PIOMBINO: DALMINE, LA REGIONE RIBADISCE IL PROPRIO IMPEGNO

Ultime novità sul fronte della crisi Tenaris-Dalmine. Oggi l’ Assessore regionale Simoncini ha partecipato al consiglio comunale aperto di Piombno. Frutto dell’ incontro una lettera inviata al governo per riaprire il confronto sulla messa in sicurezza e bonifica dell’area.

La Regione ribadisce il proprio impegno a mantenere la Dalmine a Piombino e chiede un intervento forte al governo per salvaguardare la presenza del gruppo in Italia. Contemporaneamente invia una lettera urgente ai Ministri Prestigiacomo e Scajola per riavviare il confronto sulla bonifica e messa in sicurezza dell’area.

L’assessore alle politiche del lavoro, Gianfranco Simoncini, ha partecipato stamattina a Piombino al consiglio comunale aperto dedicato all’ipotesi di chiusura dello stabilimento Tenaris-Dalmine. «A nome della Giunta regionale ho ribadito l’impegno a mantenere la Dalmine nella realtà di Piombino, tenuto conto sia del ruolo in termini occupazionali che delle prospettive, dal punto di vista della logistica, che il polo industriale può ricoprire per il gruppo. Inoltre chiediamo al governo che si adoperi con tutti i mezzi a disposizione per evitare che un gruppo così importante riduca drasticamente la presenza nel nostro Paese».

Intanto è partita oggi una lettera firmata dall’assessore Simoncini, dall’assessore all’ambiente Anna Rita Bramerini, dal sindaco di Piombino Gianni Anselmi e dal presidente della Provincia di Livorno Giorgio Kutufà, ed indirizzata ai Ministri dell’ambiente Stefania Prestigiacomo e allo sviluppo economico Claudio Scajola, per chiedere la riapertura del confronto sulla messa in sicurezza e bonifica dell’area.

«Chiediamo al governo – ha concluso l’assessore Simoncini – di riavviare il confronto perchè mi risulta che non siano state rese disponibili le stesse risorse degli anni passati per questo scopo. E soprattutto vorremmo anche discutere il tipo di intervento da mettere in atto».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 23.10.2009. Registrato sotto Economia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    45 mesi, 11 giorni, 22 ore, 44 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it