L’ASSESSORE TEMPESTINI INVITA IL MINISTRO KYENGE A PIOMBINO

Il Ministro Kyenge recentemente ospite del MIa di Cecina (foto tratta da facebook)

Il Ministro Kyenge recentemente ospite del MIa di Cecina (foto tratta da facebook)

Piombino (LI) – L’assessore Anna Tempestini ha commentato le recenti dichiarazioni di Calderoli sul ministro Kyenge e nell’occasione ha reso noto che è stato trasmesso un invito al ministro dell’integrazione da parte del Comune di Piombino per partecipare a un’iniziativa locale di consegna della cittadinanza onoraria ai ragazzi stranieri.

«Calderoli non è nuovo a manifestazioni di chiaro razzismo, al di là delle giustificazioni o minimizzazioni che come sempre aggravano il problema.

Non è l’uomo, che in quanto a valutazioni estetiche dovrebbe fare una riflessione, ma soprattutto ciò che rappresenta e le modalità con le quali, proprio dalla sua collocazione istituzionale e politica, interviene in maniera pesante nei confronti di un ministro della Repubblica, per la prima volta di colore.

Qualche giornalista ha azzardato l’ipotesi di una strategia di “distrazione di massa” per distrarre appunto l’opinione pubblica dalle gravi problematiche che interessano i  leaders del centro destra, da Berlusconi ad Alfano i; non so se questo sia vero ma certo è che il messaggio che come sempre si manda sia all’interno che all’estero è davvero devastante.

Un paese che non riesce ad essere all’altezza delle sfide di questo tempo, che si dibatte ancora su tematiche incomprensibili ma che purtroppo in periodi così complicati, fanno ancora presa sull’opinione pubblica.

Ha fatto bene la Ministra Kyenge a tenere un basso profilo sulla vicenda e ad invitare i molti che  hanno un’idea diversa di paese  a manifestare il proprio dissenso e affermare quei principi di uguaglianza e di valorizzazione delle diversità che costituiscono i fondamenti della nostra Costituzione.

Un Paese il nostro che deve davvero crescere , avvicinarsi agli standars europei non solo in termini economici  ma soprattutto culturali.

E’ davvero complicato sostenere politiche di inclusione e di non violenza quando chi dovrebbe esserne il portavoce si fa interprete di espressioni così becere e indecenti.

Se c’è una casta che come cittadino  non vorrei pagare è proprio quella che rappresenta Calderoli.

E proprio per sostenere una politica diversa, fatta anche di gesti simbolici ma significativi per il vivere civile, abbiamo invitato la Ministra alla consegna della cittadinanza onoraria ai bambini e ai ragazzi residenti nella nostra città e che frequenteranno i nostri Istituti scolastici, convinti che non è nell’apertura  mentale e culturale che si può ripartire».

 Anna Tempestini

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 17.7.2013. Registrato sotto Foto, sociale, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 19 giorni, 20 ore, 9 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it