PIOMBINO: NOVITA’ SU NAUTICA, ANZIANI E ATTIVITA’ COMMERCIALI

NAUTICA DA DIPORTO: LA REGIONE CONSENTA LA VISTA E LA MANUTENZIONE DELLE IMBARCAZIONI

Il sindaco Francesco Ferrari ha annunciato di aver inviato una lettera al Presidente della Regione Toscana e ad ANCI per manifestare le problematiche della nautica da diporto e per sollecitare un provvedimento che consenta il corretto svolgimento delle operazioni minime di vigilanza e manutenzione da parte dei proprietari di natanti.

“Il nuovo provvedimento del Presidente del Consiglio del 26 aprile che entrerà in vigore dal 4 maggio – commenta il sindaco Ferrari – consente gli spostamenti fra i diversi comuni della Toscana quando sussistano “situazioni di necessità”, riteniamo opportuno porre l’attenzione su tutte le imbarcazioni che ormai da mesi giacciono nei porti senza un controllo da parte dei legittimi proprietari, in considerazione delle esigenze di tutela del bene che potrebbe essere esposto a danni irreparabili a causa di una carente attività manutentiva e di conservazione.”

La richiesta del Comune di Piombino alla Regione Toscana va nella direzione di consentire lo spostamento, nell’ambito del territorio regionale, all’interno del proprio comune o nei comuni dove sono i natanti e le imbarcazioni da diporto di proprietà, per lo svolgimento delle sole attività di vigilanza e riparazione necessarie alla tutela delle condizioni di sicurezza e conservazione del bene, da parte dell’armatore, del proprietario o del marinaio con regolare contratto di lavoro, nel rispetto di quanto previsto dalle norme di sicurezza relative al contenimento del contagio da Covid-19 e per una sola volta al giorno.

___________________________

“TI AIUTO IO” SI ARRICCHISCE DEL SERVIZIO DI CONSEGNA A DOMICILIO DELLE MASCHERINE AGLI OVER 70 IN GRAVI CONDIZIONI DI DIFFICOLTA’ 

Il servizio „Ti aiuto io“ che il Comune di Piombino svolge, grazie ad un accordo con le associazioni di categoria (Confcommercio, Confesercenti, Cna) e del settore farmaceutico (Federfrma), in collaborazione con le associazioni AVELA, Croce Rossa, Misericordia e Pubblica Assistenza si arricchisce di una nuova attività che consiste nella distribuzione porta a porta di mascherine alle persone over 70 che si trovano in gravi situazioni di difficoltà e disagio.

ll servizio “Ti aiuto io” è nato per la consegna a domicilio di medicinali e beni di prima necessità a coloro che si trovano in situazioni di maggiore debolezza: da oggi, solo per le persone sopra i 70 anni che vivono particolari disagi, sarà possibile, contattando i numeri 0565.63274 o 0565.63233 attivi dal lunedì al sabato in orario 9-13 e 15-19, prenotare la consegna anche delle mascherine.
Le mascherine che verranno consegnate dalle associazioni di volontariato aderenti al servizio fanno parte di un quantitativo aggiuntivo inviato dalla regione: per tutti i cittadini si ricorda invece che le mascherine vengono distribuite gratuitamente nelle farmacie del territorio nei quantitativi  e con le modalità definite dalla regione Toscana.

_________________

“FATECI RIAPRIRE”, IL FLASH MOB DI PARRUCCHIERI, ESTETISTI, TATUATORI E TITOLARI DI CENTRI YOGA E PALESTRE

Con lo slogan “fateci riaprire”, questa mattina parrucchieri, estetisti, tatuatori e titolari di centri yoga e palestre hanno organizzato un flash mob davanti ai propri negozi e sedi.

“Siamo vicini – dichiarano il sindaco Francesco Ferrari e Sabrina Nigro, assessore alle Attività produttive – a tutte le categorie di lavoratori che stanno subendo le conseguenze di questo periodo di crisi sanitaria ed economica. La tutela della salute collettiva è certamente il tema prioritario e la prima garanzia che tutte le istituzioni devono assicurare ai cittadini, però è altrettanto importante garantire la sopravvivenza delle attività commerciali e delle imprese.

Se non possono riaprire perché impossibile mantenere il distanziamento sociale, il Governo deve garantire loro la sussistenza: dietro a quelle saracinesche abbassate ci sono famiglie che vivono di quella attività, c’è sacrificio, ore di lavoro, fatica, ci sono i sogni di chi ha investito tutte le proprie energie in quell’attività.

Se non si può permettere loro di riaprire, gli deve essere garantito il supporto economico necessario a superare il momento di crisi e a riaprire quelle saracinesche quando questo terribile momento sarà finito. Nel nostro ruolo istituzionale, faremo tutto il possibile affinché le voci di tutti i lavoratori siano ascoltate e il loro futuro protetto”.

____________________________

TOELETTE PER ANIMALI, IL COMUNE SCRIVE ALLA REGIONE

Riaprire le toelette per animali a maggio: questa la richiesta contenuta della lettera inviata dal sindaco Francesco Ferrari e da Sabrina Nigro, assessore alle Attività produttive, indirizzata al presidente della Regione Toscana Enrico Rossi.

“Il periodo di emergenza che stiamo attraversando – spiega Sabrina Nigro, assessore alle Attività produttive – sta avendo enormi ripercussioni sul tessuto economico della città e di tutto il Paese. Vista la progressiva riapertura che il presidente Conte ha annunciato, siamo convinti che sia ragionevole dare la possibilità alle attività dedicate agli animali e, in generale, a tutte quelle che non implicano contatti tra persone, di riaprire rispettando tutte le misure di sicurezza necessarie. Comprendiamo che altri comparti non possano ancora ricominciare a lavorare ma, visto che gli aiuti economici scarseggiano, permettere alle attività meno a rischio di riprendere a lavorare potrebbe salvare molte aziende dalla chiusura definitiva. Inoltre, si tratta di un servizio importante per garantire il benessere degli animali e, in questo momento in cui l’igiene è ancora più cruciale, i proprietari devono potersi occupare correttamente della pulizia anche di cani e gatti. Ci auguriamo che la Regione ascolti la nostra richiesta e permetta a queste attività di ricominciare presto a lavorare”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 3.5.2020. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    34 mesi, 28 giorni, 16 ore, 29 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it