FOLLONICA: L’ASSOCIAZIONE KORE COMPIE 20 ANNI E ORGANIZZA DUE LABORATORI

Follonica (GR) – Il convegno organizzato dall’Associazione Kore APS “Centro per la Ricerca e l’Educazione Psicosomatica” per festeggiare i 20 anni dalla fondazione, vuol dare valore al lavoro svolto e riflettere sulle prospettive, in questa società che ha necessità di ritornare alla propria essenza; è realizzato con la collaborazione del Comune di Follonica e di Scarlino, le associazioni Insieme in Rosa e Ridi Pagliaccio e con la sponsorizzazione della Società Damoka di Follonica.

Si è aperto nel Castello di Scarlino il 10 settembre e si concluderà sabato 24 a Follonica nella sala dei Fantasmi al Museo del Magma, alla presenza dell’Amministrazione Comunale. Il percorso del convegno vuol far conoscere gli Archetipi, principi ordinatori nella Natura, nello Psicosoma e nella società, affinché possiamo essere con rispetto nella relazione tra Uomo e Natura. Giacomo Moscato, attore, regista, scrittore, commediografo e docente ha dato il via alle celebrazioni del compleanno a Scarlino con il suo intervento di prosa teatrale sul mito della Kore che dà denominazione, senso e sostanza ai contenuti dell’associazione; sabato 24 a Follonica in Sala dei Fantasmi alle 15:45, ci condurrà nel mito di Ulisse che narra il maschile e le sue esigenze di autonomia e di esplorazione: se Ulisse non lasciasse Itaca – la madre – il proprio mondo emozionale rassicurante, non potrebbe sviluppare la coscienza che può essere ottenuta solo al prezzo di incontrare tutte le varianti della relazione.

L’innamoramento sperimentato con Nausicaa, la seduzione con la maga Circe, il potere con le Sirene. Tutte le funzioni hanno da essere attivate per restituire alla vita le potenzialità e i
talenti che ha deposto in noi. Ulisse è colui che porta a termine questo percorso eroico. Dante lo colloca nell’inferno per essersi messo ancora in viaggio dopo il ritorno ad Itaca. Invece di utilizzare,
di mettere a frutto il “fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e conoscenza”, parte di nuovo e sprofonda nella frenesia del conoscere fine a se stesso, non più utile al relazionarsi con la vita e nutrirla.

La presunzione che una potenzialità possa esistere senza rispetto e relazione con le altre è il peccato di Lucifero: da solo sono più di Dio, dell’Uno, dell’intero. Alle 16,40 il dottor Diego Frigoli, medico, psichiatra e psicoterapeuta, fondatore e direttore dell’ Ecobiopsicologia a Milano, scienza della complessità e nostra disciplina di riferimento, interverrà con il seminario “Uomo e Natura: lo stupore della vita”. In tutte le culture la conoscenza dell’uomo e della natura si è manifestata inizialmente con lo stupore.

La natura, diceva Eraclito, ama nascondersi, alludendo al fatto che natura è phisis da phyo (nascere); siccome ciò che è nato è venuto in esistenza, ciò che è nato pone un quesito a cui non ci si può sottrarre, quello del senso dell’esistere, ovvero il tema dell’Essere. Nell’intervento verrà tracciato un parallelo tra le scoperte più recenti della scienza e quelle della psicologia, per riunire le esperienze del Logos (scienza) con quella del Noûs (psiche), verso la conoscenza del Sé archetipico, come momento di sintesi aperto all’Anima Mundi.

Conduce la presidente dell’associazione Daniela Cecchi, psicologa psicoterapeuta.

Al mattino saranno proposti due laboratori esperienziali presso la sala ex Casello Idraulico di Follonica (GR), via Roma 43.

Laboratorio Fiabe: ore 9,30 – 11,30: I tre capelli d’oro – conduce Angela Lussu, counselor ecobiopsicologico. SI cercherà, attraverso lo strumento della fiaba, di esplorare il nostro spazio
interiore per scoprire le infinite possibilità di riscrivere la propria fiaba personale. Le fiabe raccontate sono il mezzo per entrare nel mondo degli Archetipi, le fiabe inventate sono
espressione simbolica del nostro mondo interiore; queste sono immagini che descrivono gli stati d’animo, le relazioni, il modo di stare nel mondo e le implicite soluzioni ai problemi che siamo
chiamati ad affrontare. Imparare a dedicare tempo e spazio a trasformare le nostre timide intuizioni in storie, maneggiare il nostro materiale grezzo e trasformarlo in qualcosa di
significativo, sarà un’opportunità.

Laboratorio di Biodanza: ore 11,30 – 13,30 conducono Cinzia Leoni e Silvia Rettura, facilitatrici di Biodanza. La biodanza è un insieme di movimenti naturali, come camminare o saltare,
accompagnati dalla musica, che hanno lo scopo di promuovere la sintonia tra sentire ed agire. La biodanza fa crescere emotivamente e spiritualmente, avvicinando sempre più all’equilibrio del
nostro essere, grazie alla musica e al movimento; non ci sono passi da imparare, ogni movimento, se riempito di presenza, può diventare danza!

INGRESSO GRATUITO

_____________________________________________________
_____________________________________________________

Scarlino (GR) – Il mito della Kore è al centro della festa di compleanno per i 20 anni dell’Associazione Kore APS “Centro per la Ricerca e l’Educazione Psicosomatica”. L’archetipo non invecchia e non muore, bensì continua ad accadere in ogni individuo, maschile o femminile, i nostri progetti, quelli realmente figli della nostra intuizione – la dea Metis – sono delle potenzialità Kore. Buon Compleanno Kore!

