VENTURINA: BARILLA HA ACQUISTATO DA PETTI LA ITALIAN FOOD

Venturina (LI) –  La Barilla ha acquistato lo stabilimento venturinese dell’Italian Food dal Gruppo Petti.  Con circa 250 milioni di fatturato consolidato dal 2017, Italian Food, presente a Venturina fin dal 1973 quando subentrò all’Arrigoni, è oggi una delle più importanti realtà industriali della Val di Cornia con circa 800 occupati in gran parte stagionali e con un indotto che coinvolge la maggioranza dei produttori locali e giunge a livelli quantitativi pari a quelli delle fabbriche piombinesi oggi in grandissima crisi. La comunicazione della possibile acquisizione è giunta nei giorni scorsi all’AGCOM che adesso dovrà verificare che la nuova impresa non abbia un eccessivo potere di mercato.
Barilla garantirà quindi il proprio impegno nel marchio del pomodoro toscano da industria sul quale ha puntato da alcuni anni il giovane amministratore di IF, Pasquale Petti. La notizia è stata già comunicata all’Agicom, l’agenzia sulla concorrenza. Negli anni Italian Food, nonostante una serie di risultati positivi grazie anche a nuove produzioni e all’avvio del biologico, ha risentito fortemente di una ormai inadeguata collocazione nel cuore del rione Coltie divenuto in poco tempo un consistente agglomerato e a ridosso del centro sportivo “Mazzola” e di importanti servizi comunali. Non è mai decollata l’ipotesi di un trasferimento nella zona industriale di Campo alla Croce, contemplato nell’urbanistica del Comune ma non agevole da attuarsi anche per i costi rilevanti.
Il problema potrebbe riproporsi con la Barilla e con gli investimenti che verosimilmente il nuovo gruppo avrà previsto.
Secondo fonti vicini all’Authority si apprende che il passaggio alla Barilla si realizzerà in tre stadi successivi. Il primo riguarda la sottoscrizione di un aumento di capitale di Italian Food da parte della capofila del gruppo campano, la società Apfp, ovvero la“Antonio Petti fu Pasquale”. L’operazione consentirà alla Apfp di giungere al 75% del capitale sociale di Italian Food, mentre l’altra società del gruppo la “Antonio Petti” avrà il restante 25 per cento.
Tutto questo per agevolare il successivo trasferimento alla Barilla della quota di Apfp in IF, pari appunto al 75% del capitale sociale. Gli emiliani avranno quindi il pieno controllo di Italian Food con il 25 per cento che resterà al gruppo Petti.
IL MARCHIO BARILLA:
La Barilla, nata nel 1877 per iniziativa di Pietro Barilla, che aprì a Parma un negozio di pane e pasta, è una azienda leader nel settore alimentare con circa 8400 dipendenti e stabilimenti in mezzo mondo: il 45,3 per cento del proprio fatturato giunge dall’Italia, il 31 dall’Europa, il 19,4 dall’America ed il resto dall’Asia, Africa e Australia. Il grande pubblico conosce il marchio anche per celebri campagne pubblicitarie con interventi di prestigio (una sessantina di spot realizzati da Mina) e per sponsorizzazioni sportive ad alto livello.
Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 10.1.2020. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    30 mesi, 10 giorni, 6 ore, 17 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it