PD: “LA CHIUSURA DELLE CAVE NON E’ PIU’ RINVIABILE”

Riceviamo e pubblichiamo integralmente da Vito Bartalesi Responsabile ambiente Federazione PD Piombino-Val di Cornia-Elba.

“La federazione PD della Val di Cornia Elba- inizia il comunicato – ha discusso in merito alla posizione assunta dall’amministrazione comunale e dall’unione Comunale del Pd di Campiglia in merito alla richiesta del rinnovo delle concessioni minerarie “Botro ai marmi” e “Montorsi” presentate dalle società “Minerali industriali S.p.A” e “Sales S.p.A” riguardanti attività mineraria.

Il forte carico ambientale costituito dalle attività estrattive nei territori collinari che riguarda principalmente il comune di Campiglia Marittima, ma anche quello di San Vincenzo e Suvereto, costituisce un grave problema la cui soluzione non è più rinviabile.

Nel merito, quindi, della vicenda in discussione nel comune di Campiglia M.ma la Federazione PD della Val di Cornia – Elba, esprime totale condivisione delle valutazioni espresse dalla Giunta Comunale e dai locali circoli del partito. Come più volte espresso nei programmi amministrativi con cui il partito si è presentato di fronte ai cittadini, ribadiamo la convinzione che non si possano più aprire nuovi fronti di cava e che il ripristino ambientale del territorio debba procedere di pari passo con le lavorazioni residue.

Consideriamo, allo stesso tempo, con preoccupazione la situazione che il settore estrattivo vive anche sul nostro territorio, compresso da una gravissima crisi economica a lungo trascurata ed adesso esplosa nella sua assoluta gravità. La Federazione PD Val di Cornia – Elba, a tale scopo, richiede e ricerca un confronto serrato con le rappresentanze sindacali e con le imprese del settore per costruire insieme un percorso che ci consenta di dare risposte concrete ed immediate anche sul versante occupazionale.

Ci sentiamo impegnati  – conclude Bartelalesi – a costruire un futuro di solidità economica dei nostri territori che valorizzi le risorse ambientali e costruisca un modello equilibrato in cui l’ambiente rappresenti un valore aggiunto da vivere e da consegnare alle future generazioni”.

 

Vito Bartalesi

Responsabile ambiente Federazione PD

La federazione PD della Val di Cornia Elba ha discusso in merito alla posizione assunta dall’amministrazione comunale e dall’unione Comunale del Pd di Campiglia in merito alla richiesta del rinnovo delle concessioni minerarie “Botro ai marmi” e “Montorsi” presentate dalle società “Minerali industriali S.p.A” e “Sales S.p.A” riguardanti attività mineraria.

Il forte carico ambientale costituito dalle attività estrattive nei territori collinari che riguarda principalmente il comune di Campiglia Marittima, ma anche quello di San Vincenzo e Suvereto, costituisce un grave problema la cui soluzione non è più rinviabile.

Nel merito, quindi, della vicenda in discussione nel comune di Campiglia M.ma la Federazione PD della Val di Cornia – Elba, esprime totale condivisione delle valutazioni espresse dalla Giunta Comunale e dai locali circoli del partito. Come più volte espresso nei programmi amministrativi con cui il partito si è presentato di fronte ai cittadini, ribadiamo la convinzione che non si possano più aprire nuovi fronti di cava e che il ripristino ambientale del territorio debba procedere di pari passo con le lavorazioni residue.

Consideriamo, allo stesso tempo, con preoccupazione la situazione che il settore estrattivo vive anche sul nostro territorio, compresso da una gravissima crisi economica a lungo trascurata ed adesso esplosa nella sua assoluta gravità. La Federazione PD Val di Cornia – Elba, a tale scopo, richiede e ricerca un confronto serrato con le rappresentanze sindacali e con le imprese del settore per costruire insieme un percorso che ci consenta di dare risposte concrete ed immediate anche sul versante occupazionale.

Ci sentiamo impegnati a costruire un futuro di solidità economica dei nostri territori che valorizzi le risorse ambientali e costruisca un modello equilibrato in cui l’ambiente rappresenti un valore aggiunto da vivere e da consegnare alle future generazioni.

Vito Bartalesi

Responsabile ambiente Federazione PD.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 16.8.2011. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    18 mesi, 23 giorni, 1 ora, 46 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it