suveretano, precisa che la prima seduta del consiglio comunale avverrà in concomitanza con il trentesimo anniversario della morte di Enrico Berlinguer e che la Commissione Bilancio avrà priorità sulle altre. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«L’11 giugno di 30 anni fa ‒ scrive il neo Sindaco di Suvereto ‒ moriva Enrico Berlinguer, uno dei più grandi uomini politici della Repubblica Italiana. Per rendere onore al valore dell’uomo e del politico, al di là delle bandiere, il Sindaco di Suvereto Giuliano Parodi, ha deciso di convocare proprio in quella data il primo consiglio comunale: quello dove ci sarà il giuramento del Sindaco e la convalida dei consiglieri eletti. Un consiglio che contiene un alto valore istituzionale, con la presa d’atto degli eletti del ruolo che andranno a ricoprire per la comunità che li ha scelti.

In un quadro sociale di degenerazione di una parte della politica ‒ continua Parodi ‒ e la crescente disaffezione da parte dei cittadini alla cosa pubblica, le riflessioni di Enrico Berlinguer: dall’invito a un’austerità che crei giustizia sociale, efficienza e sviluppo, alla proposta del “compromesso storico” tra Dc e Pci, alla denuncia della “questione morale”, alle riflessioni sul rinnovamento della politica e sui grandi temi globali della pace, della cooperazione e dell’ambiente, diventano più che mai attuali.

Nella prima seduta, oltre alle delibere che adempiono ad obblighi di legge, saranno costituite, ai sensi dell’articolo 14 dello Statuto del Comune di Suvereto, le 4 commissioni consiliari permanenti, necessarie per il corretto svolgimento ed approfondimento degli argomenti che saranno portati di volta in volta in votazione. La commissione Bilancio sarà la prima ad essere riunita nei giorni successivi per eleggere il proprio presidente e contribuire alla discussione in atto sul bilancio di previsione 2014 che dovrà essere votato entro luglio. Atto dovuto ‒ conclude il Sindaco di Suvereto ‒ per accelerare i tempi di esecuzione e sbloccare quanto prima i fondi necessari per i primi interventi a favore dei cittadini».

Giuliano Parodi, Sindaco di Suvereto

__________________________________

SCUOLA: COMPRA-VENDITA DI LIBRI USATI ALLA COOP

Toscana – Nei supermercati Coop-Unicoop Tirreno di Avenza, Viareggio, Livorno-Ipercoop, Cecina, Piombino, Portoferraio, Follonica, Grosseto, Orbetello soci e clienti Coop possono consegnare i testi scolastici usati dell’anno precedente – purché in buono stato – ottenendo in cambio un buono sconto pari al 30% del prezzo di copertina, da spendere entro il 31 dicembre 2014. I libri usati saranno rivenduti al 60% del costo di copertina 2014 e potranno essere prenotati on-line o nei punti vendita toscani dove è attivo il servizio.

Informazioni sul sito: testiscolastici.unicooptirreno.com; Beatrice Ramazzotti: @UffStampaUnicoopTir e tel. 335-6713052.

__________________________________

IL GIRO D’ITALIA IN 80 LIBRERIE ARRIVA A PIOMBINO

Piombino (LI) – Venerdì 13 giugno parte il Giro d’Italia in 80 librerie, la prima staffetta ciclistica, culturale e ambientale che mette sui pedali il mondo del libro. Si parte da uno scenario unico al mondo: il Parco archeologico di Baratti e Populonia dove, a guidare il pubblico in un interessante viaggio fra storia e fantasia, ci sarà un personaggio d’eccezione come lo scrittore Giorgio Caponetti.

All’arrivo a Piombino, dopo un apericena a base di “Ruote alla 80 librerie”,  altro evento nella Piazza della Cittadella, presso il Museo archeologico del Territorio di Populonia: qui la scrittrice Paola Zannoner introdurrà l’antologia “Ciclostorie Maremmane”. Il tutto in un clima di grande festa e grazie al coordinamento di Simone Sacco, l’ideatore del Giro d’Italia in 80 librerie.

Questo il programma di venerdì e sabato:

Venerdì 13 giugno – Ore 18.00, Baratti, Parco archeologico di Baratti e Populonia con “Letture etrusche .1: la Storia si intreccia con la fantasia…”. L’archeologa Marta Coccoluto, coordinatore del Parco archeologico di Baratti e Populonia, e lo scrittore Giorgio Caponetti, autore di “Venivano da lontano” (Marcos y Marcos), accompagneranno il pubblico alla scoperta degli antichi tumuli monumentali affacciati sul mare di Baratti. Letture sceniche di Marco Formaioni, del Gruppo di Lettura Piombinese. Ingresso gratuito.

Ore 19.30, Baratti, Parco archeologico di Baratti e Populonia: partenza della ciclostaffetta che andrà da Baratti al Museo archeologico di Piombino.

Ore 20.30, Piombino, Bar “In Cittadella” (Museo archeologico del Territorio di Populonia): apericena con “Ruote alla 80 librerie” e altre delizie! (Costo: 10 euro). Possibilità di visitare gratuitamente con il Curatore del Museo la mostra “Archeologia in cantiere”(ingresso gratuito).

