TOSCANA: CONTRIBUTI ALL’IMPRENDITORIA GIOVANILE

La Regione Toscana ha approvato la nuova legge per il sostegno all’imprenditoria giovanile, femminile e per coloro che hanno usufruito di ammortizzatori sociali e che intendono avviare un’attività. La legge diventerà operativa a breve, con tutta probabilità entro la fine di ottobre secondo quanto annunciato dalla Regione, quando dovrebbe essere pubblicato il bando di accesso ai contributi.

La nuova legge rispetto a quella precedente amplia la rosa dei potenziali fruitori, estendendo la possibilità di accedere agli aiuti ai giovani fino a 40 anni (prima 35), alle donne e ai lavoratori che hanno usufruito degli ammortizzatori sociali (cassa integrazione o mobilità), quest’ultime due categorie senza limiti di età.
Il sostegno sarà sotto forma di: contributi per l’abbattimento degli interessi, prestazione di garanzie su operazioni di finanziamento e leasing, assunzione di partecipazioni di minoranza nel capitale dell’impresa.
Rispetto a prima viene ampliata la sfera delle attività per le quali è possibile chiedere il contributo. Sono escluse le imprese agricole (che godono di un regime di contributo proprio).

Si ricorda inoltre che sono tuttora aperti i seguenti bandi:

1) fino alle ore 17 del 31 ottobre 2011 è aperto il bando 2011 per contributi finalizzati all’acquisizione delle certificazioni di qualità da parte delle imprese del turismo e commercio.
Possono partecipare aziende singole, centri commerciali naturali e raggruppamenti temporanei d’impresa.. Sono ammissibili le spese per servizi di consulenza in materia di certificazione avanzata (Iso 9000 e 14001, Ohsas, Emas, Sa 8000, Ecolabel).
L’aiuto consiste in un contributo a fondo perduto pari al 50% della spesa prevista.

2) Sostegno ai processi di integrazione tra le imprese per operazioni di acquisizione d’azienda o ramo d’azienda, fusione, costituzione di consorzi, costituzione e sviluppo di reti d’impresa.
Il contributo, in conto capitale (in pratica a fondo perduto), varia a seconda della tipologia d’investimento.
Possono partecipare le imprese manifatturiere; costruzioni; trasporto e magazzinaggio; consulenza; studi di architettura e ingegneria; pulizia e disinfestazione, cura e manutenzione del paesaggio; assistenza sociale; lavanderie; parrucchieri ed estetisti; riparazione computer; altre attività.
Sono ammissibili i costi riferiti ad impianti industriali, macchinari, attrezzature, consulenze, assunzioni. La prossima scadenza (trimestrale) del bando è il 30 settembre.

3) Finanziamenti a tasso zero alle imprese artigiane.
Possono partecipare le pasticcerie (se iscritte alle imprese artigiane), le attività di ristorazione senza somministrazione con preparazione di cibi da asporto; noleggio; agenzie di viaggio; attività manifatturiere; costruzioni; riparazione autoveicoli e motocicli; servizi di informazione e comunicazione; determinate attività di servizi e assistenza sociale.
Sono ammissibili progetti di investimento relativi a sviluppo aziendale, trasferimento d’impresa, industrializzazione dei risultati di ricerca.
Il finanziamento è pari al 60% per progetti di sviluppo (70% se realizzati da imprese femminili o giovanili), 70% per le altre tipologie di progetto.
L’investimento non può essere inferiore a € 50.000 e non può superare € 2.000.000. La prossima scadenza (trimestrale) del bando è il 30 settembre.

4) Contributi a fondo perduto e prestiti a tasso agevolato finalizzati all’autoimpiego.
Possono usufruirne persone non occupate che intendono intraprendere un’attività sotto forma di:   ditta individuale per imprese nei settori del commercio, produzione di  beni, servizi,  società di persone (microimpresa) per imprese di produzione di beni e fornitura di servizi (il commercio è escluso),  franchising per commercio beni e servizi.
Le domande possono essere presentate in qualsiasi momento. La gestione è affidata a Invitalia – Agenzia Nazionale per lo sviluppo d’impresa (www.autoimpiego.invitalia.it).

5) Garanzie a favore degli investimenti delle pmi (in pratica mutui a tasso agevolato).
Nell’ambito di questo bando sono previsti anche mutui a tasso agevolato secondo il meccanismo del microcredito (finanziamenti fino a un massimo di € 15.000 per investimenti non superiori a € 20.000).

I bandi sono disponibili sul sito della Regione Toscana www.regione.toscana.it Per chiarimenti sui bandi è possibile rivolgersi alla Provincia di Livorno, Ufficio Turismo Marketing Territoriale, Dott.ssa Maria Angela Nocchi. Info: tel. 0586/257326 mail: ma.nocchi@provincia.livorno.it

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 9.9.2011. Registrato sotto Foto, Giovani e Sapere, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    47 mesi, 12 giorni, 14 ore, 27 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it