PIANO DI CITTA’ ANTICA, ALL’ASTA GLI EX LICEI

Giovedì 8 ottobre presentazione del progetto preliminare di piazza dei Grani. Il Comune dà il via all’alienazione degli ex licei con un’asta pubblica in pubblicazione da oggi. Un passaggio nodale, che servirà a reperire le risorse necessarie alla realizzazione del 1° stralcio del polo culturale in piazza Manzoni, oltrechè per la riqualificazione di piazza dei Grani secondo l’esito del percorso partecipativo.

La vendita comprende inscindibilmente i due immobili a un prezzo base d’asta di 3 milioni e 520 mila euro. Nei confronti dei soggetti aggiudicatari si prevede inoltre il rispetto di determinate condizioni, derivanti anche dagli esiti del percorso partecipativo.

Per l’ex liceo scientifico, secondo quanto richiesto dai cittadini, è richiesto infatti un intervento di ristrutturazione edilizia a destinazione d’uso residenziale, con il mantenimento della struttura esterna. La demolizione è consentita solo nel caso in cui si rilevino problemi di ordine strutturale e comunque con l’obbligo della fedele ricostruzione della facciata secondo le caratteristiche attuali.  Per i due edifici, inoltre, dovrà essere mantenuta la volumetria esistente.

Il soggetto aggiudicatario dovrà inoltre provvedere alla redazione di una Variante al Piano di Recupero di “città Antica”, da redigersi sulla scorta degli ultimi atti approvati dal consiglio comunale e dalla giunta e del progetto preliminare per la riqualificazione di piazza dei Grani. Dovrà inoltre elaborare e fornire all’amministrazione comunale il progetto definitivo ed  esecutivo della piazza, la cui realizzazione farà carico al Comune stesso.

Le offerte per l’acquisto dovranno pervenire in Comune entro e non oltre le ore 13 del prossimo 10 novembre, mentre tutta la documentazione tecnica sugli immobili è consultabile presso il servizio Peep e Pip Espropri del Comune di Piombino, tel. 0565-63452/63315.

Intanto giovedì 8 ottobre alle 17,30 a Palazzo Appiani il Comune ha organizzato un incontro pubblico con i cittadini per presentare il progetto preliminare di piazza dei Grani, così come scaturito dai laboratori del percorso di partecipazione, a cui parteciperanno alcune rappresentanti di Sociolab, la società che ha curato il percorso, l’assessore all’urbanistica Luciano Francardi, l’architetto Marco Caramante che ha elaborato il progetto, il sindaco Gianni Anselmi,.

Il progetto, che servirà da linea guida per i successivi livelli di progettazione, pur essendo stato impostato su una delle tre proposte principali dei cittadini  denominata “un anfiteatro naturale”, raccoglie anche altre molteplici sfumature emerse dai tavoli di discussione e cerca di proporre una sintesi delle suggestioni raccolte, in rapporto alla loro fattibilità. Nel corso dell’incontro saranno presentati i rendering del progetto e un filmato che riproduce virtualmente la nuova piazza.

Informazioni e materiali sul percorso partecipato sono consultabili all’indirizzo internet: www.comune.piombino.li.it/piazzadeigrani/. Per altre informazioni tel. 0565 63357-63238.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 2.10.2009. Registrato sotto cronaca, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 27 giorni, 23 ore, 56 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it