VILLAMARINA: GIOVEDI’ 7 PRESIDIO, LUNEDI’ 11 SCIOPERO

L’ospedale di Piombino

Piombino (LI) – Giovedì 7 ottobre dalle 10 alle 13 è in programma un presidio davanti all’ospedale di Piombino organizzato dalle segreterie provinciali Fp-Cgil, Fp-Cisl e Fpl-Uil. L’iniziativa è legata alla proclamazione dello stato di agitazione dei lavoratori dell’Asl indetto a livello regionale da Fp-Cgil, Fp-Cisl e Fpl-Uil per l’intera giornata di lunedì 11 ottobre 2021.

« I servizi sanitari Asl – commentano i sindacati – si trovano ormai in una situazione critica e di grande sofferenza: ciò è dovuto sia al permanere dell’emergenza pandemica e dunque alla conseguente necessità di sostenere l’espansione delle attività Covid, sia alla necessità di garantire il mantenimento dell’assistenza ordinaria».

«Riteniamo inaccettabile – concludono – il blocco degli organici previsto dalla Regione così come le mancanze di risposta da parte dell’Asl sulla regolamentazione dei processi di mobilità interaziendale. Riteniamo anche molto grave che vengano messi a repentaglio diritti fondamentali come i riposi o le ferie».

È stato quindi proclamato anche uno sciopero per l’intera giornata di lunedì 11 ottobre 2021 indetto dai sindacati Cobas, Cub, Fsi-Usae, Sgb, Usb, Usi e indirizzato a tutti i profili di comparto e dirigenza.

L’ASL ovviamente si scusa anticipatamente con i propri utenti per eventuali disagi nell’erogazione dei servizi sanitari (esami, ambulatori ecc) e amministrativi (prenotazione esami, accettazione ecc) che si dovessero manifestare a livello sia territoriale che ospedaliero.

Come previsto dalla normativa vigente, saranno comunque garantiti tutti i servizi minimi essenziali previsti per il settore della Sanità e, per quanto riguarda le attività connesse all’assistenza diretta ai degenti, sarà data priorità alle emergenze e alla cura dei malati più gravi e non dimissibili.

A tal proposito ricordiamo che i “servizi minimi essenziali” comprendono:

– il Pronto Soccorso e servizi afferenti legati a problematiche non-differibili della salute dei cittadini ricoverati (turni dei reparti) e non. Di conseguenza anche il personale tecnico per la preparazione dei pasti e degli altri servizi di base;
– servizi di assistenza domiciliare;
– attività di prevenzione urgente (alimenti, bevande, etc..);
– vigilanza veterinaria;
– attività di protezione civile;
– attività connesse funzionalità centrali termoidrauliche e impianti tecnologici;
– vari.

____________________________

FORZA ITALIA: OSPEDALE, ORGANICI RIDOTTI ALL’OSSO, ORA BASTA!

Forza Italia segue con apprensione lo stato di agitazione proclamato dai sindacati della sanità per il 7 Ottobre a Piombino con relativo presidio a Villamarina.

«L’annosa carenza strutturale di operatori sociosanitari, infermieri, amministrativi e tecnici sanitari e il parallelo blocco degli organici è ormai inaccettabile. Come più volte abbiamo affermato la Regione e la ASL debbono provvedere alle assunzioni, questo perché i disservizi diventano sempre più problematici, con transmunanza sanitaria verso nosocomi più attrezzati.

Non parliamo poi dei progetti mai avviati per pronto soccorso e punto nascita che ormai sembrano le “favolette della notte”. Promesse mai mantenute da parte di politici della Regione Toscana quali il consigliere regionale Anselmi e l’assessore alla sanità Bezzini che concede faticosamente videoconferenze improduttive e non dà disponibilità a un consiglio comunale monotematico votato da tutti i consiglieri comunali di Piombino.

Abbia il coraggio di discutere seriamente dei problemi dell’ospedale di Piombino che ormai è ridotto ai minimi termini».

Davide Anselmi
Coordinatore Comunale

Michele Piacentini
Responsabile Dipartimento Sanità

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 6.10.2021. Registrato sotto Foto, sociale, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    51 mesi, 16 giorni, 19 ore, 49 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it