INTERNET VELOCE PRESTO ANCHE A SUVERETO

Suvereto avrà la “banda larga” o, più precisamente “Internet veloce” a basso costo entro la fine del 2007 o, al massimo, nei primi mesi del 2008. Come è noto in Val di Cornia, due comuni, Sassetta e Suvereto, sono esclusi dalle aree servite dal sistema ADSL. Questo significa che il collegamento Internet non solo è estremamente lento, ma anche costoso, in quanto viene pagato dagli utenti ” a consumo” e non a canone fisso come invece avviene nelle aree già servite dall’ADSL.

“E’ ormai una situazione insopportabile – afferma il sindaco Giampaolo Pioli – : per aziende, studi professionali, ma anche per moltissimi semplici cittadini (pensiamo agli studenti) l’uso di Internet è ormai indipensabile, ma a queste condizioni è costoso e lento in modo esasperante. Ciò crea un handicap insopportabile per aziende e famiglie. Siamo convinti che le aree rurali come la nostra, interessate a un forte sviluppo di produzioni di eccellenza, cone il vino e l’olio di qualità, necessitino sempre di più delle moderne tecnologie di comunicazione. Per questo ci stiamo interessando assiduamente di colmare questo che, ai nostri giorni, è un elemento di arretratezza e di svantaggio competitivo inaccettabile”. La situazione è comune a moltissimi comuni toscani: circa mezzo milione di abitanti della regione sono esclusi da Internet veloce.

Si tratta di tutti quei territorio, collinari o montani, dove a suo tempo Telecom ritenne commercialmente non interessante estendere il servizio ADSL. Per questo la Regione Toscana ha stanziato 20 milioni di euro al fine di sostenere gli operatori che intendano operare nelle aree escluse. Nelle prossime settimane verranno pubblicati bandi provinciali rivolti alle aziende specializzate. Verrà quindi selezionata, provincia per provincia, la migliore offerta e si conta di partire con l’installazione degli impianti entro l’autunno. Si tratta del sistema wireless, senza fili. In prossimità dei centri urbani verrà piazzata un’antenna che coprirà il territorio interessato. Gli utenti potranno così rivolgersi all’operatore per stipulare un contratto, che prevede l’uso di una piccola antenna e di un decoder domestico. Potrà così avere un accesso veloce alla rete 24 ore su 24 a costo fisso mensile.

Il sistema, una volta in funzione, prevede inoltre la possibilità di sviluppi ulteriori, come la telefonia a prezzi ridotti. “Per Suvereto in realtà avevamo trovato già degli operatori interessati a portare il ‘senza fili’. Ma i prezzi all’utenza che mi hanno proposto erano superiori a quelli che la Regione imporrà di praticare ai gestori, che si aggireranno attorno ai 20 euro per le famiglie e 35 euro per le imprese. Inoltre la loro presenza ci avrebbe escluso dalle aree coperte dal bando provinciale”. Per questo il Comune ha deciso di attendere ancora qualche mese, in modo da assicurare alla fine ai cittadini il servizio migliore al miglior costo.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 17.4.2007. Registrato sotto scienza_tecnologia. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    53 mesi, 7 giorni, 19 ore, 30 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it