Ore 21.30, Piombino, Museo archeologico del Territorio di Populonia: “Ciclostorie Maremmane”. Nella splendida cornice della Piazza della Cittadella, Paola Zannoner introduce l’antologia

di racconti “Ciclostorie Maremmane” (Ouverture Edizioni), con intervista agli autori, il collettivo “Scrittori di Massa”. Letture a cura del Teatro dell’Aglio.

Sabato 14 giugno – Ore 10.00, Piombino, Piazza Bovio (c/o il Bar La Rocchetta): Colazione dei Campioni e partenza per Follonica e Grosseto. “Letture… su due ruote” a cura della Biblioteca Civica Falesiana di Piombino. I bambini e i volontari del Gruppo Nati per Leggere salutano i ciclisti dopo la Colazione dei Campioni offerta da COOP nella cornice di Piazza Bovio. Per ulteriori informazioni: www.letteraturarinnovabile.com

________________________________

BANDO PER I DISTRIBUTORI DI ACQUA POTABILE A PIOMBINO

Piombino (LI) – Il Comune rinnova il bando per i distributori di acqua potabile di qualità in città con tre “Case dell’acqua” per la distribuzione di acqua microfiltrata naturale fredda e gasata fredda. Dopo che il precedente bando è andato deserto, l’amministrazione comunale di Piombino rilancia con un avviso pubblico, in pubblicazione sul sito web istituzionale e in scadenza il prossimo 15 luglio, per la concessione di suolo pubblico per l’installazione e la gestione delle tre centraline. Le aziende interessate avranno tempo questa volta fino al 15 luglio per presentare la domanda (la scadenza è fissata alle ore 12 del giorno indicato).

Le case dell’acqua saranno istallate in tre diversi siti (le aree interessate direttamente sono quelle di Riotorto, Centro e via della Pace (a scelta del concorrente) e Salivoli e comporteranno la vendita diretta al consumatore: 5 centesimi a litro per l’acqua naturale e 7 centesimi per quella gasata. Le finalità di questa iniziativa sono quelle di fornire un servizio ai cittadini e al tempo stesso ridurre i rifiuti derivanti dagli spesso ingombranti imballaggi di plastica, offrire al consumatore una possibilità di risparmio rispetto a un bene di assoluta utilità e altissimo utilizzo.

I criteri di valutazione e di attribuzione dei punteggi delle domande terranno conto dell’ubicazione della struttura (avere una buona visibilità, essere servite da un parcheggio pubblico fruibile, essere frequentate e quindi sorvegliate, garantire un facile accesso anche ai soggetti disabili, non recare intralcio al traffico), del pregio architettonico della struttura e delle specifiche tecniche dell’impianto di trattamento dell’acqua. Altri parametri saranno la manutenzione aggiuntiva rispetto a quella minima, la facilità di pagamento, il costo dell’acqua.

L’aggiudicatario del bando si assumerà gli oneri delle spese di gestione, comprese quelle di attivazione, i contatori e le spese per i consumi, il collegamento dello scarico di acqua dell’impianto di pozzetto posto in prossimità di ogni struttura. Il concessionario si dovrà occupare pure della fornitura e dell’istallazione del sistema di pagamento così come definito nel progetto che dovrà essere presentato con la domanda di partecipazione al bando. Sistema che, in ogni caso, dovrà essere di tipo informatico, con una card elettronica ricaricabile, o uno strumento analogo, in modo da evitare la presenza diretta di denaro contante all’interno delle centraline. La ricarica della card dovrà prevedere versamenti minimi di 10 euro. La concessione, salvo prolungamenti, avrà una durata di cinque anni.

Il concessionario, inoltre, dovrà essere sottoposto a varie penali in caso di fermo impianto, anche parziale, sia dell’erogazione dell’acqua, sia del sistema di pagamento (per una durata superiore a tre giorni, da 50 a 25 euro al giorno), nonché per mancati adempimenti previsti nel piano di manutenzione (25 euro ciascuno).

Altre spese saranno invece a carico del Comune: l’allaccio idrico, elettrico e telefonico fino al sistema di contabilizzazione, la fognatura per lo scarico delle acque prodotte dall’impianto (mediante un pozzetto da posizionarsi nelle immediate vicinanze delle case dell’acqua) e le opere accessorie per l’installazione delle strutture, fondazione ed eventuali rampe d’accesso. L’avviso è scaricabile dal sito internet del Comune: www.comune.piombino.li.it nella sezione Amministrazione trasparente-Bandi di gara e contratti – Avvisi pubblici. Per tutte le informazioni di natura tecnica contattare Servizio Aree Pubbliche, ing. Matteo Caramante tel. 0565-63387, email: mcaramante@comune.piombino.li.it

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 10.6.2014. Registrato sotto Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

1 Commento per “NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 10 GIUGNO 2014”

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    63 mesi, 1 giorno, 10 ore, 11 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it