NOTIZIE DALLA VAL DI CORNIA DEL 26 AGOSTO 2009

Vediamo insieme le notizie di oggi dalla Val di Cornia.

SUVERETO: PER PARLARE DI PAPI MA ANCHE DI VERONICA

SUVERETO. Elisa Alloro, 32 anni, showgirl e neoscrittrice presenta il 27 agosto, alle ore 21,30 al Chiostro per la rassegna ” Gli incontri del Chiostro” giunta quest’anno alla sua decima edizione un libro di 99 pagine intitolato “Noi le ragazze di Silvio” ( Aliberti editore, 9,99 euro ), che lei ha scritto come risposta a quell’accusa di Veronica Lario, moglie arrabbiatissima del premier Silvio Berlusconi, di”ciarpame senza pudore”, accusa che Elisa (ma anche molte altre) non ha mai digerito.

La Alloro infatti nel suo libro, difende il mondo delle veline, le eventuali loro ambzioni elettorali e racconta i suoi incontri con il premier, che non esita a definire “una miniera di saggezza”, ricordando le sue serate a Villa Certosa, i personaggi che ha incontrato e tanti aneddoti, fa i quali quello che riguarda la permanenza della giovanissima Noemi Letizia a Villa Certosa, aggiungendo che l’incriminata Noemi non era la sola, ma soprattutto non era la prima a chiamare “papi” il presidente. Elisa Alloro nel suo libro che spiegherà durante un’intervista con la giornalista Maria Antonietta Schiavina, pone l’accento su alcune caratteristiche di Silvio Berlusconi, non esitando a definirlo “lavoratore indefesso che concede poche ore al sonno”. Ma parla soprattutto della sua candidatura alle elezioni europee, saltata perchè qualcuno ha pensato che una showgirl non potesse avere intelligenza, capacità e cultura per espletare il mandato di deputato europeo.

E qui il riferimento al’ex-moglie del Premier è un affondo deciso : lei non si sente “ciarpame senza pudore” come Veronica Lario ha “marchiato” alcune candidate del PdL alle europee solo perchè hanno un trascorso nel mondo dello spettacolo, dimenticando le sue origini che non sembrano essere diverse o essere molto lontano. E spiega che il suo non è un affondo contro Veronica Lario portato con risentimento, ma una difesa dell’intelligenza delle donne, delle loro capacità, anche lavorative. Nell’incontro a Suvereto spiegherà al pubblico come stanno realmente le cose. A tutti i presenti crederle o no. Ai posteri l’ardua sentenza! L’ingresso è libero.

CROLLO DI VIA GROSSETO, DAL 20 AGOSTO TUTTE LE FAMIGLIE RIENTRATE

PIOMBINO – Situazione normalizzata in via Grosseto, dopo il crollo del tetto della palazzina comunale che aveva portato all’evacuazione di 12 famiglie lo scorso 21 giugno.

Dal 20 agosto scorso, in anticipo rispetto ai tempi previsti, tutte le famiglie hanno potuto riprendere possesso degli appartamenti, a conclusione degli interventi di ripristino del tetto affidati da Casalp a una ditta umbra, per un totale di 50 mila euro circa.

Insieme ai lavori di ripristino delle coperture, stanno per concludersi anche le opere di manutenzione straordinaria su tutti e tre gli edifici che formano il complesso pubblico delle case popolari di via Grosseto, avviate poco prima del crollo del 21 giugno scorso, con rifacimento della facciata, degli infissi e dei terrazzi. Il tutto per una spesa complessiva di 240.550 euro.
A carico del Comune, invece, le spese di emergenza per garantire l’ospitalità delle famiglie in questi due mesi, sette delle quali in albergo, i trasferimenti e altro, per un totale di 30 mila euro circa.

L’assessore alle politiche abitative Anna Tempestini, che insieme a Casalp ha seguito fin da subito l’iter d’urgenza, sottolinea con soddisfazione la conclusione dei lavori e i tempi accettabili di rientro delle famiglie nelle proprie case.

Il crollo del tetto, in via di rifacimento, era avvenuto durante un violento temporale che aveva provocato l’evacuazione immediata dei residenti, fortunatamente senza provocare danni alle persone. Nonostate il tetto fosse molto vecchio, a provocare il disastro una serie di concause, tra le quali, come avevano sottolineato l’assessore Tempestini e Casalp, anche le modalità di gestione del cantiere da parte della ditta casertana esecutrice dei lavori.

PIOMBINO: GRAN GALÀ DELLA SQUADRA NAZIONALE DI RITMICA

Giovedì 27 agosto alle 21.00 al Palazzetto dello Sport “M. Franci” in Via Ferrer a Piombino il Comune in collaborazione con la Federazione Ginnastica d’Italia organizza il Gran Galà della squadra nazionale italiana di ginnastica ritmica.

E’ l’occasione per conoscere ed ammirare una squadra vincente, dedita al lavoro e al sacrificio per raggiungere prestigiosi risultati: dal 2003 ad oggi ha conquistato ben 45 medaglie, di cui tre medaglie oro alla manifestazione di Coppa del Mondo disputata a Pesaro a maggio, e il quarto posto alle olimpiadi di Pechino. E ancora la medaglia d’oro alle 5 funi agli ultimi Campionati Europei di Torino, l’oro Mondiale di Baku e l’argento Olimpico di Atene.

