SAN VINCENZO: «IL PD NON E’ IN GRADO DI GARANTIRE GLI INTERESSI DELLA COMUNITA’»

Officina San VIncenzo

San Vincenzo (LI) – La lista “Officina”, che partecipa alle prossime amministrative nella città balneare, commenta le incredibili dimissioni del segretario comunale del PD di San VIncenzo.  Leggiamo insieme la nota integralmente.

«A 20 giorni dalle elezioni il segretario del PD di San Vincenzo si dimette. Un fatto inaudito che dimostra due cose. Primo, il Partito Democratico non è in grado di rinnovarsi come sarebbe stato necessario per affrontare le sfide che attendono San Vincenzo nei prossimi anni. Secondo, il PD locale è allo sbando, diviso tra sostenitori della Cecchini e del Cruschelli, o nessuno dei due come nel caso di Scatena.

Non è compito di una lista civica che si propone di governare il comune quello di entrare nelle liti interne di altri soggetti politici ma notiamo con preoccupazione che il Partito Democratico non è in grado di garantire l’interesse della comunità, interesse che in questo caso corrisponde al profondo rinnovamento dei metodi e del merito dell’amministrazione.

All’interesse pubblico ed al rinnovamento non è intenzionato il centro-destra dei partiti, da sempre silente sulle questioni di interesse pubblico sanvincenzino salvo presentarsi in pompa magna a un mese dalle elezioni per tentare di conquistare quella che ritiene essere una “frazione balneare”. Un rinnovamento, infine, non può certo essere intenzionato a fare Cruschelli con la sua lista che ospita i partiti a cui fanno capo la gran parte degli indagati del terremoto del 9 marzo.

Con il PD diviso, le possibilità per la nostra proposta di cambiamento sono notevolmente incrementate e ogni voto vale doppio. Questa volta si cambia per davvero».

Officina San Vincenzo

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 9.9.2021. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    50 mesi, 22 giorni, 9 ore, 29 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it