VAL DI CORNIA: «GRAVE SITUAZIONE NEI SERVIZI SOCIALI»

In data 10 ottobre i Sindaci della Zona Val di Cornia, unitamente al Direttore e al Presidente della Società della Salute, si sono incontrati per fare il punto sulla grave situazione in atto a causa dei tagli al welfare operati dal governo centrale.

«Abbiamo assistito, a partire dal 2007, ad un progressivo ed importante depauperamento  del Fondo Nazionale per le Politiche Sociali e, conseguentemente, del Fondo Regionale di Assistenza Sociale, che consentiva di dare supporto a famiglie, giovani, disabili che si trovavano in una situazione di difficoltà,  passando da un’assegnazione di €  1.121.097,00 per il 2007 a quella assegnata per il 2011 di € 256.187,77

In queste condizioni non solo sarà difficile poter garantire i contributi alle famiglie, il supporto a progetti che riguardano i minori a rischio, i contributi per le locazioni,  ma anche continuare a garantire l’assistenza domiciliare ed altri interventi di sostegno alla famiglia.

In questa attuale condizione  di grave disagio per le amministrazioni locali – figlia delle ripetute manovre di questo Governo, mirate ad impoverire ancora di più i già poveri ed escludere coloro che potrebbero, in un ottica di solidarietà collettiva, dare un importante contributo – potrebbero essere  fortemente a rischio tutti quei servizi alla persona che sono stati da sempre il vanto di questo territorio. I Sindaci e la Società della Salute sono impegnati a valutare la situazione di strutture e servizi, in un’ottica di ridimensionamento delle spese, e a ricercare tutte le possibili soluzioni organizzative al fine di mantenere un adeguato livello dei servizi e garantire inalterata la qualità delle prestazioni.

Ove ciò non bastasse  i Sindaci e la Società della Salute saranno costretti ad operare interventi aggiuntivi.

Alla luce della situazione sopra delineata i Sindaci e la Società della Salute fanno appello alle forze del Volontariato e a tutte quelle forze sociali impegnate sul territorio affinché condividano i percorsi e, in sinergia con le istituzioni,  mettano a disposizione dei cittadini tutte le risorse disponibili che la nostra comunità esprime.

Le istituzioni di questo territorio faranno di tutto per contrastare questo disegno che tende a impoverire lo stato sociale faticosamente costruito in tanti anni, rifiutando con forza quanto si sta prefigurando e cioè l’abbandono delle fasce più deboli della popolazione».

Gianni Anselmi – Sindaco di Piombino

Rossana Soffritti – Sindaco di Campiglia M.ma

Michele Biagi – Sindaco di San Vincenzo

Giampaolo Pioli – Sindaco di Suvereto

Luciano Cencioni – Sindaco di Sassetta

Carlo Giannoni – Sindaco di Monteverdi M.mo

Anna Tempestini – Presidente Società della Salute Val di Cornia

Neda Caroti – Direttore della Società della Salute Val di Cornia

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 15.10.2011. Registrato sotto Foto, sociale, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 25 giorni, 18 ore, 5 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it