ELBA, DELEGAZIONE DI RESIDENTI RICEVUTA IN REGIONE

La Planasia lascia il porto di Piombino

Certezza sulle tariffe, trasparenza nelle procedure per l’appalto della gestione dei traghetti Toremar e attenzione al rispetto dei principi di libera concorrenza: queste sono state le richieste fatte da una delegazione di cittadini elbani che questa mattina ha organizzato un piccolo presidio a Firenze davanti a Palazzo Strozzi Sacrati, sede della Presidenza della Regione, ed è stata ricevuta dalla vicepresidente Stella Targetti.

La delegazione, composta da due residenti ed un rappresentante dei proprietari di seconde case, ha espresso preoccupazione per il futuro dei collegamenti tra la costa e l’isola d’Elba in rapporto alla gara d’appalto per la privatizzazione del servizio di traghetto effettuato dalla compagnia di navigazione Toremar, oggi di proprietà pubblica. «Le preoccupazioni di questi cittadini sono legittime e la Regione se ne farà carico – ha detto la vicepresident e Targetti al termine dell’incontro – anche perché è nostro prioritario interesse quello di ottenere le migliori condizioni di servizio possibili da parte del vincitore della gara di appalto. Sappiamo bene che l’attenzione sul tema è alta e che quello che non riusciremo ad ottenere dalla gara ci sarà poi chiesto in termini di sovvenzioni».

Durante l’incontro si è affrontato anche il tema del costo del biglietto per il servizio di traghetto, ritenuto troppo oneroso da parte dei residenti seppur nella media delle tariffe nazionali per servizi analoghi. «I cittadini – ha spiegato Targetti – percepiscono il costo del biglietto come un problema economico per i loro spostamenti ed un freno al turismo.

E’ un disagio sentito da tutte le popolazioni isolane che in questo caso viene acuito dal timore che un operatore privato applichi tariffe maggiori rispetto ad uno pubblico. La Regione Toscana non può continuare a svolgere un ru olo di armatore e dunque è necessaria la privatizzazione di Toremar ma faremo di tutto per garantire ai cittadini ed ai turisti un buon servizio, con tariffe chiare e condizioni non peggiorative rispetto a quelle attuali».

Le condizioni per la gara d’appalto prevedono comunque che ai residenti siano garantite agevolazioni particolari: il 50 per cento del costo del biglietto sarà coperto dal sussidio pubblico ed inoltre la Regione chiederà al vincitore della gara ulteriori sconti. La gara porterà anche al rinnovo della flotta, questa infatti è una delle principali condizioni poste per l’affidamento del servizio.

Durante l’incontro la vicepresidente ha ricordato la seduta straordinaria della Giunta regionale che si è svolta a Portoferraio lo scorso 12 novembre e che ha avuto come cardine proprio i problemi relativi al rilancio turistico e ambientale dell’Elba. «L’isola d’Elba – ha detto –  ha bisogno di ripartire con una nuova configurazione istituzionale e un’idea condivisa di sviluppo. E’ necessario superare la politica delle seconde case e riqualificare servizi e strutture alberghiere puntando a nuove fasce di mercato».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 23.11.2010. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 25 giorni, 12 ore, 18 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it