LA CRISI LUCCHINI IN COMMISSIONE EUROPEA

Federico Mambrini dell’ESECUTIVO del Partito Socialista di Piombino commenta i risulta della
commissione europea di Bruxelles sulla attuale crisi della Lucchini.

La delegazione del partito socialista di Piombino che visitò gli impianti della Lucchini insieme all’Europarlamentare Alessandro Battilocchio ha portato a una interrogazione parlamentare,vista la gravità del momento, presso la commissione europea di Bruxelles dove si chiedono interventi seri all’Unione Europea e al governo italiano per la difesa dei lavoratori e dell’azienda cui tutti capiscono il momento di difficoltà.

Nell’interrogazione, coordinata da Federico Mambrini dell’esecutivo PS, i socialisti chiedono di sbloccare i fondi ex “CECA” che garantirebbero il mantenimento di un settore forte e moderno in Europa quale quello siderurgico nonché il trattamento delle conseguenze economiche e sociali dell’evoluzione della crisi. «Alla commissione europea abbiamo anche chiesto -prosegue Luca Baragatti,del consiglio nazionale del PS,- di sollecitare il governo italiano a investire una parte del fondo sociale europeo per il 2009 in favore dell’occupazione per favorire l’attivazione di corsi di aggiornamento e specializzazione del personale, e al contempo,considerando gli eventuali rischi per il ridotto funzionamento dell’altoforno, una tutela economica per interventi di manutenzione che garantiscano lo stato di salute dei lavoratori».

«Noi socialisti – prosegue Mambrini- capiamo il momento di recessione economica di Piombino e dell’Italia ma sentiamo l’esigenza di difendere i lavoratori e i precari che ogni volta sono i primi a subire le conseguenze delle crisi senza dimenticarci delle aziende». «Vogliamo che l’Europa aiuti e solleciti interventi per la salvaguardia della nostra fonte economica più importante sul territorio che si è dimostrata, tramite Francesco Semino, portavoce Lucchini, sensibile e attenta alla crisi e lavorando affinché alcun dipendente cadesse nel pericolo di perdere il lavoro».

L’interrogazione avrà una risposta a breve, e noi del partito socialista speriamo che tutte le nostre richieste siano accolte come sembra lo siano.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 26.12.2008. Registrato sotto Economia. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 14 giorni, 11 ore, 1 minuto fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it