FIRMATO L’ACCORDO PER LA CIGS AI LAVORATORI LUCCHINI

E’ stato sottoscritto oggi, nella sede dell’assessorato provinciale del lavoro, alla Gherardesca, il verbale d’accordo per la richiesta di attivazione della Cassa Integrazione Straordinaria (CIGS) per i lavoratori della Lucchini.
All’incontro erano presenti l’assessore provinciale al lavoro Ringo Anselmi, i segretari provinciali delle categorie FIM, FIOM e UIL  e i rappresentanti dell’azienda, che il 26 ottobre aveva inviato la lettera di richiesta per l’attivazione della CIGS per crisi aziendale.
Lo strumento sarà applicato, per la durata di 12 mesi, ai lavoratori che hanno terminato la Cassa Integrazione Ordinaria, ai quali è necessario garantire il reddito in attesa  delle prospettive relative all’ attività produttiva nel 2010.
La CIGS vedrà coinvolti i lavoratori del settore treni di laminazione (TMP e TPP) a gruppi di 125 unità, per 2 settimane al mese, per un totale di 250 unità lavorative complessive mensili.

La richiesta avanzata dalla Società Lucchini è per un numero maggiore di dipendenti rispetto a  quelli effettivamente coinvolti. Lo scopo, in via prettamente cautelativa e ai fini della massima tutela dei lavoratori, è quello di fronteggiare eventuali ed imprevedibili eventi di mercato che potrebbero ritardare ogni realistica previsione di ripresa produttiva.
Per quanto riguarda gli altri settori produttivi (altoforno e acciaierie) non sono emerse situazioni problematiche e l’azienda ha ribadito che non sono previste fermate dell’altoforno.

La Lucchini ha, inoltre, confermato la continuità dei rapporti di lavoro, e quindi la permanenza in azienda, per gli apprendisti e i lavoratori con contratti a termine.
Lo strumento della Cassa Integrazione Straordinaria sarà, comunque, finalizzato al riassorbimento di tutto il personale coinvolto, dopo l’attuazione di tutte le misure ed azioni finalizzate al superamento della crisi.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 2.11.2009. Registrato sotto cronaca, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    41 mesi, 2 giorni, 23 ore, 6 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it