FONDI REGIONALI PER STUDENTI UNIVERSITARI

La Regione Toscana ha attivato, a partire dall’anno accademico 2008/2009, un fondo per l’accesso al credito di chi frequenta gli atenei toscani indipendentemente dalle condizioni economiche o dal luogo di provenienza.

Il prestito fiduciario è una formula del tutto nuova, che sarà avviata, in forma sperimentale, dal prossimo anno accademico (i bandi Ardsu sono previsti per il prossimo mese di luglio). La Regione ha costituito un fondo di 712 mila 251 euro che servirà ad Artea (l’ente regionale incaricato della gestione del fondo di garanzia) a rilasciare le garanzie necessarie ad accendere i prestiti.

A beneficiare di questo “prestito fiduciario”, potranno essere tutti gli studenti che frequentano le università della Toscana e che risultino iscritti al terzo anno di laurea triennale, agli ultimi tre anni di laurea specialistica a ciclo unico, a corsi di specializzazione, a dottorati di ricerca, al terzo e quarto anno del corso di scienza della formazione primaria dell’Università di Firenze.

Per accedere al prestito gli studenti devono avere alcuni requisiti e di merito:attestare un valore ISEE(indicatore situazione economica equivalente) del nucleo familiare non superiore a 40 mila ero e possedere i requisiti per le borse di studio(ottenere un numero minimo di crediti secondo l’anno do iscrizione, non essere fuori corso, eccetera).
La decisione della Regione è stata quella di aprire al massimo le possibilità di accesso, consentendo così anche a stranieri e fuori sede di richiedere il prestito.

Le domande devono essere presentate all’azienda regionale per il diritto allo studio di riferimento che,verificato il possesso dei requisiti degli aspiranti beneficiari, approva la graduatoria e la comunica all’Artea e alle banche che aderiscono al progetto. L’apertura di credito, fino ad un massimo di 5000 euro l’anno, avrà durata di tre anni, fino alla somma complessiva di 15 mila euro.
Al termine dei tre anni lo studente potrà richiedere alla banca un prestito personale per saldare il suo debito, che potrà essere rimborsato in un periodo variabile, che non potrà superare comunque i cinque anni.

Per ulteriori informazioni sui prestiti rivolgersi presso l’informagiovani di Piombino gestito da Arci Comitato di Piombino, in via della Resistenza, 4 – PIOMBINO (LI), telefono 0565/32245.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 29.3.2008. Registrato sotto Giovani e Sapere. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 19 giorni, 20 ore, 13 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it