VAL DI CORNIA: «GRAVE SITUAZIONE NEI SERVIZI SOCIALI»

In data 10 ottobre i Sindaci della Zona Val di Cornia, unitamente al Direttore e al Presidente della Società della Salute, si sono incontrati per fare il punto sulla grave situazione in atto a causa dei tagli al welfare operati dal governo centrale.

«Abbiamo assistito, a partire dal 2007, ad un progressivo ed importante depauperamento  del Fondo Nazionale per le Politiche Sociali e, conseguentemente, del Fondo Regionale di Assistenza Sociale, che consentiva di dare supporto a famiglie, giovani, disabili che si trovavano in una situazione di difficoltà,  passando da un’assegnazione di €  1.121.097,00 per il 2007 a quella assegnata per il 2011 di € 256.187,77

In queste condizioni non solo sarà difficile poter garantire i contributi alle famiglie, il supporto a progetti che riguardano i minori a rischio, i contributi per le locazioni,  ma anche continuare a garantire l’assistenza domiciliare ed altri interventi di sostegno alla famiglia.

In questa attuale condizione  di grave disagio per le amministrazioni locali – figlia delle ripetute manovre di questo Governo, mirate ad impoverire ancora di più i già poveri ed escludere coloro che potrebbero, in un ottica di solidarietà collettiva, dare un importante contributo – potrebbero essere  fortemente a rischio tutti quei servizi alla persona che sono stati da sempre il vanto di questo territorio. I Sindaci e la Società della Salute sono impegnati a valutare la situazione di strutture e servizi, in un’ottica di ridimensionamento delle spese, e a ricercare tutte le possibili soluzioni organizzative al fine di mantenere un adeguato livello dei servizi e garantire inalterata la qualità delle prestazioni.

Ove ciò non bastasse  i Sindaci e la Società della Salute saranno costretti ad operare interventi aggiuntivi.

Alla luce della situazione sopra delineata i Sindaci e la Società della Salute fanno appello alle forze del Volontariato e a tutte quelle forze sociali impegnate sul territorio affinché condividano i percorsi e, in sinergia con le istituzioni,  mettano a disposizione dei cittadini tutte le risorse disponibili che la nostra comunità esprime.

Le istituzioni di questo territorio faranno di tutto per contrastare questo disegno che tende a impoverire lo stato sociale faticosamente costruito in tanti anni, rifiutando con forza quanto si sta prefigurando e cioè l’abbandono delle fasce più deboli della popolazione».

Gianni Anselmi – Sindaco di Piombino

Rossana Soffritti – Sindaco di Campiglia M.ma

Michele Biagi – Sindaco di San Vincenzo

Giampaolo Pioli – Sindaco di Suvereto

Luciano Cencioni – Sindaco di Sassetta

Carlo Giannoni – Sindaco di Monteverdi M.mo

Anna Tempestini – Presidente Società della Salute Val di Cornia

Neda Caroti – Direttore della Società della Salute Val di Cornia

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 15.10.2011. Registrato sotto Foto, sociale, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    67 mesi, 4 giorni, 1 ora, 18 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it