SANITA’: PIOMBINO VERSO LA “CASA DELLA SALUTE”

sanita_medicoPiombino (LI) – Al via anche a Piombino, entro il 2016, l’attivazione delle Case della salute. Il progetto, che ha una forte valenza innovativa come ha sottolineato l’assessore alle politiche sociali Anna Tempestini, è stato illustrato nel corso di una conferenza stampa presso la sala consiliare del palazzo comunale di Piombino alla presenza della dott.ssa Monica Calamai, direttore generale Asl6,  del sindaco Gianni Anselmi, di Donatella Pagliacci, responsabile Asl Val di Cornia, dell’assessore Tempestini, del dott. Ivano Landi  coordinatore dell’ospedale di Comunità e del dott. Riccardo Micheli, rappresentante dei medici di famiglia.

Asl6 e Comune di Piombino hanno firmato un protocollo d’intesa che stabilisce gli impegni in questa direzione, in una logica di rete e di sinergia istituzionale.

«L’obiettivo – ha spiegato Anna Tempestini – è di dare risposte più efficaci e più ottimali ai cittadini, attraverso una riorganizzazione dei servizi sanitari sul territorio».

La Casa della Salute, la cui realizzazione è prevista per il 2016, costituirà uno spazio fisico pubblico dove i cittadini potranno ricevere le migliori prestazioni di base, sanitarie e sociali, e in cui si realizzerà la prevenzione, la promozione della salute, il benessere sociale e la presa in carico globale dei bisogni socio-sanitari dei cittadini. Tutto questo con la fondamentale partecipazione integrata dei medici di famiglia e dei pediatri.

In pratica, i servizi attualmente erogati nei quattro presidi territoriali presenti a Piombino (via Veneto, Perticale, via Fiume e via Boncompagni) saranno concentrati in questa unica struttura, una volta a regime, prevedendo un’ottimizzazione delle funzioni erogate e un risparmio di costi. La nuova struttura verrà finanziata attraverso l’alienazione dei quattro presidi e dal risparmio derivante dalla riorganizzazione dei servizi stessi.

Siamo quindi all’inizio di un percorso che procederà per fasi. In una prima fase è prevista la dismissione del servizio di via Veneto, con l’alienazione dell’immobile. Le funzioni di via Veneto, Cup, Sert e altri servizi confluiranno nella sede di via Boncompagni, attualmente sede di attività direzionali e di supporto amministrativo che verranno concentrato tutte in via Fiume. L’unico servizio di via Veneto che non verrà trasferito in via Boncompagni saranno i prelievi che verranno effettuati in questa fase al Perticale. Sede, questa, che verrà dismessa per ultima, solo nel momento in cui il progetto della Casa della Salute sarà pronto e realizzato.

«Da sottolineare il fatto  – ha spiegato la dott.ssa Calamai –  che la Casa della salute non è la somma di funzioni diverse, ma rappresenta un notevole valore aggiunto perché ha l’obiettivo, in primis, di rispondere in maniera più efficace ai bisogni dei cittadini. Il nuovo sistema di servizi, è importante sottolinearlo, non subirà alcun ridimensionamento, anzi le funzioni degli ospedali saranno meglio integrate da quelle delle Case della salute, nella gestione delle cronicità e in tutti quei servizi che possono essere erogati a livello ambulatoriale».

«L’obiettivo infatti – ha detto il sindaco Anselmi – è quello di rafforzare l’assistenza sanitaria territoriale, mettendo a disposizione dei cittadini un servizio ancora migliore, che qualifica ulteriormente il ruolo del medico di famiglia e dei professionisti che hanno fin qui svolto la funzione di guardia medica. In questa nuova struttura sarà possibile accedere a una serie di funzioni che semplificano la vita del cittadino. Il gruppo di lavoro che progetterà la nuova struttura dovrà infatti tenere conto delle esigenze funzionali assicurando il coinvolgimento del maggior numero di soggetti in grado di dare un contributo fattivo in tal senso. Il nuovo polo potrà risolvere anche i problemi connessi all’anzianità delle strutture attualmente esistenti. La mia personale opinione – ha aggiunto il sindaco – è che la struttura debba sorgere in un’area vicina al centro e comoda anche gli abitanti della città nuova, che potrebbe essere la zona di San Rocco vicino al Ciasa. Ma la decisione sarà poi prerogativa del Consiglio comunale».

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 11.5.2013. Registrato sotto Foto, sociale, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

1 Commento per “SANITA’: PIOMBINO VERSO LA “CASA DELLA SALUTE””

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    47 mesi, 24 giorni, 0 ore, 56 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it