NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 13 OTTOBRE 2020

PIOMBINO: IL PD RIVUOLE L’ACQUARIO A PIOMBINO

E’ questa la richiesta presentata in un ordine del giorno che sarà discusso nel prossimo consiglio comunale. I pesci  sono stati trasferiti presso l’acquario di Livorno.

Pd e Anna per Piombino, mettono l’accento sull’importanza di un’attività come quella dell’acquario, presente a Piombino da 37 anni. Nel documento si ricostruisce la storia più recente della struttura, gestita temporaneamente dall’associazione ‘Microcosmo’, con una convenzione siglata nel 2017, in attesa della gara pubblica che avrebbe dovuto affidare ad altri soggetti la gestione. La convenzione era stata poi rinnovata all’inizio del 2019 per dare continuità al servizio.

L’associazione Microcosmo si è inoltre impegnata anche durante il lockdown attraverso la manutenzione a proprie spese delle vasche e la cura delle specie ittiche ospitate.

I gruppi consiliari chiedono pertanto al sindaco «di prevedere la possibilità di riportare l’acquario a Piombino elaborando un progetto che valuti le risorse economiche necessarie per i lavori di manutenzione e ripristino dei locali e delle vasche; procedere alla gara pubblica per l’affidamento della gestione; rivedere l’effettiva possibilità di valorizzazione del servizio inserendolo anche all’interno di un’offerta turistica e culturale attenta alle vocazioni e alle peculiarità del territorio».

____________________________________________

FERRARI E BEZZINI: “RIMATERIA È PERVICACE NELL’IMPEDIRE I CAROTAGGI”

Sui carotaggi, quella di Rimateria è una vicenda che ha ormai acquistato i contorni di una soap opera. Ci sarebbe da ridere, se la questione non fosse drammatica.

«Dopo la mole monumentale di documenti e autorizzazioni – inizia la nota del Comune – la richiesta di malleva che avrebbe esposto il Comune a rischi eccessivi, oggi scopriamo che Rimateria ha presentato richiesta di autorizzazione per i carotaggi al Tribunale che sta curando il concordato soltanto lo scorso due ottobre.

Rimateria, quindi, continua, di fatto, nel suo impegno pervicace nell’impedire i carotaggi.

Il Comune di Piombino ha fatto tutto quello che doveva fare per rendere possibile l’intervento: ma nonostante tutto il lavoro fatto, le garanzie date e le autorizzazione ottenute, al Comune non è stato mai concesso l’ingresso in discarica per i carotaggi.

La situazione è ormai kafkiana – conclude la nota – e non è oltremodo sostenibile: attendiamo la decisione del tribunale fallimentare e, subito dopo, le scuse della Società che avrebbe potuto e dovuto chiedere quell’autorizzazione mesi e mesi fa quando già si parlava dei carotaggi e quando già il Comune aveva chiesto la loro esecuzione in pendenza di una fase concordataria».

____________________________________________

PIOMBINO: VIA AL NUOVO ORARIO PER LA FARMACIA OSPEDALIERA

Dal 12 Ottobre, entra il vigore il nuovo orario di apertura delle farmacie ospedaliere dell’Azienda Usl Toscana nord ovest, dove i pazienti in dimissione possono recarsi per ritirare i farmaci ospedalieri prescritti e dove i pazienti esterni possono ritirare quelle terapie che devono essere consegnate obbligatoriamente in ospedale.

I punti farmacia dell’ospedale di Piombino è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 14. L’orario è stato pensato per agevolare al meglio l’utenza e anche nell’ottica di non creare assembramenti fuori dalle farmacie di continuità.

_____________________________________________

ANSELMI: “AUMENTO TARI DOVUTO AL TRIBUTO PROVINCIALE”

Piombino (LI) – Dopo, in relazione alla Tari 2020 l’attivazione del pagamento in due rate, in seguito ad alcune segnalazioni pervenute da cittadini relative a un aumento della Tari Davide Anselmi, coordinatore locale di Forza Italia ha illustrato che questa maggiorazione è dovuta all’aumento del Tefa pari al 5 per cento, previsto dalla Legge Finanziaria statale per l’anno 2020.

“Il Tefa – ha spiegato Anselmi – è un tributo di competenza della Provincia di Livorno, e non del Comune, ed è ricompreso nella tassazione Tari. Quindi, anche se il costo del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti è rimasto invariato rispetto al 2019, un aumento in bolletta è imputabile a questa previsione normativa. Pertanto ancora una volta sappiamo chi ringraziare per questo ritocco all’insù subdolo e nascosto degli avvisi di pagamento ricevuti dai cittadini piombinesi. Non certo per volontà dell’Amministrazione e di Forza Italia, ma bensì per una espressa previsione del Governo 5 stelle/PD guidato da Conte”.

“Un aumento, – ha concluso – vista la situazione economico sociale dovuta alla pandemia, di cui non se ne sentiva assolutamente il bisogno”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 13.10.2020. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 12 giorni, 8 ore, 37 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it