FEDERICO PAZZAGLIA: «SVILUPPARE LA VOCAZIONE TERMALE DI VENTURINA»

L'avvocato Federico Pazzaglia

L’avvocato Federico Pazzaglia

Abbiamo intervistato l’avvocato Federico Pazzaglia, candidato sindaco per il Comune di Campiglia M.ma con Lista Civica di Centro Destra ed ex capogruppo di Forza Italia a Piombino.

Perché Forza Italia ha deciso di concorrere alle amministrative come lista civica? C’è l’intenzione di apparire lontani dai partiti e vicini ai cittadini?
La scelta di presentare, alla prossima tornata elettorale per l’elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale del Comune di Campiglia Marittima, una lista civica di Centro Destra e non la lista Forza Italia è dettata dalla volontà di rivolgere la nostra proposta politica a tutti gli elettori che condividono i valori e le idee di Centro Destra e che vogliono un’alternativa credibile all’attuale amministrazione di sinistra, senza essere inquadrati in un’unica formazione politica, appunto Forza Italia. Ciò non significa che ci sia la volontà di prendere le distanze da Forza Italia, ma l’intenzione di aggregare tutti i cittadini non soddisfatti dell’amministrazione in carica.

Campiglia non ha mai votato un governo di destra: quali risultati pensate di raggiungere?
La lista di Centro Destra intende essere punto di riferimento e dare voce a tutti i cittadini di Campiglia Marittima che non si riconoscono nell’attuale amministrazione di sinistra e che ritengono necessario cambiare il governo del Comune, senza dirigersi verso l’ “antipolitica” propria di alcune formazioni che si propongono di essere contro tutto e contro tutti, vedi M5S. Se la maggioranza dei cittadini e degli elettori di Campiglia Marittima sceglieranno di dare il voto alla lista di Centro Destra, quest’ultima è pronta ad amministrare il Comune con serietà, onestà ed entusiasmo, per migliorare la situazione della città e dei cittadini.

Quali sono i punti forti del vostro programma?
In primo luogo deve essere sviluppata la vocazione turistico-termale di Venturina. Deve essere segnalato che la denominazione Venturina Terme è stata voluta, in modo determinante, dal Consigliere Comunale Alessandro Fulcheris, membro, con il sottoscritto, del Gruppo Consiliare di Forza Italia nel Consiglio Comunale di Piombino e candidato nella Lista di Centro Destra per le attuali elezioni amministrative per il Comune di Campiglia Marittima, quando sedeva sui banchi del Consiglio Comunale di quest’ultimo Comune. Quanto sopra per rivendicare il merito di questo importante risultato.

La denominazione Venturina Terme, però, non è sufficiente per fare della località un centro termale di richiamo e che possa portare sviluppo sul territorio. È necessario che siano poste le basi per sviluppare l’attività turistico-termale, cosa che fino ad oggi non è stata fatta, creando anche delle sinergie positive con gli altri centri del territorio, primo fra tutti Piombino, inteso come porta per l’Isola d’Elba e dell’Arcipelago Toscano.

Lo sviluppo turistico del territorio del Comune di Campiglia Marittima deve puntare anche sull’attività termale, ma per far questo tale attività deve essere pubblicizzata e “promossa”; inoltre Venturina deve essere migliorata e resa più gradevole per far in modo che coloro che si trovano nella cittadina possano essere invogliati a fermarsi e ad usufruire delle attività commerciali che la stessa può offrire, con ricaduta positiva sul territorio. Collegata a questo aspetto, quindi, deve esserci anche un’attività di miglioramento del centro di Venturina.

Dal punto di vista prettamente amministrativo, invece, deve essere rivisto il sistema delle tariffe, delle imposte e delle tasse locali, per tentare di gravare il minimo possibile sulle tasche dei cittadini e tentare di trovare le risorse necessarie per mantenere il livello dei servizi, eliminando qualsiasi forma di spreco improduttivo. Rifiuto di utilizzare le sanzione amministrative per “fare cassa”. La volontà è di essere vicini ai cittadini e non rappresentare amministrazione ostile agli stessi.

Come si schiera Scelta Civica di Centro Destra sulla questione delle cave?
La problematica delle cave è senz’altro uno degli aspetti più complessi e delicati del territorio del Comune di Campiglia Marittima e, probabilmente, dell’intera Val di Cornia. Le cave, infatti, da una parte rappresentano un’importante attività economica, con la presenza di numerosi posti di lavoro e, pertanto, una risorsa per il territorio. Le stesse cave, però, dall’altra parte, sono anche un “vulnus” per il territorio, con un notevole impatto ambientale e paesaggistico.

Nella situazione economica attuale, di crisi generalizzata e con una disoccupazione gravissima anche sul territorio della Val di Cornia, non è possibile dire “no” a priori ad un’attività economica che può determinare sviluppo e garantire occupazione. Allo stesso tempo devono essere valutate delle possibili alternative e delle modalità di esercizio delle attività delle cave per tutelare le esigenze e gli interessi contrapposti.

Ci illustri meriti e demeriti dell’amministrazione Soffritti.
Ritengo che non sia compito di una lista che si propone di essere un’alternativa di governo del Comune mettere in evidenza eventuali meriti dell’amministrazione guidata dal Sindaco uscente. In ordine ai demeriti, deve essere detto che l’attuale amministrazione è in totale continuità politica ed amministrativa con le amministrazioni precedenti, pertanto è totalmente responsabile della situazione attuale del Comune di Campiglia Marittima, nel bene e nel male.

In particolare, deve essere evidenziato che il Comune è sostanzialmente “immobile”, non presenta alcuna prospettiva di sviluppo, non ha “coltivato” alcuna peculiarità o vocazione particolare. Il governo monocolore di sinistra, che da sempre ha amministrato Campiglia Marittima, non ha dato alcuno stimolo allo sviluppo del comprensorio comunale, in quanto c’è stata sempre la convinzione che anche non portando risultati positivi c’era la garanzia di essere nuovamente eletto.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 10.5.2014. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

1 Commento per “FEDERICO PAZZAGLIA: «SVILUPPARE LA VOCAZIONE TERMALE DI VENTURINA»”

  1. lino

    Sindaci professionisti e oppositori professionisti.
    Il campione dei primi è Emilio Bonifazi PD attuale sindaco di Grosseto e prima sindaco di Follonica, dei secondi il porta bandiera è Federico Pazzaglia Forza Italia capo dell’opposizione oggi a Piombino ma candidato il 25 maggio a Campiglia.
    L’on. Matteoli l’ha retrocesso o l’ha promosso ?
    La domanda è lecita perché nei prossimi anni a Piombino ci sarà parecchia miseria e di affari ce ne saranno pochi, mentre a Campiglia c’è da spianare un paio di monti e soldi ne circoleranno parecchi. Ora che la Velo è imbrigliata come vice ministro all’ambiente una mano da Forza Italia può fare comodo per accelerare l’iter politico-amministrativo per la distruzione delle montagne.
    Arabi, cecinesi, tutti qui da noi, non hanno di meglio da fare che venire a spolpare questa già misera terra.
    Ma forse sta arrivando il rimedio, si tratta di quell’aquila del Giuliani.

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 23 giorni, 14 ore, 12 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it