LA CRISI LUCCHINI IN COMMISSIONE EUROPEA

Federico Mambrini dell’ESECUTIVO del Partito Socialista di Piombino commenta i risulta della
commissione europea di Bruxelles sulla attuale crisi della Lucchini.

La delegazione del partito socialista di Piombino che visitò gli impianti della Lucchini insieme all’Europarlamentare Alessandro Battilocchio ha portato a una interrogazione parlamentare,vista la gravità del momento, presso la commissione europea di Bruxelles dove si chiedono interventi seri all’Unione Europea e al governo italiano per la difesa dei lavoratori e dell’azienda cui tutti capiscono il momento di difficoltà.

Nell’interrogazione, coordinata da Federico Mambrini dell’esecutivo PS, i socialisti chiedono di sbloccare i fondi ex “CECA” che garantirebbero il mantenimento di un settore forte e moderno in Europa quale quello siderurgico nonché il trattamento delle conseguenze economiche e sociali dell’evoluzione della crisi. «Alla commissione europea abbiamo anche chiesto -prosegue Luca Baragatti,del consiglio nazionale del PS,- di sollecitare il governo italiano a investire una parte del fondo sociale europeo per il 2009 in favore dell’occupazione per favorire l’attivazione di corsi di aggiornamento e specializzazione del personale, e al contempo,considerando gli eventuali rischi per il ridotto funzionamento dell’altoforno, una tutela economica per interventi di manutenzione che garantiscano lo stato di salute dei lavoratori».

«Noi socialisti – prosegue Mambrini- capiamo il momento di recessione economica di Piombino e dell’Italia ma sentiamo l’esigenza di difendere i lavoratori e i precari che ogni volta sono i primi a subire le conseguenze delle crisi senza dimenticarci delle aziende». «Vogliamo che l’Europa aiuti e solleciti interventi per la salvaguardia della nostra fonte economica più importante sul territorio che si è dimostrata, tramite Francesco Semino, portavoce Lucchini, sensibile e attenta alla crisi e lavorando affinché alcun dipendente cadesse nel pericolo di perdere il lavoro».

L’interrogazione avrà una risposta a breve, e noi del partito socialista speriamo che tutte le nostre richieste siano accolte come sembra lo siano.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 26.12.2008. Registrato sotto Economia. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 0 giorni, 17 ore, 10 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it