ATO: COSE GRANDI E PICCINE INTORNO ALL’ACQUA

Riceviamo e pubblichiamo integralmente una lettera di   Fausto Bertagna sull’ASA e su come vengono puniti i comportamenti virtuosi dei cittadini che consumano meno acqua.

«Dalla primavera dello scorso anno le precipitazioni che abbiamo avuto nel nostro territorio sono state poche e di  scarsa entità, siamo a metà Marzo e le probabilità che nei mesi che precedono la stagione estiva si verifichino piogge tali da rimpinguare la falda sono decisamente scarse, ci  dobbiamo quindi preparare ad una estate con scarsa disponibilità della risorsa idrica.

I sindaci staranno già predisponendo le ordinanze atte a regolamentare l’uso dell’ acqua potabile ne deriverà un calo forzoso dei consumi che andrà a sommarsi a quello virtuoso  che è già in atto, in virtù della normativa vigente questi minor consumi si tradurranno in un ulteriore incremento delle bollette.

Ecco che appare ancora più chiara la contraddizione secondo la quale non solo vengono puniti i comportamenti virtuosi dei cittadini in materia di uso di una risorsa cosi preziosa, ma altresì la scarsità di risorsa causa perversamente un aggravio delle bollette.

Il referendum ha posto le premesse necessarie per uscire da questa stortura, eliminandone per altro un’ altra ancora più grave l’ acqua non può essere considerata una merce ma “ bene comune”; ora però è tempo di progettare strategie e percorsi che sappiano dare le gambe alla volontà popolare espressa a cosi grande maggioranza.

Gli investimenti di ASA nella Val di Cornia, oltre a riguardare la qualità della risorsa, riguarderanno anche l’ approvvigionamento mediante l’ installazione di un impianto dissalatore potabilizzatore che immetterà un discreto numero di metri cubi d’ acqua nella rete, questa iniziativa a mio avviso dovrebbe essere accompagnata in parallelo da uguali interventi da parte dei grandi complessi turistici presenti e futuri che insistono sul nostro territorio compresa l’ isola d’ Elba.

Considerato il continuo lievitare della bolletta, pensare ad un intervento di sollievo per i cittadini, mediante l’ installazione di alcune stazioni di distribuzione di acqua di qualità non mi pare una cattiva idea, meno acqua minerale, meno plastica, meno spesa, tre meno che farebbero un più.

 

                                                                                              Fausto Bertagna

                                                                                              Via Bologna 11

                                                                                              57025 Piombino

faustobertagna@virgilio.it

 

Cell. 3345304980

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 15.3.2012. Registrato sotto Foto, Lettere, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    36 mesi, 13 giorni, 23 ore, 18 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it