TOSCANA: LA REGIONE SOSTIENE I POF DELLE SCUOLE

FIRENZE – Un impegno finanziario che sfiora i 10 milioni di euro con 39 azioni educative che la Regione Toscana  indica alle scuole di ogni ordine e grado per l’anno scolastico che sta per iniziare. E’ tutto scritto in una delibera approvata dalla Giunta Regionale su proposta di Stella Targetti, assessore all’Istruzione, per sostenere le scuole nei loro Piani di Offerta Formativa (POF).

Le  norme nazionali prevedono che le Regioni possano sostenere i piani di studio delle scuole fino al 20% del monte orario annuale obbligatorio in modo che le singole istituzioni scolastiche, nel rispetto della loro autonomia, possano essere aiutate con offerte formative regionali di qualità.

La Regione Toscana ha dunque approvato i suoi “indirizzi”: per l’anno scolastico 2011/12 si tratta di 18 progetti articolati in 39 azioni. Le scuole possono scegliere di aderire e di inserirle nei loro POF.

Per sostenere la scuola toscana nel miglioramento degli apprendimenti, la delibera declina un concetto generale (“educazione alla cittadinanza attiva”) affrontando singole problematiche della società contemporanea: educazione ambientale, lotta alla dispersione scolastica, legalità, educazione musicale, salute, stili di vita, antirazzismo, cultura, viaggi di istruzione. Nella delibera – pubblicata sul sito della Regione Toscana – sono indicate le molteplici opportunità: percorsi educativi, corsi di formazione per insegnanti, banche dati, siti internet, strumenti e servizi per la scuola.

Per ciascuna delle 39 azioni vengono indicati riferimenti e modalità di accesso. Le risorse mosse sfiorano, in totale i 10 milioni di euro: ma a tale cifra possono sommarsi cofinanziamenti di partner locali, pubblici e privati.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 26.8.2011. Registrato sotto Foto, Giovani e Sapere, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 19 giorni, 16 ore, 41 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it