In ogni individuo l’archetipo Kore, è il passaggio fondamentale che contiene altro ed oltre ciò che possiamo immaginare, tutto ciò che aspetta di essere fecondato per esprimersi. Il percorso del convegno vuol far conoscere gli Archetipi, principi ordinatori nella Natura, nello Psicosoma e nella società, affinché possiamo rispettare la relazione tra Uomo e Natura: lo stupore della vita ci coglie.

Sabato 10 settembre alle ore 10, presso il suggestivo Castello di Scarlino, con la partecipazione dell’Aministrazione comunale di Scarlino, per la quale interverranno il Sindaco Francesca Travison
e il suo Assessore alla Cultura Michele Bianchi, prenderanno avvio le iniziative per il
festeggiamento della nostra Associazione proprio partendo da La lettura emozionale del mito di
Kore
ad opera di Giacomo Moscato, attore, regista e produttore teatrale, scrittore e commediografo, direttore artistico e docente. La presidente Daniela Cecchi ci racconterà la storia di questi 20 anni di attività sul territorio dedicata a promuovere informazione e a fare formazione in un’ottica per cui Natura e Cultura si intersecano continuamente.

Le socie Viviana Nacchi ed Angela Lussu porteranno il focus sugli strumenti di cui l’Associazione si è avvalsa per la realizzazione dei propri obiettivi, nello specifico le attività di laboratorio, seminariali ed editoriali. Il pomeriggio, con l’intervento di Sergio Tognarelli, medico e socio di Kore, sarà dedicato ad una riflessione sulle scienze biomediche e sulla crisi che stanno attualmente vivendo. Maria Pusceddu, biologa, psicologa-psicoterapeuta, autrice di numerose pubblicazioni scientifiche, concluderà i lavori della giornata con la relazione “Gli archetipi: (assi portanti) nella Natura, nello Psicosoma e nella Società” a sottolineare la fondamentale riscoperta degli archetipi che sono alla base della vita e la consentono.

Gli eventi, con il sostegno e il patrocinio del CESVOT, sono in collaborazione con i Comuni di Scarlino e di Follonica, con le Associazioni Insieme in Rosa e Ridi Pagliaccio e con la Società
Damoka.

Domenica 11, sempre a Scarlino saranno proposti tre laboratori esperienziali:

Laboratorio Rivoluzione al femminile condotto dalla dott.ssa Daniela Cecchi sala Consiliare ore 10- 13
E’ necessario che la donna educhi se stessa alla individuazione del proprio peculiare biologico – ciò
che nel corpo la caratterizza e la distingue – e dalla coscienza dei propri bisogni profondi scaturisca una modalità per concretizzarli, per giungere verso una individuazione al femminile dei rapporti con il mondo. La donna non sarà libera, in armonia con il proprio corpo finché reagirà a modelli culturali ambivalenti ( “i bisogni, i diritti dell’uomo sono anche i miei…”), senza valutare ed indagare il proprio femminile, a partire da ciò che è insito nel biologico. I bisogni del femminile
sono altro, oltre quelli del maschile da cui sono stati estrapolati i diritti del femminismo.

La rivoluzione femminista è stata una ribellione della donna alla società patriarcale; adesso la donna, così liberata, ha la possibilità di indagare se stessa per individuarsi come essere umano diverso dall’uomo, con uguale diritto ad essere rispettata. La via da seguire per questa individuazione, non può essere solo culturale, ma dovrà basarsi su una sorta di “psicosomatica al femminile”. Solo così la donna potrà recuperare psicologicamente quella “ donna selvaggia”, oggi talmente inquinata dalla società patriarcale da non essere più distinta chiaramente neppure dalla donna stessa, caduta in una serie di trappole.

Laboratorio creativo di ascolto (visualizzazioni e mosaico) Biblioteca Comunale Carlo Mariotti Via C. Citerni 1 ore 15 – 17
Conduce Susanna Tarsi Consulente familiare (A.I.C.C. e F.)

Con il Laboratorio creativo di ascolto si entra in una “installazione emozionale” per ascoltare e
vivere con spontaneità e immediatezza il proprio spazio interiore attraverso vari stimoli, e per
esprimerlo creando un mosaico con frammenti di piastrelle.

Si sperimenta così quanto il movimento delle mani nel creare sia un modo per ascoltarsi e
condividere, e per ristabilire una connessione con la propria capacità di intuizione e di cura di sé.
Ogni partecipante potrà portare a casa l’opera creata, a rammentargli questa esperienza nel proprio
flusso, e quanto è emerso in questo incontro con sé e con l’altro.
condotto da Susanna Tarsi

Laboratorio di cinema: Frida Kalo sala Consiliare ore 17 – 19 conduce dott.ssa Patrizia Scapin, Storico dell’Arte
Frida Kahlo ( 1907- 1954 ) è una straordinaria figura di artista, una delle più potenti dell’arte contemporanea e un’icona della cultura messicana del Novecento. Una donna forte, drammatica, rivoluzionaria, scandalosa ed al contempo fragile e delicata. La sua vicenda biografica è segnata da profonde ferite fisiche e psicologiche che inevitabilmente si rispecchiano nelle sue opere. Il laboratorio si concentra sulla visione del film “ Frida “, prodotto nel 2002, interpretato dall’attrice messicana Salma Hayek, incentrato sulla vita tormentata e complessa della grande pittrice.

E’ possibile partecipare gratuitamente ai laboratori, è gradita prenotazione. Per info: 0566/49100

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 22.9.2022. Registrato sotto Foto, Giovani e Sapere, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    65 mesi, 6 giorni, 14 ore, 7 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it