PRESENTATO IL SESTO LIBRO DI POESIE DI BRUNA COSCINI

Bruna Coscini

Bruna Coscini

Sala piena e grandi emozioni, alla sala del bar “La Cittadella” di Piombino, per la presentazione del sesto libro di poesie di Bruna Coscini, edito dalla Bancarella, con il contributo della Cooperativa sociale ” G.Di Vittorio ” e curato dalle associazioni dalle associazioni di volontariato ” ARCI Il Lampadiere” e ” Rete Radie’ Resch” Venturina. In apertura ha portato il saluto l’assessore alla cultura Jacopo Bertocchi, del Comune di Campiglia M.ma che ha dato il patrocinio all’iniziativa.

La presentazione del libro è iniziata con la lettura, da parte dell’insegnante Franca Grassi, della poesia ” LA MIA CITTADELLA” , che fa da apertura alle altre 54, e da una canzone di De Andrè, con un’interpretazione molto sentita di Roberto Rossi che ha commosso i presenti.

Ado Grilli, dell’associazione ARCI IL LAMPADIERE, che ha coordinato la presentazione, in assenza – per motivi di salute – di Grazia Viaggi, autrice della prefazione nel libro, ha spiegato che l’avvio non è stato casuale. La poesia LA MIA CITTADELLA, che ha determinato anche la scelta della sede, nella quale si è svolta la presentazione, è molto importante per Bruna Coscini che ha vissuto, in alcuni dei locali, dove ora è stato realizzato il Museo, parte della propria gioventù, tra miseria ma anche valori che contrastavano con l’ostentazione di ricchezze ed agi degli abitanti dei palazzi vicini.

” De Andrè – ha aggiunto Grilli – è uno dei preferiti di Bruna. La canzone, inoltre, interpretata da Roberto Rossi, acquista un sapore particolare perchè è uno dei tanti che, singolarmente o come componenti delle associazioni di volontariato, frequentano la struttura RSA di Campiglia M.ma – dove Bruna vive da dodici anni – per donare momenti di gioia agli ospiti ; rendendola struttura aperta all’esterno, come, fortemente, voluto dalla Cooperativa ” Di Vittorio ” che la gestisce, con altre cooperative.”

Prima di passare alla lettura di alcune delle poesie contenute nel libro, sempre da parte di Franca Grassi e con stacchi emozionanti della giovanissima Rachele Gori, con il suo violino, Grilli ha, inoltre, letto il seguente brano, tratto dalla prefazione di Grazia Viaggi, per rappresentare il senso ed il valore del nuovo, sesto, libro di poesie di Bruna Coscini:
“… Un giorno andai a trovarla nella sua camera, come spesso mi capita di fare con gli ospiti per conoscerli meglio, anche al di fuori delle attività che svolgiamo nel salone polivalente. Mi disse di prendere un oggetto, nel cassetto del suo comodino; nel farlo notai un quaderno con delle scritte di suo pugno. C’era scritto: ” Dimentica la piaga che oggi ti ha generato pena. Domani refrigerio troverai nell’alba, quando si incendia di sole “. Mi emozionò quella che io chiamai, subito, poesia e che ancora oggi – a distanza di tempo – ricordo a memoria. Parlando venne fuori che di questi scritti, chiusi gelosamente in quel cassetto, ce n’erano tanti altri. Si trattava di emozioni catturate, poeticamente descritte e conservate, con cura, come si conservano i propri gioielli o le cose più care, in un sicuro scrigno. La incoraggiai a scriverne ancora; troppo belle quelle parole messe insieme da poter essere paragonate a liriche. Troppo belle per rimanere chiuse in un cassetto … “.

Durante la presentazione, la poetessa, ha brillantemente risposto ad alcune domande mettendo ancora di più in risalto il significato ed il valore delle poesie. Ha ringraziato  tutti i presenti e coloro che, a vario titolo, hanno contribuito alla realizzazione e alla presentazione del libro. Alcune volontarie, dell’associazione ” La Misericordia ” di Piombino, hanno donato a Bruna una targa.
Sono intervenute – oltre ad alcuni dei presenti che per vari motivi frequentano la RSA – Cinzia Murolo della Società Parchi, curatrice del Museo della Cittadella, che ha manifestato il proprio apprezzamento per la poesia e per l’iniziativa che valorizzano l’importante struttura culturale dei Comuni della Val di Cornia e Lucia Valenti, per la Cooperativa sociale ” G.Di Vittorio” che, portando il proprio saluto ed apprezzamento a Bruna, ha voluto sottolineare l’importanza del prezioso lavoro svolto da Grazia Viaggi, come educatrice, e dalle altre professionalità presenti nella RSA che hanno, come indicazione, l’attenzione alla persona.

Prima del rinfresco offerto dalla Cooperativa ” Di Vittorio ” Roberto Rossi ha dedicato a Bruna e ai presenti una versione commovente di ” Un vecchio e un bambino ” di Francesco Guccini.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 2.1.2013. Registrato sotto cultura, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    47 mesi, 24 giorni, 1 ora, 11 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it