DUE IMPORTANTI APPUNTAMENTI PER I PARCHI DELLA VAL DI CORNIA

la mappa dei parchi della Val Di Cornia

la mappa dei parchi della Val Di Cornia

Venerdì 8 Marzo si terrà, al Parco archeominerario di San Silvestro, l’Assemblea annuale delle Guide Ambientali Toscane (AGAT). Sempre venerdì 8 marzo, alle ore 15.00, al Museo del Castello di Piombino si terrà invece una tavola rotonda dal titolo “Parchi e territorio. Riflessioni per nuove strategie”.

La Guida Ambientale (GAE) è una professione piuttosto nuova, regolata da una legge regionale (n°42/2000) che ha promosso un servizio che prima era vacante, dal momento che le Guide Turistiche si fermano col proprio servizio alle aree urbane e museali. Il servizio della GAE invece comincia proprio dove cessa la strada e inizia il sentiero. Oggi le GAE in Toscana sono circa 800 e di queste 350 sono raggruppate in AGAT (www.agat.toscana.it).
L’assemblea pubblica affronterà temi legati ai problemi di questa professione: i costi alti di gestione e tassazione dei proventi, che in un lavoro non ancora perfettamente a regime pesano molto; l’abusivismo che dilaga impunito sottraendo quote importanti di mercato turistico; la preparazione al lavoro inadeguata e pressapochista.

La scelta dei Parchi della Val di Cornia come luogo dove svolgere l’assemblea è legata anche e soprattutto al ruolo che la Parchi Val di Cornia SpA ha svolto in questi anni, credendo e dando spazio alla Guida Ambientale inquadrandola nei propri lavori con soddisfazione.

I partecipanti all’assemblea avranno modo anche di testare i servizi e l’organizzazione del Parco di San Silvestro, “punta di diamante” assieme al parco di Baratti e Populonia, ai parchi naturali e ai musei del sistema, della didattica ambientale in regione e che offrirà a tutti i presenti una emozionante escursione nel “cuore della terra”.

Sempre venerdì 8 marzo, alle ore 15.00, al Museo del Castello di Piombino si terrà invece una tavola rotonda dal titolo “Parchi e territorio. Riflessioni per nuove strategie”.

La crisi economica che sta attraversando il paese ed il rapido processo di deindustrializzazione della nostra regione impongono l’individuazione di una strategia politica sulla gestione dei territori. La recente storia purtroppo insegna che proprio nei momenti di crisi il territorio diventa facile preda per modelli di sviluppo non compatibili con le risorse naturali. In questo quadro di crisi economica, sociale e di valori, i Parchi naturali e le aree protette insieme alla cultura, passano in secondo piano e nel contesto generale di una società civile non trovano più il loro ruolo fondamentale riconosciuto nella carta costituzionale.

La tavola rotonda vuole porre l’attenzione sulla necessità di una nuova missione dei parchi e delle aree protette che dovranno essere capaci di mantenere il ruolo di conservazione e tutela della natura e della biodiversità ma allo stesso tempo diventare soggetto attivo nella proposizione di economie nuove, sostenibili e basate su nuovi modelli riuscendo ad interagire positivamente con altri ambiti economici. Risulta quindi necessario partire dall’analisi e da una specifica riflessione sui Parchi e aree protette della Toscana per elaborare una strategia unitaria e avviare politiche innovative che riescano a dare risposte a queste esigenze e contribuire a sostenere le economie dei territori.

La tavola rotonda avrà luogo proprio all’interno del sistema dei Parchi della Val di Cornia, modello riconosciuto efficiente anche oltre i confini nazionali e che, proprio per le prospettive che offre per l’economia del territorio in un momento di crisi come quello attuale, non deve essere abbandonato, ma piuttosto sostenuto e ampliato mantenendo ferma la strategia che ha dato origine al progetto.

Alla tavola rotonda interverranno docenti e ricercatori universitari, esponenti delle istituzioni locali e l’Assessore All’Urbanistica e al Paesaggio della Regione Toscana, Anna Marson.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 5.3.2013. Registrato sotto ambiente/territorio, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 29 giorni, 19 ore, 28 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it