TRENI: POCHI CAMBIAMENTI, MA TUTTI IN PEGGIO A CAMPIGLIA

Con l’entrata in vigore del nuovo orario di Trenitalia (12 dicembre 2010) anche i treni usati dai pendolari toscani potrebbero subire  qualche lieve modifica nell’orario. Per questo l’assessorato ai trasporti della Regione Toscana invita tutti i passeggeri a controllare con attenzione negli appositi tabelloni o sul sito di Trenitalia l’orario del treno che intendono prendere ed eventualmente a chiamare il numero verde 800570530.

«E’ un invito di accortezza – specificano all’assessorato – per evitare che, magari per pochi minuti, ci possano essere disguidi, anche se nella maggioranza dei casi l’orario dei treni regionali non subisce modifiche e non ci saranno penalizzazioni per chi viaggia in Toscana. L’orario dei treni viene ogni anno aggiornato, due volte l’anno, a dicembre e a giugno, in base ad un accordo europeo al quale fa riferimento Trenitalia, e viene poi comunicato alla Regione senza però  che la Regione abbia competenza in materia e senza che  questo rientri minimamente nell’accordo di servizio fra Regione e Trenitalia».

Sinistra, Ecologia e Libertà ha preso in parola la raccomandazione della Regione Toscana e ha controllato la nuova situazione alla stazione di Campiglia Marittima. Leggiamo insieme quali sono le novità (ovviamente tutte in peggio come da anni succede in questa stazione) apportate dal nuovo orario.

«Siamo venuti a conoscenza – inizia SEL – che Trenitalia ha pubblicato i nuovi orari ferroviari. Quello che colpisce , riguardo alla nostra realtà, sono alcuni cambiamenti di orario e soppressioni di treni che denotano da una parte una penalizzazione verso tutti quelle persone che per lavoro, studio ( pendolari) fanno uso del treno e più in generale del mezzo pubblico, dall’altra una continua azione per un progressivo abbandono della linea Campiglia Marittima – Piombino. A questo va aggiunto la mancanza di raccordo ( allo stato attuale) tra orari treni, autobus, navi. Dopo tanto dire e di dichiarazioni siamo sempre alle solite e a pagare sono gli  utenti con meno servizi e tariffe più alte».

Infatti risulta: Treno n 3102 arrivo a Campiglia M. ore 6.02 e 11873 in partenza da Campiglia M. per Piombino alle ore 6.00. Due minuti di differenza che obbligheranno i passeggeri ad attendere  il collegamento con Piombino con l’autobus delle ore 7.00.

Soppressione della corsa delle ore 7.10 da Campiglia M. a Piombino: in questo caso i pendolari, per la maggior parte, che arrivano a Campiglia M. con il treno delle 7.05 dovranno proseguire per San Vincenzo per utilizzare il treno3103 con arrivo a Piombino alle 7.49 .

Soppressione dei treni  6676 da Piombino per Livorno delle ore 7.46 e del   6780 da Grosseto a Campiglia M. ( che impediscono il collegamento con l’autobus delle 20.55 per Piombino).

«Come SEL Piombino- Val Di Cornia , in relazione già ad una azione intrapresa dalla CGIL trasporti verso Trenitalia, chiediamo che anche i Comuni, la Provincia, la Regione intervengano per chiedere  una correzione  negli orari dei treni e il ripristino di treni essenziali per la mobilità nella nostra zona e non solo tenendo di conto che si penalizza ancora i collegamenti anche con l’Elba. Altresì è sempre più urgente una discussione sulla  linea Piombino-Campiglia M. , la sua utilità, la sua eventuale trasformazione».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 13.12.2010. Registrato sotto Foto, sociale, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 20 giorni, 0 ore, 11 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it