POGGIO ALL’AGNELLO. DOVE È LA CONCESSIONE PER LA SPIAGGIA PRIVATA?

Il casone oggi

Riceviamo e pubblichiamo dal Comitato per Campiglia.

A marzo sarà inaugurato il mega villaggio turistico di Poggio all’Agnello, un complesso da 800 posti letto. Così se ne va definitivamente uno dei più importanti patrimoni rurali della Val di Cornia. Ma dove andranno al mare i nuovi turisti di Poggio all’Agnello? Il sito internet della società è esplicito e preciso: La nostra spiaggia privata si trova direttamente all’interno del Golfo di Baratti ed è attrezzata con ombrellone, 2 lettini e 2 poltrone da regista” (http://www.poggioallagnello.it/it/servizi/spiaggia-privata ).  Ma in base a quale atto possono dire “nostra spiaggia privata”?

In effetti il Comune di Piombino promise nel 2003 con apposita convenzione (art. 6) di impegnarsi per individuare idonea soluzione per la creazione di una spiaggia attrezzata nel golfo di Baratti a servizio del complesso turistico. Però la previsione di una spiaggia riservata al resort è contenuta solo nella piano particolareggiato di Baratti, il quale non è stato ancora approvato e che molto probabilmente dovrà essere cambiato dopo la mobilitazione della popolazione.

La stessa Giunta comunale ha fatto sapere sui giornali di questi giorni che sarebbe disposta a rimettere in discussione la concessione.  Allora, come è possibile pubblicizzare la spiaggia privata se non c’è stata finora alcuna concessione deliberata? Forse si tratta di pubblicità ingannevole per i clienti? A meno che non ci siano promesse o atti non resi noti dal Comune. Ma non crediamo. Comunque invitiamo chi di dovere a fare chiarezza.

Comitato per Campiglia
8 febbraio 2011

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 9.2.2011. Registrato sotto ambiente/territorio, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

3 Commenti per “POGGIO ALL’AGNELLO. DOVE È LA CONCESSIONE PER LA SPIAGGIA PRIVATA?”

  1. Graziella Guglielmi

    Basta fare una contro pubblicità ed un ricorso al TAR che farei anche personalmente se avessi tutto il materiale necessario. Scrivere sui giornali può essere utile per rendere pubblico un problema, ma non basta più se la cosa, specie se non legittima, rimane nella cronaca locale. Non credo che al Comitato manchino forza e coraggio per andare avanti, oltretutto, presentandosi a nome di più persone otterrebbe un’attenzione maggiore. Buon lavoro. Graziella Guglielmi

  2. mario

    buona l’idea di una contropubblicità. Si potrebbe denunciare anche all’associazione consumatori

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 21 giorni, 10 ore, 58 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it