Le 10 ragazze della nazionale, Elisa Santoni, Elisa Blanchi, Daniela Masseroni, Angelica Savrayuk, Romina Laurito, Giulia Galtarossa, Erica Buratti, Marta Pagnini, Serena Finotti, Alice Galli, sono stanno allenando in zona, tra Riotorto e Follonica, per i prossimi campionati del mondo che si terranno a Miè in Giappone dal 7 al 13 settembre.

Accompagna la squadra lo staff tecnico di cui Emanuela Maccarani è responsabile tecnico, Klarita Kodra cura la coreografia, Eva D’amore e Francesca Cugurra assistenti, mentre la direttrice tecnica è la professoressa Marina Piazza. Al Gran Galà le “Farfalle della ritmica italiana” presenteranno in anteprima gli stessi esercizi e coreografie che porteranno in gara ai mondiali nipponici. L’ingresso alla manifestazione è libero.

UN DIAVOLETTO IN MINIERA AI PARCHI VAL DI CORNIA

A bordo di uno speciale treno minerario, lungo i binari della galleria Lanzi-Temperino, l’inedito incontro con Aldo il diavoletto della miniera, venerdì 28 agosto alle ore 21 e a seguire alle 22 presso il Parco archeominerario di San Silvestro, a Campiglia Marittima (LI).

Sorprendenti incontri nel cuore del Parco archeominerario di San Silvestro. Il bizzarro Aldo, che voleva fare l’angelo ma proprio non c’era portato, s’incontra lungo i binari della galleria Lanzi-Temperino, ovvero un chilometro e mezzo da percorrere a bordo di uno speciale treno minerario. S’intitola “Il diavoletto della miniera” l’animazione teatrale a cura di Federico Guerri da segnare in agenda per venerdì 28 agosto alle ore 21 e a seguire alle 22 presso il Parco archeominerario di San Silvestro, a Campiglia Marittima (LI). Un viaggio nel cuore della terra sulle ali della fantasia, in uno scenario naturale sospeso tra memoria e presente, lungo l’antica via ferrata utilizzata dai minatori, in cui Aldo, alla sua maniera, racconterà i colori dei minerali e la storia della miniera, illustrando e affascinando con spiegazioni sulle tecniche di lavorazione, ma anche facendo sorridere. Aldo un po’ per la birichinaggine dei bambini, un po’ per sbadataggine, ma anche per le macchinazioni dei compagni di classe (specie quel primo della classe di Lucifero, detto Lucio) e un po’ per sana cattiveria è finito per diventare un diavoletto.

E il suo primo infernale incarico è quello di controllare, nel Parco archeominerario di San Silvestro, uno dei tunnel che portano alla periferia dell’Inferno. In pratica, deve fare il vigile urbano tra il Mondo-di-Qui e quello di-Là, in una zona a scarso traffico. E Aldo quando passa un trenino pieno di visitatori si mette a raccontare la sua storia più che volentieri, tra uno scherzo malvagio e un’avventura, un personaggio buffo e grottesco e un tentativo di buona azione che, potrebbe far spuntare un paio di ali d’angelo. Divertimento, interazione e animazione, gli ingredienti di questa speciale visita di taglio teatrale, per i bambini e per chi ha ancora voglia di esserlo, al costo di 8 euro, gratuito sotto i 6 anni. Per informazioni e prenotazione, che è consigliata, telefonare allo 0565226445.

Dove e quando: “Il diavoletto della miniera” al Parco archeominerario di San Silvestro, a Campiglia Marittima (LI), venerdì 28 agosto alle ore 21 e 22, prezzo del biglietto 8 euro, gratuito sotto i 6 anni. Il ritrovo all’ingresso del parco, presso la biglietteria, è trenta minuti prima dell’inizio dell’animazione. Per informazioni e prenotazione, che è consigliata, telefonare allo 0565226445.


ANCHE DALLA VAL DI CORNIA ALLA MARCIA PER LA LEGALITA’

Il 12 settembre 2009 si terrà come ogni anno la marcia per la legalità «Agliana – Quarrata (PT)» in marcia per la legalità. alla manifestazione per la giustizia e la legalità in Italia, giunta alla sedicesima edizione, vedrà anche quest’anno la partecipazione di molti personaggi fortemente impegnati su questo tema.

Quest’anno intervengono Rita Borsellino, Giancarlo Caselli, Marco Travaglio, Gabriella Stramaccioni, Gherardo Colombo, Gianni Minà, Riccardo Petrella, Padre Alex Zanotelli, Don Alessandro Santoro.

Per chi vuole partecipare a questo importante evento è stato organizato un autobus con partenza dalla Val di Cornia. Partenza in autobus da Venturina alle 15,15 ( da Piombino alle 15 ). Arrivo ad Agliana alle 18 per la marcia. E’ previsto un contributo da definire ( intorno ai 15 euro ) per le spese dell’autobus.
Rientro in sede al termine della manifestazione ( previsto verso le 2,00). Chi vuole iscriversi: tel. 338-9318641 ( Ado ) – 389-2736710 ( Grazia ) oppure: adogrilli@alice.it

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 28.8.2009. Registrato sotto cronaca, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    41 mesi, 0 giorni, 12 ore, 18 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it