LA VAL DI CORNIA UNITA DALL’INFORMATICA

I Comuni ed il Circondario della Val di Cornia sono pronti a spendere oltre 453mila euro per accorciare le distanze geografiche tra un Comune e l’altro, avvicinare le amministrazioni pubbliche ai bisogni degli utenti e ridurre l’utilizzo di carta e spese postali.

L’ufficio associato dei servizi informatici del Circondario, composto dai tecnici dei Comuni della Val di Cornia, ha messo in campo molti progetti per attivare una serie di servizi a favore di imprese e cittadini. E soprattutto ha ottenuto dalla Regione Toscana un cofinanziamento di circa il 50% su ogni singolo progetto presentato, per un ammontare complessivo di oltre 225mila euro. Si tratta di un percorso a più tappe che si concluderà nel giro dei prossimi 2-3 anni. Tra i primi risultati già raggiunti, ad esempio, c’è la realizzazione della rete wireless (senza fili) a banda larga tra i Comuni della Val di Cornia, che servirà da supporto tecnico per la gestione dei servizi associati, l’accesso comune ad Internet ed alla Rete Telematica della Regione Toscana. La tecnologia individuata, a suo tempo, dagli esperti comunali, basata su ponti radio Hiperlan a 54 Mbps, garantisce a fronte di un investimento iniziale per l’infrastruttura (180mila euro), economicità di gestione, costi azzerati per le connessioni tra i Comuni e ridotta obsolescenza dell’hardware nel tempo.

Ciò consentirà agli operatori dei Comuni di interagire con i dati presenti sui server comunali, senza doversi spostare dal loro ufficio.
Inoltre, è in fase di conclusione l’adeguamento dei sistemi di protocollazione dei documenti (in arrivo e partenza) di tutti gli enti e sono state attivate le caselle di posta certificata insieme alla consegna delle firme digitali nei vari uffici. D’ora in avanti, i Comuni ed il Circondario della Val di Cornia sono in grado di usufruire di nuovi strumenti per la gestione informatica degli atti, riducendo i tempi ed i costi per l’utilizzo di carta e servizio postale. In pratica, è possibile la trasmissione telematica dei documenti fra pubbliche amministrazioni e garantire il diritto dei cittadini all’uso delle tecnologie.

In questo momento è in corso la ristrutturazione dei siti web dei Comuni e del Circondario che si concluderà verso l’estate: per la prima volta, tutti i siti avranno una veste grafica omogenea e rispetteranno le normative di usabilità ed accessibilità.
Per il prossimo futuro, c’è la volontà d’attivare un sistema di videoconferenza per instaurare nuove modalità di dialogo e di gestioni delle riunioni tra gli enti (soprattutto Provincia e Regione), in modo da introdurre una maggiore efficienza amministrativa che accorcia tempi, costi e distanze.

Nei prossimi mesi, il gruppo associato dell’informatica cercherà di attivare uno sportello informativo on-line ed il progetto “Paas-Tele_P@B” che consentirà ai cittadini di partecipare al processo di formazione del bilancio del loro Comune. Attualmente i Comuni interessati dal progetto sono Sassetta, Suvereto e Campiglia. Piombino e San Vincenzo intendono attivare i servizi di Tele_P@B per il bilancio sociale e partecipato.

A partire da quest’anno il Circondario della Val di Cornia partecipa anche al progetto Start che prevede l’acquisizione di un sistema telematico per lo svolgimento delle procedure di gara prescelto dalla Regione Toscana.

Per quanto riguarda i servizi alle imprese, c’è da ricordare che sul sito del Circondario della Val di Cornia, nella sezione del SUAP, si può trovare la modulistica necessaria per la presentazione delle varie istanze imprenditoriali. A breve, terminerà la realizzazione di un portale web che conterrà tutte le informazioni di carattere territoriale (catastali, urbanistiche e toponomastiche) che permetteranno un migliore governo del territorio.

E’ inoltre prevista la sperimentazione della tecnologia Voip, telefonia tramite internet, che permetterà, una volta consolidata, notevoli risparmi di spesa.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 21.2.2009. Registrato sotto scienza_tecnologia. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 0 giorni, 3 ore, 12 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it